News auto

Metano self service, via libera al rifornimento fai da te

Metano self service, il Governo ha firmato il Decreto e da marzo 2019 sarà possibile effettuare il rifornimento anche negli orari di chiusura dei distributori

La mobilità sostenibile passa anche dalla auto a metano, che da oggi in poi posso essere rifornite anche in modalità self service. Il 21 febbraio 2019 infatti è stato firmato dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dello Sviluppo Economico lo schema di decreto che modifica il testo, attualmente in vigore, della normainerente all’esercizio degli impianti di distribuzione stradale del gas naturale per autotrazione e chepermetterebbe il rifornimento di metano in modalità self service. L’Italia si allinea così alla direttiva 2014/94/UE, che regolamenta l’erogazione del metano in modalità self service.

AUTO A METANO Il metano CNG (Compressed Natural Gas) è un carburante alternativo più economico ed ecologico rispetto alla benzina ed il diesel e può essere impiegato nei propulsori endotermici derivati dalla benzina. Fino ad ora le auto a metano non si sono diffuse abbastanza anche a causa della scarsa capillarità della rete e per l’obbligo di eseguire il rifornimento solo di giorno, negli orari di apertura ed alla presenza di un operatore.

Seat Arona TGI rifornimento metano self service

SELF SERVICE A tal proposito il via libera dato dal Governo italiano ai distributori di metano self service può rappresentare una vera e propria svolta. I primi riforimenti di metano in modalità self service si potranno effettuare entro marzo 2019. L’Italia così si allinea agli altri paesi europei dove è possibile rifornirsi di metano anche di sera, dopo la chiusura dei distributori.

Nel nostro paese ricordiamo che attualmente ci sono circa 1.250 stazioni di servizio sulla rete stradale nazionale, ad eccezione della Sardegna che però sta muovendosi con il progetto del metano liquido.

Distributore di metano

COME SI FA IL RIFORNIMENTO? Da ora in avanti la responsabilità sarà di chi fa rifornimento, che però deve avere una formazione specifica mediante tutorial in doppia lingua. Il pagamento consentito sarà solo quello elettronico.

La responsabilità del rifornimento del metano self service dunque non sarà più del proprietario o del gestore dell’impianto, ma di chi si rifornisce, che dovrà presentare un’autocertificazione che attesti le competenze nella procedura. Tra le altre modifiche stabilite ci sono inoltre l’inserimento di un pulsante di ritenuta e il riposizionamento di quello che avvia l’erogazione.

Distributore metano self service

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close