Classe SMercedes-BenzNotizie autoVideo

Mercedes-Benz MBUX, sulla Classe S c’è la nuova versione

Fra le innovazioni tecnologiche presenti sulla nuova Mercedes-Benz Classe S debutta il nuovo sistema multimediale MBUX di secondo livello, migliorato sia nell'hardware che nel software.

Sulla nuova Mercedes-Benz Classe S debutta l’evoluzione dell’MBUX (Mercedes-Benz User Experience). Sulla seconda generazione di questo sistema in grado di apprendere, presentato per la prima volta nel 2018 è stato fatto un significativo passo avanti, sia nell’hardware che nel software per rendere l’abitacolo ancora più digitale e intelligente. Il nuovo MBUX prevede un massimo di cinque grandi schermi parzialmente dotati di tecnologia OLED, una serie di brillanti visualizzazioni agevolano il comando delle funzioni Comfort e della vettura.

Il nuovo display 3D per il conducente permette ad esempio di vedere per la prima volta una scena tridimensionale, ottenendo un autentico effetto di profondità senza bisogno di indossare gli speciali occhiali 3D.

Mercedes-Benz MBUX di secondo livello, caratteristiche

Sull’infotainment Mercedes-Benz MBUX di secondo livello il dialogo con l’assistente vocale “Hey Mercedes” è ancora più fluido, e alcune azioni, come l’accettazione di una chiamata telefonica o la visualizzazione della mappa di navigazione, possono essere avviate anche senza pronunciare la formula di attivazione “Hey Mercedes”.

Anteprima dell'abitacolo della nuova Mercedes-Benz Classe S
Anteprima dell’abitacolo della nuova Mercedes-Benz Classe S

Oltre al consueto inserimento del PIN, una nuova procedura di autenticazione, nata dalla combinazione fra impronta digitale, riconoscimento facciale e vocale, assicura un livello di sicurezza elevato. Ciò permette allo stesso tempo di richiamare le impostazioni individuali e di rendere sicure le procedure di pagamento digitale effettuate restando a bordo dalla vettura.

Mercedes-Benz MBUX “Hey Mercedes”, come funziona la nuova versione

Il comando vocale “Hey Mercedes” è il marchio di fabbrica dell’MBUX di Mercedes-Benz. Di solito, quando si impartisce un comando vocale in auto bisogna pronunciare una frase predeterminata. Grazie alla comprensione del linguaggio naturale, invece, “Hey Mercedes” capisce quasi ogni parola e riconosce quasi tutte le frasi che vengono pronunciate, in 27 lingue, nell’ambito dell’Infotainment e dei comandi della vettura.

Vengono riconosciuti anche comandi indiretti, ad esempio se per regolare la climatizzazione del vano piedi l’utente dice: “Ho freddo” anziché, più chiaramente, “Imposta la temperatura a 24 gradi”. Allo stesso tempo le azioni vocali sono capaci di apprendere dall’esperienza. Da una parte si adattano all’utente e alla sua voce, e capiscono meglio anche gli utenti con accento straniero; dall’altra i modelli software sul server apprendono man mano nuove parole o imparano a fare un uso diverso della lingua. Il sistema, inoltre, non usa risposte stereotipate, ma risponde in modo vario.

Mercedes-Benz MBUX “Hey Mercedes”
Il comando vocale “Hey Mercedes” ora si attiva senza pronunciare la frase predeterminata.

Ecco come funziona l’assistente vocale: le immissioni vocali vengono ripulite dai rumori di fondo per poi essere compresse e, infine, trasmesse. Sia la head unit nella vettura che il server analizzano i dati e inviano una risposta. Il sistema decide qual è la più probabile, e nel giro di pochi secondi viene data una risposta o si ha una reazione del sistema. In questo modo l’assistente vocale risponde anche quando non è disponibile una connessione.

Mercedes-Benz MBUX, display head-up Realtà Aumentata (AR-HUD)

Due diversi display head-up (HUD) sono disponibili a richiesta sul sistema MBUX di Mercedes-Benz, tra cui un’innovativa versione dall’immagine particolarmente grande. L’angolo di apertura del display è pari a 10° in orizzontale e 5° in verticale; l’immagine si trova virtualmente a una distanza di 10 metri.

L’area di visualizzazione corrisponde a quella di un monitor con diagonale di 77 pollici. Sul display AR-HUD vengono proposti molti contenuti in Realtà Aumentata relativi ai sistemi di assistenza alla guida e informazioni relative alla navigazione.

