Notizie auto

IT-Alert Android iPhone, cos’è, come attivare e disattivare l’allarme

IT-Alert: oggi mercoledì 27 settembre alle ore 12:00 squilleranno tutti i telefonini nelle regioni Lazio e Liguria. Cos'è il nuovo sistema di allarme presente sui sistemi operativi iOS e Android gestito dalla Protezione Civile. Come funziona, il calendario con le date del test nelle regioni, il questionario e come disabilitarlo.

IT-Alert è un nuovo sistema di allarme pubblico italiano gestito dal Servizio Nazionale della Protezione Civile che invia messaggi (notifiche) di segnalazione, per avvisare i cittadini che si trovano nelle aree geografiche colpite da emergenze o catastrofi come terremoti, inondazioni, incidenti industriali o minacce terroristiche che fanno parte dei rischi classificati dalla Protezione Civile.

IT-Alert attivazione

IT-Alert non richiede l’attivazione né l’installazione di un’applicazione, poiché è integrato direttamente nei sistemi operativi iOS e Android. Per poter ricevere le notifiche da IT-Alert, è importante che il telefono cellulare sia configurato per accettare messaggi tramite il servizio di Cell Broadcast.

In genere, questa opzione è abilitata per impostazione predefinita, ma puoi verificarla e, se necessario, modificarla nelle impostazioni del tuo dispositivo.

IT-Alert lo squillo dell’allarme

IT-ALERT come squilla l’ALLARME

it alert, testo del messaggio notifica da IT-Alert che arriva sul telefono
Messaggio IT-Alert di testo che compare sul telefono

Quando sarà attivo integrerà le modalità di comunicazione esistenti per informare la popolazione in situazioni di pericolo specifiche. IT-Alert non sostituirà gli altri sistemi locali di allarme, ma consentirà la rapida diffusione delle prime informazioni cruciali relative all’emergenza.

Il servizio è disponibile per chiunque abbia un cellulare attivo nella zona interessata e aderisce allo standard internazionale “Common Alerting Protocol” (CAP) per garantire l’interoperabilità con altri sistemi di allerta nazionali e internazionali.

Come funziona IT-Alert

Il servizio IT-Alert invia notifiche di testo e segnali sonori a tutti i telefoni cellulari attivi nelle zone a rischio geografico. Il sistema utilizza la tecnologia cell-broadcast per inviare messaggi a gruppi di celle telefoniche vicine, delineando un’area corrispondente all’emergenza. Questo approccio funziona anche in situazioni di banda telefonica congestionata o limitata. La comunicazione è anonima e gratuita per gli utenti, senza richiedere registrazione o download di un’applicazione.

Tuttavia, ci sono alcune limitazioni, come il possibile raggiungimento di utenti al di fuori dell’area prevista (overshooting) e la mancata ricezione dei messaggi in aree senza copertura o quando i dispositivi sono spenti o in modalità silenziosa. Inoltre, le versioni obsolete del sistema operativo possono causare problemi nella ricezione dei messaggi IT-Alert.

Questionario IT-Alert

Il questionario relativo a IT-Alert è uno strumento di valutazione inviato agli utenti che hanno ricevuto una notifica di emergenza da IT-Alert. Questo questionario è progettato per raccogliere feedback sull’esperienza degli utenti con il sistema al fine di migliorarlo.

Il questionario include una serie di domande che coprono vari aspetti dell’esperienza dell’utente, tra cui:

  1. Ricezione della notifica
  2. Comprensibilità del messaggio
  3. Percezione della gravità dell’emergenza
  4. Livello di soddisfazione dell’utente con il sistema

Le risposte a questo questionario sono completamente anonime e vengono utilizzate esclusivamente a fini statistici. Il questionario di IT-Alert viene distribuito tramite SMS o e-mail agli utenti che hanno ricevuto una notifica di emergenza da IT-Alert con invito a partecipare. La partecipazione al questionario aiuta il Dipartimento della Protezione Civile a perfezionare il sistema IT-Alert.

Ecco alcune delle domande tipiche che potrebbero essere presenti nel questionario di IT-Alert:

  • Hai ricevuto la notifica IT-Alert?
  • Hai compreso il messaggio della notifica?
  • Ritieni utile la notifica ricevuta?
  • Quanto grave hai percepito l’emergenza?
  • Sei soddisfatto dell’efficacia del sistema IT-Alert?

SICUREZZA – Durante la fase di compilazione del questionario (prima che l’utente selezioni il pulsante “invia”), è importante sottolineare che Microsoft, il proprietario della tecnologia utilizzata per creare il modulo del questionario, non accede né visualizza in alcun modo l’indirizzo IP dell’utente che sta compilando il questionario, né conserva i dati di compilazione, anche se avrebbe la capacità di farlo. Non vi è alcuna traccia né archiviazione dei dati relativi al contenuto del questionario o all’indirizzo IP dell’utente all’interno dei sistemi di Microsoft.

Calendario TEST IT-Alert

Tutti i dispositivi collegati alle celle di telefonia mobile nella regione coinvolta nel test hanno emesso contemporaneamente un suono distintivo diverso da qualsiasi notifica comune.

La sperimentazione del servizio è iniziata con i primi test a giugno 2023 in Toscana/Sardegna e proseguirà fino a febbraio 2024. Alle ore 12 i telefoni cellulari in molte regioni italiane hanno iniziato a ricevere un messaggio di test da IT-Alert del nuovo sistema di allarme pubblico nazionale.

Tra giugno 2023 e febbraio 2024 sono in corso i test del servizio IT-Alert, coinvolgendo i cittadini in base alla loro regione di appartenenza. Nella prima fase della sperimentazione, i cittadini coinvolti sono stati quelli delle regioni Toscana, Sardegna, Sicilia, Calabria ed Emilia-Romagna.

