GinevraNotizie auto

Salone di Ginevra 2021 annullato, salta la 90^ edizione del GIMS

Salta l’edizione 2021 del Salone di Ginevra, a causa della crisi economica generata dal Covid-19. Gli organizzatori hanno deciso di vendere il GIMS ai gestori della fiera di Ginevra per far fronte alla crisi dei ricavi dopo l’annullamento del 2020.

Il Salone di Ginevra 2021 non si fa. Salta anche la prossima edizione della kermesse svizzera dedicata al lancio di nuovi modelli. Nel 2020 è stata la pandemia da Coronavirus ad indurre gli organizzatori ad annullare il Salone di Ginevra. Nel 2021 invece è la crisi economica, generata proprio dal Covid-19, che ha spinto molte case auto a declinare in largo anticipo l’invito a partecipare all’evento.

Infatti la decisione di annullare il Salone è stata presa a seguito di un sondaggio fatto dagli organizzatori, in cui è emerso che la maggior parte delle case auto e degli altri partecipanti abituali interpellati hanno risposto che probabilmente non avrebbero preso parte. Gli stessi hanno ammesso che avrebbero preferito essere partecipare direttamente all’edizione 2022.

Salone di Ginevra 2021 annullato, perché salta il GIMS?

Il Salone di Ginevra, dal 4 al 14 marzo 2021, avrebbe celebrato la novantesima edizione del GIMS. Un traguardo che a questo punto potrà essere festeggiato solo nel 2022. La Fondazione Salone internazionale dell’automobile, ovvero gli organizzatori della manifestazione, a causa della crisi economica generata dal Covid-19 hanno deciso di annullare anche la prossima edizione. La scelta è stata sofferta ed è stata presa in seguito ai risultati del sondaggio commissionato dalla Fondazione e rivolto agli espositori abituali del GIMS.

Salone di Ginevra 2021 annullato
A causa della crisi economica del Covid-19 è stata annullata anche l’edizione 2021 del Salone di Ginevra

Molti di loro hanno risposto che probabilmente non avrebbero partecipato a un’edizione del 2021 e che avrebbero preferito avere un GIMS nel 2022. Il settore automotive sta attraversando una fase difficile e gli espositori hanno bisogno di tempo per riprendersi dagli effetti della pandemia. Inoltre, è tutt’altro che certo che l’attuale situazione sanitaria consentirebbe l’organizzazione di un evento attirando più di 600.000 visitatori e 10.000 giornalisti a marzo 2021.

Salone di Ginevra in crisi, chiesto e rifiutato un prestito

Immediatamente dopo l’annullamento del Salone di Ginevra nel marzo 2020, la Fondazione ha chiesto al Cantone di Ginevra un sostegno finanziario per coprire le perdite causate dall’annullamento di GIMS, stimato in 11 milioni di franchi svizzeri e necessario per la nuova edizione. All’inizio di giugno, il Gran Consiglio ha approvato un prestito alla Fondazione di 16,8 milioni di franchi svizzeri.

La somma stazionata, secondo gli organizzatori, non ha rappresentato una garanzia della stabilità finanziaria a lungo termine della Fondazione. Infatti i promotori del GIMS sarebbero obbligatati a rimborsare 1 milione di franchi svizzeri già nel giugno 2021, prima di aver avuto l’opportunità di generare fondi aggiuntivi, poiché l’edizione GIMS 2021 è saltata. Alla luce di ciò il prestito è stato rifiutato e la Fondazione, in una nota comunica che ha quindi deciso di vendere il GIMS a Palexpo SA.

Salone di Ginevra in crisi
Il GIMS dopo l’annullamento del 2020 deve fare i conti con una grossa crisi economica

L’obiettivo è quello di trovare una soluzione che garantisca l’organizzazione regolare di un Salone Internazionale dell’Automobile a Ginevra nel 2022. L’acquisto dei beni trasferirà tutti i diritti sull’organizzazione di GIMS a Palexpo SA. Gli organizzatori infine hanno anche ricordato che l’impatto sul cantone è di circa 200 milioni di franchi l’anno.

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio):

👉 Leggi tutte le altre notizie sulla crisi nel settore automotive

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Ti è chiaro il concetto? Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close