Notizie auto

Radiotaxi sanzionati per concorrenza sleale

Sanzione ai radiotaxi di Napoli dall'AGCM: coinvolte 4 società per concorrenza sleale e cartello su taxi partenopei dietro segnalazione di Free Now Italia

Una sanzione ai radiotaxi di Napoli è arrivata dopo le numerose segnalazioni da parte della società FREE NOW (ex mytaxi) e DigiTaxi S.r.l. all’AGCM (‘Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato). Ecco maggiori dettagli per capire cosa è successo.

I radiotaxi sanzionati detengono congiuntamente una quota pari a circa il 70% dei taxi napoletani: l’AGCM ha accertato che i quattro operatori hanno definito e concordato una strategia comune volta a vietare ai tassisti aderenti ai rispettivi radiotaxi di appartenenza di utilizzare, per interagire con la clientela, qualsiasi applicazione diversa da quelle approvate e utilizzate dai radiotaxi stessi, impedendo così ai tassisti ed agli utenti di beneficiare dell’innovazione introdotta, tramite l’utilizzo di piattaforme digitali aperte a tutti i tassisti, da operatori concorrenti come FREE NOW

Radiotaxi sanzionati a Napoli

La sanzione dei radiotaxi è avvenuta a Napoli, per via delle denunce da parte della società Free Now nei confronti di quattro imprese di gestione del servizio radiotaxi partenopeo. L’AGCM è intervenuta segnalando un’intesa restrittiva della concorrenza, finalizzata ad ostacolare l’ingresso di operatori concorrenti nel mercato della fornitura di servizi di raccolta e smistamento della domanda del servizio taxi nel Comune di Napoli.

napoli taxi
Sanzione radiotaxi avvenuta a Napoli grazie all’intervento dell’AGCM dopo le segnalazioni di Free Now

Free Now interviene Andrea Galla, sulla questione della sanzione dei radiotaxi

Riguardo la questione sulla sanzione dei radiotaxi si è espresso Andrea Galla, Country Manager di Free Now Italia riportando queste parole:

“Il messaggio dell’Autorità è chiaro: la creazione di un fronte comune da parte dei radiotaxi per impedire l’entrata sul mercato di concorrenti che adottano un diverso e innovativo modello di business costituisce un illecito accordo restrittivo della concorrenza a danno dei tassisti stessi e della clientela.” – ha così commentato Andrea Galla, Country Manager di FREE NOW Italia che prosegue – “FREE NOW,  che aveva segnalato le condotte in questione, accoglie dunque con grande apprezzamento l’intervento dell’AGCM, che si pone come forte segnale di apertura del mercato a favore della libera concorrenza e che comporta un ulteriore vantaggio sia per gli operatori del settore (tassisti) che per gli utenti finali (cittadini e turisti).”

Andrea Galla, Country Manager di FREE NOW Italia

andrea galla free now
 Andrea Galla, Country Manager di FREE NOW Italia

👉 Tutte le notizie su TAXI
👉 Multe e dintorni…

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👉 Lascia un commento sul nostro FORUM!

Commenta

Raffaello Caruso

Mi presento: sono Raffaello Caruso, classe '94 di Catanzaro studente presso l'Università degli Studi "L'Orientale" di Napoli, e da sempre sono un grande appassionato di motori. Coltivo questa grande passione dall'età di 3 anni grazie a mio padre che da sempre mi ha istruito nel "culto dei motori" e, sempre grazie a lui, all'età di 8 anni ho partecipato in maniera agonistica a diverse competizioni di GoKart. Seguo assiduamente ogni competizione motoristica a quattro ruote, soprattutto la F1 di cui sono grande appassionato.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto