News

Motori 3 e 4 cilindri turbo Puretech by PSA Group

Tre sono i cilindri del 1.2 Puretech e tre gli anni consecutivi per questo motore euro 6 turbo premiato come Engine Of The Year. Massime prestazioni e consumi ridotti.

MOTORE TURBO 3 CILINDRI PSA – Tre sono i cilindri del 1.2 Puretech e tre gli anni consecutivi in cui questa unità propulsiva ha vinto il premio Engine Of The Year. A questa famiglia di propulsori il Gruppo PSA ha dedicato una giornata di formazione tecnica a Milano
Con l’acquisizione di Opel, PSA Group è diventato il secondo Gruppo italiano ed europeo per vendita di auto; queste ultime, dal punto di vista motoristico, sono basate su due famiglie di propulsori: benzina Puretech 3 e 4 cilindri; gasolio 4 cilindri Blue HDi.
Presso il Quartier Generale di Peugeot Italia, a Milano, abbiamo avuto l’occasione di partecipare alla Tech Academy PSA, dedicata proprio alla famiglia Puretech, fresca vincitrice per il terzo anno consecutivo del premio Engine Of The Year con il 1.2 tre cilindri.
La progettazione di questo motore ha prodotto ben 210 brevetti e richiesto un investimento di 540 milioni di Euro tra ricerca, sviluppo e industrializzazione. Il risultato è una moderna e flessibile unità motrice, realizzata fino ad oggi in circa un milione di unità, che nelle sue varie versioni equipaggia ben 90 modelli del Gruppo.

VIDEO MOTORE PURETECH PSA cosa cambia

con Marco Freschi e Roberto Paganini

Puretech i motori PSA

?La tecnologia avanza…. Motori sempre più puliti?Ascolta la spiegazione tecnica del preparatissimo Roberto Paganini sul sofisticato motore 3 cilindri utilizzato su Peugeot, DS e Citroen ?? #PSAgroupePuretech i motori PSA ad altissima tecnologia per massime performances e consumi ridotti.Lo trovi montato qui www.newsauto.it/tag/puretech/

Pubblicato da NewsAuto.it su lunedì 19 febbraio 2018

Puretech PSA | evoluzione 2018

Nonostante i tre riconoscimenti consecutivi, prosegue costantemente l’evoluzione della famiglia Puretech per stare sempre al passo coi tempi (anzi, spesso uno step avanti) in tema di prestazioni, consumi ed emissioni inquinanti.
La sua progettazione digitale consente di testare “virtualmente” le modifiche strutturali, prima della realizzazione vera e propria. In questo modo si possono evidenziare e correggere le criticità e ottimizzare il funzionamento per raggiungere le maggiori performance.
La ricerca ha portato a compattare il più possibile le sue dimensioni, caratteristica che si riflette positivamente su tutti gli aspetti di una vettura:
– Design: molta più libertà ai progettisti nel concepire linee accattivanti per la carrozzeria
Dinamica di guida: grazie alla possibilità di posizionare il motore più in basso a vantaggio del baricentro dell’auto
Normativa: Crash Test Pedoni, per la quale è richiesto uno spazio maggiore possibile tra la sommità del propulsore e il cofano; infine per la versatilità di utilizzo, disponendo di molti accessori esterni già integrati.
Il fatto, ad esempio, di avere tutta l’aspirazione fino al filtro dell’aria collocata sopra al propulsore evita al progettista di dover individuare il posizionamento più corretto all’interno del vano che di volta in volta è chiamato ad ospitare il motore.

Il filtro GPF ( filtro antiparticolato benzina) del Puretech PSA

Il GPF,  Gasoline Particulate Filter (filtro antiparticolato benzina)  che ha già debuttato sulla Peugeot 308, andrà ad equipaggiare tutti i propulsori a benzina. Totalmente diverso dal FAP dei Diesel, opera in maniera del tutto invisibile al guidatore, poiché non richiede additivi né cicli di rigenerazione. Al suo interno c’è la cordierite, un silicato a base alluminio/magnesio, che serve ad “assorbire” le micro particelle generate dalla combustione della benzina, in special modo sui motori ad iniezione diretta, con un’efficacia di oltre il 75%.
Filltro Antiparticolato Benzina GPF PSA

Puretech PSA 4 cilindri turbo  le novità

All’inizio si chiamava 1.6 THP 150 CV. Quel propulsore è stato costantemente evoluto, correggendone nel tempo alcune problematiche di affidabilità e migliorando al contempo prestazioni, emissioni e consumi. Oggi è disponibile con 180 e 225 CV, un risultato ottenuto anche grazie all’alzata variabile, presente in precedenza solo sui modelli più performanti. A differenza del vecchio motorino “passo-passo” a corrente continua, i nuovi Puretech dispongono di un più potente e reattivo motore trifase, regolato da un inverter miniaturizzato collocato all’interno della centralina elettronica.

Puretech PSA 3 cilindri turbo come è fatto

Tante innovazioni anche sui propulsori meno frazionati del Puretech. In primis, l’aumento da 200 a 250 bar della pressione iniezione benzina sui motori Turbo. Quest’ultimo, compatto e con una girante piccola per essere reattivo ai bassi regimi, raggiunge i 240.000 g/m fornendo 1,4 bar di sovralimentazione (2,4 bar totali sommando la pressione atmosferica).
Il turbo del motore Puretech 3 clindri turbo dispone di due condotti, uno per l’olio (lubrificazione e raffreddamento) e uno per l’acqua, che lo raffredda attraverso un circuito dedicato, dove il refrigerante è mosso da una pompa elettrica autonoma e non collegata ai giri del propulsore.
La wastegate ora è ad azionamento elettrico (non più a depressione) così come la gestione della Dump Valve, una valvola di bypass che scarica a monte del compressore la sovrapressione in eccesso che si verifica alla chiusura della valvola a farfalla, per evitare dannosi colpi d’ariete.

Puretech PSA | Euro 6d Test Emissioni Reali

Dopo il cosiddetto Dieselgate, sono cambiati i cicli di omologazione dei motori; sono sempre effettuati in laboratorio per poter essere riprodotti in assenza di variabili esterne, ma più fedeli al reale utilizzo dell’auto. Ma la vera novità è rappresentata dall’RDE (Real Driving Emission) cioè la verifica delle emissioni su strada. Con un laboratorio mobile, vengono raccolti i dati con la vettura circolante su normali strade aperte al traffico.
L’attuale normativa prevede che i valori ottenuti non possano essere superiori di oltre 2,1 volte quelli rilevati in laboratorio. Nel 2020 questa cifra scenderà a 1,5 volte (Euro 6d). PSA oggi è l’unico costruttore che ha fatto testare da un ente esterno il comportamento su strada delle proprie auto (risultati visibili online sui siti di ciascun marchio) e, grazie anche all’utilizzo del GPF, rispetta con due anni di anticipo le future normative.

VIDEO MOTORE 3 CILINDRI PSA PURETECH

Tags

Paolo Turco

Da sempre amante di tutto ciò che ha un congegno meccanico, test driver, giornalista, video enthusiast, story teller per lo storico magazine Elaborare, vissuto a fondo nella produzione. Contribuisco nei contenuti di altri 2 magazine specializzati Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic e di questo portale Newsauto.it. Fra le numerose vetture provate mi piace ricordare le emozioni intense a bordo della Peugeot 205 T16 stradale, o l’adrenalina provata sulla Fiat 500 motorizzata Ferrari.
Close