Mercedes-Benz MBUX, display head-up Realtà Aumentata (AR-HUD)
Davanti al guidatore l’head-up display con realtà aumentata

L’unità che riproduce le immagini (DMD, Digital Mirror Device di Texas Instruments) è composta da una matrice ad alta risoluzione formata da 1,3 milioni di microspecchi e da una fonte di luce ad alta efficienza; questa tecnologia è nota per essere utilizzata nei proiettori del cinema.

Mercedes-Benz MBUX con display 3D

Un’altra innovazione presente sulla seconda generazione dell’MBUX di Mercedes-Benz è il display 3D. La sensazione di profondità dello spazio si genera quando gli occhi dell’osservatore possono percepire in prospettiva diverse vedute degli oggetti rappresentati sul display.

Tutto questo si ottiene nell’innovativo display autostereoscopico grazie all’ingegnoso abbinamento tra un display LCD convenzionale con una speciale struttura di pixel e una maschera a strisce LCD controllabile. Una cosiddetta maschera-barriera si trova a pochi millimetri di distanza davanti al display LCD, dove viene adattata esattamente alla posizione della testa dell’osservatore in modo tale che gli occhi sinistro e destro possano vedere pixel diversi del display LCD.

Mercedes-Benz MBUX con display 3D
Il display centrale è 3D

Ciò genera il desiderato effetto di profondità dello spazio. Nel display è integrato un sistema di fotocamera stereo, che acquisisce l’esatta disposizione della posizione degli occhi dell’osservatore.

Mercedes-Benz MBUX, sistema di assistenza per gli interni

Un’altra novità dell’MBUX di Mercedes-Benz è rappresentata dal sistema di assistenza per gli interni. Con l’ausilio di telecamere sistemate nel gruppo di comandi sul tetto e algoritmi di apprendimento, il sistema di assistenza per gli interni MBUX individua i desideri e le intenzioni dei passeggeri, ragiona interpretando la direzione della testa, i movimenti delle mani e il linguaggio del corpo, e reagisce con le opportune funzioni della vettura.

Se il conducente lancia uno sguardo dietro le sue spalle in direzione del lunotto, il sistema di assistenza per gli interni apre automaticamente, ad esempio, la tendina avvolgibile parasole. Se il conducente cerca qualcosa al buio sul sedile del passeggero anteriore, l’assistente accende automaticamente la luce. Uno sguardo a un retrovisore esterno è sufficiente per consentire di regolarlo direttamente senza specificare lo specchio da manovrare.

Mercedes-Benz MBUX, sistema di assistenza per gli interni
Il nuovo MBUX dispone anche di un sofisticato sistema di assistenza per gli interni

Anche i movimenti naturali delle mani vengono riconosciuti, e sia il conducente che i passeggeri possono aprire il tetto scorrevole senza toccarlo. Con l’aiuto della posa Preferiti (mano con indice e medio aperti a formare una V) è possibile richiamare le funzioni preferite. Il conducente e i passeggeri possono collegare i Preferiti personali con il sistema. Oltre a migliorare il comfort di comando, il sistema di assistenza per gli interni MBUX incrementa la sicurezza, per esempio verificando che un seggiolino sul sedile lato passeggero anteriore sia correttamente allacciato.

Mercedes-Benz MBUX con tecnologia OLED

La seconda generzione dell’MBUX di Mercedes-Benz si caratterizza anche dalla tecnologia OLED. L’acronimo OLED sta per Organic Light Emitting Diode. Contrariamente alla tecnologia LCD, un display OLED è composto da vari strati organici applicati su un substrato di materiale plastico. A bordo di Classe S il display OLED è collocato dietro un vetro e, in abbinamento agli attuatori e ai sensori di forze retrostanti, offre un’esperienza di visualizzazione e comando completa.

Mercedes-Benz MBUX con tecnologia OLED
Gli schermi a bordo della nuova Classe S adottano tecnologia OLED

L’analisi della pressione e la conferma tattile dei comandi touch permettono di estendere la gamma delle funzionalità. I pannelli OLED con tensione applicata emettono luce e a differenza dell’LCD non hanno bisogno di una retroilluminazione esterna. La corrente viene consumata solo là dove si accendono i pixel. Questo assicura fra l’altro un migliore livello del nero e contrasti ancora più forti.

Per le tipiche rappresentazioni in videosequenza la tecnologia OLED fa registrare un consumo energetico inferiore anche del 30% rispetto alla tecnologia LCD.

Presentazione Mercedes-Benz MBUX di 2^ generazione

Mercedes-Benz MBUX di 2^ generazione VIDEO

Listino prezzi CLASSE S

Annunci occasioni usato MERCEDES

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👉 Lascia un commento sul nostro FORUM!

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close