Suono IT-Alert di allarme pubblico

Dopo la pausa estiva, la sperimentazione è ripresa a settembre secondo il calendario stabilito dalla Protezione Civile e si conclude ad ottobre con l’ultima regione.

Nel periodo di test l’obiettivo è stato quello di far conoscere iT-Alert, rendere identificabile e familiare il messaggio e testare la tecnologia.

Questi cambiamenti nelle date dei test erano previsti qualora la Protezione Civile fosse stata impegnata in attività di emergenza per eventuali allerte in atto nei giorni del test o per altre situazioni di emergenza.

 CALENDARIO TEST IT-ALERT, data (alle ore 12:00)

→ 28 giugno: Toscana
→ 30 giugno: Sardegna
→ 5 luglio: Sicilia
→ 7 luglio: Calabria
→ 10 luglio: Emilia Romagna
→ 12 settembre: Campania, Friuli-Venezia Giulia, Marche
→ 14 settembre: Piemonte, Puglia, Umbria;
→ 19 settembre: Basilicata, Lombardia, Molise
→ 21 settembre: Valle d’Aosta e Veneto
→ 26 settembre: Abruzzo, Provincia Autonoma di Trento
27 settembre: Liguria e Lazio
13 ottobre: Provincia Autonoma di Bolzano

Quando arriva l’allarme

IT-Alert dopo questo primo test squillerà solo in caso di gravi emergenze o eventi catastrofici imminenti o in corso. In Italia, secondo la Direttiva del 7 febbraio 2023 del Ministro della Protezione Civile e delle Politiche del Mare, il servizio potrà essere utilizzato in sei specifici casi una volta terminata la fase sperimentale:

  1. Maremoto generato da un sisma.
  2. Collasso di una grande diga.
  3. Attività vulcanica nei vulcani Vesuvio, Campi Flegrei, Vulcano e Stromboli.
  4. Incidenti nucleari o situazioni di emergenza radiologica.
  5. Incidenti rilevanti in stabilimenti soggetti al decreto legislativo 26 giugno 2015, n. 105 (Direttiva Seveso).
  6. Precipitazioni intense.

Una volta completata la sperimentazione, IT-Alert completerà le modalità di informazione e comunicazione già esistenti per informare la popolazione.

alluvione allarme emergenza IT-Alert
L’obiettivo di IT-Alert è quello di informare la popolazione in caso di eventi estremi come quello di un alluvione

IT-Alert non sostituirà gli altri strumenti di informazione d’emergenza, soprattutto a livello locale. Invece, si affiancherà a essi, riflettendo la convinzione che una comunicazione inclusiva e rivolta a tutti dovrebbe essere multi-canale.

Come disattivarlo o attivarlo

E’ possibile disattivarlo ma non durante la fase di test IT-Alert. L’unico modo per non far scattare il suono durante le giornate dei test è spegnere il cellulare. 

Come disattivarlo? Su telefoni Android, per attivare o disattivare le notifiche di IT-alert, segui questi passaggi.

Cercare l’icona a forma di ingranaggio, “Impostazioni” presente solitamente nella Home o nell’elenco delle app del tuo telefonino.

  1. In alto, nella barra di ricerca, digitate “Avvisi di emergenza” e selezionate l’opzione “Avvisi di emergenza wireless“.
  2. Successivamente, toccate l’interruttore (acceso-spento) su IT-Alert per attivare o disattivare le notifiche di IT-alert.
It Alert disattivazione
It Alert disattivazione

IT-Altert nel mondo

In numerose nazioni in tutto il mondo, sono stati introdotti sistemi di allarme pubblico analoghi a IT-Alert. Questi avanzati sistemi sfruttano la tecnologia di comunicazione attraverso reti cellulari per diffondere segnali di avviso a tutta la popolazione in situazioni di emergenza, che possano riguardare calamità naturali, incidenti o problematiche legate alla sicurezza.

Ecco alcuni sistemi analoghi a IT-Alert utilizzati in altre nazioni:

  • EAS (Emergency Alert System) è il sistema di allarme pubblico utilizzato negli Stati Uniti. È stato introdotto nel 1996 e utilizza la trasmissione di messaggi su rete radio e televisiva per raggiungere la popolazione.
  • WEA (Wireless Emergency Alerts) è un sistema di allarme pubblico utilizzato negli Stati Uniti. È stato introdotto nel 2012 e utilizza la trasmissione di messaggi su rete cellulare per raggiungere la popolazione.
  • EBS (Earthquake Early Warning System) è un sistema di allarme pubblico utilizzato in Giappone. È stato introdotto nel 1995 e utilizza la trasmissione di messaggi su rete cellulare per avvertire la popolazione di un imminente terremoto.
  • Infratel Alert è un sistema di allarme pubblico utilizzato in Francia. È stato introdotto nel 2016 e utilizza la trasmissione di messaggi su rete cellulare per raggiungere la popolazione.
  • Cell Broadcast è un sistema di allarme pubblico utilizzato in molti paesi europei. È stato introdotto nel 2002 e utilizza la trasmissione di messaggi su rete cellulare per raggiungere la popolazione. In Gran Bretagna, il governo britannico ha lanciato un programma di test del Cell Broadcast con l’invio di messaggi a un’ampia area geografica, compresa la Scozia, il Galles e l’Irlanda del Nord.

Per concludere ricordiamo che il messaggio di allarme arriva solo se il dispositivo è acceso e ha connettività telefonica. Nel caso il telefono sia fuori copertura il messaggio potrebbe non arrivare.

Leggi anche,

Notizie di cronaca
Notizie curiose
Notizie di incidenti stradali
Notizie di incendi di navi e traghetti
Incidenti auto elettriche
Notizie di incendi auto

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto