Notizie auto

Incidenti stradali, strade più pericolose e vittime della strada

Le strade più pericolose in Italia, dove si verificano incidenti stradali, quali sono le categorie più esposte

Sulle strade italiane nell’ultimo anno sono aumentati gli incidenti stradali. Nel 2022, dopo la fase acuta della pandemia, c’è stata una notevole ripresa della mobilità, ma ciò ha portato ad un aumento significativo dell’incidentalità stradale. Rispetto al 2021, il numero di morti è aumentato del 9,9% raggiungendo 3.159 decessi, il numero di feriti è cresciuto del 9,2% coinvolgendo 223.475 persone, e gli incidenti stradali sono aumentati del 9,2%, con un totale di 165.889.

Incidenti stradali

In Italia nel 2022 si sono registrati 165.889 incidenti, con 3.159 decessi (+9,9% rispetto al 2022) e 223.475 feriti (+9,2%) su circa 53.000 chilometri di strade della rete viaria italiana (la quale evidenzia un indice di mortalità medio di 3,4 morti ogni 100 incidenti). In media, ogni giorno sono stati registrati 454 incidenti stradali, pari a 18,9 incidenti ogni ora, con 8,7 morti al giorno, cioè 1 decesso ogni 3 ore, e 612 feriti, ossia 25,5 feriti ogni ora.

Incidente stradale tra camion in autostrada
Incidente stradale tra camion in autostrada

È importante notare, tuttavia, che pur essendo aumentati rispetto al 2021, questi numeri risultano ancora in diminuzione se paragonati al 2019, che funge da confronto per il decennio 2021-2030. Infatti, gli incidenti e i feriti hanno registrato una diminuzione rispettivamente del -3,7% e del -7,4%, mentre il numero di vittime è rimasto pressoché stabile con una diminuzione dello 0,4%.

Per quanto riguarda le strade da registrare l’aumento in autostrada del 9,7% degli incidenti e del 19,9% delle vittime. Le strade urbane hanno registrato un aumento del 9,8% degli incidenti e del 5,5% delle vittime. Le strade extraurbane hanno avuto un aumento del 7,2% degli incidenti e del 12,2% dei decessi.

Gli spostamenti e le partenze nei fine-settimana incidono in modo particolare sugli incidenti stradali: giugno, luglio ed agosto i mesi con la maggiore incidentalità. Il venerdì è il giorno in cui si verificano più incidenti (15,2%). Dalle 18 alle 20 le ore più critiche. L’indice di mortalità, tuttavia, risulta più elevato a gennaio (4,2 decessi ogni 100 incidenti), seguito da giugno (4,0).

Un incidente stradale mortale di cui si è parlato molto è stato quello avvenuto il 18 luglio 2022 sul raccordo anulare di Roma dove un ragazzo ha perso la vita a bordo un’Audi R8 dopo uno schianto a 300 km/h.

Video incidente raccordo Roma Audi a 300 km/h
Audi A8 distrutta nell’incidente sul raccordo anulare di Roma Audi a 300 km/h dove ha perso la vita un giovane ragazzo.

Strade più pericolose

Quali sono le strade più pericolose? Nel 2022, l’indice di mortalità è stato più elevato sulle strade extraurbane, con 4,3 decessi ogni 100 incidenti (rispetto a 4,1 del 2021). Sulle autostrade, l’indice è aumentato a 3,5 (rispetto a 3,2 del 2021), mentre sulle strade urbane è pari a 1,1 (invariato rispetto al 2021). La media nazionale dell’indice di mortalità rimane praticamente invariata dal 2010 ed è pari a 1,9.

Strade urbane più pericolose

Le autostrade urbane con più incidenti sono: il tratto urbano dell’A24 Roma-Teramo (10 incidenti/km), la Tangenziale Nord di Milano nel tratto Monza e della Brianza (8,8 incidenti/km) e la Diramazione Capodichino A1 in Provincia di Napoli (8,1 incidenti/km) sono, infatti, le strade sulle quali si verificano più incidenti. Sulla rete autostradale la media nazionale è di 1,03 incidenti/km.

Strade extraurbane pericolose

Per quanto riguarda le strade extraurbane più pericolose, quelle con l’incidentalità maggiore dove la media nazionale è di 0,5 incidenti/km, sono: Statale 719 Prato-Pistoia in Provincia di Firenze (8 incidenti/km), Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga nel tratto in provincia di Milano (6,9 incidenti/km) e Statale 671 Asse Interurbano di Bergamo (6 incidenti/km). Tra le strade più pericolose d’Italia c’è anche la SS 106 in Calabria.

Soccorso dei Vigili del Fuoco sul luogo di un incidente stradale in autostrada
Soccorso dei Vigili del Fuoco sul luogo di un incidente stradale in autostrada

Incidenti stradali, le vittime della strada

Nel 2022, ci sono state complessivamente 3.159 vittime di incidenti stradali, di cui il 81,6% sono uomini (2.579) e il 18,4% sono donne (580). Tra le vittime, 2.245 erano conducenti (2.014 uomini e 231 donne), 429 erano passeggeri (240 uomini e 189 donne) e 485 erano pedoni (325 uomini e 160 donne).

Analizzando la distribuzione per età, si è notata una concentrazione di vittime maschili nelle classi di età 45-59 anni e 20-29 anni, mentre tra le donne si è registrata una maggiore presenza di vittime tra 75 e 84 anni e 20-24 anni.

L’aumento più significativo delle vittime rispetto al 2021 ha riguardato le classi di età tra 55 e 69 anni, con una crescita particolarmente rilevante nella fascia 60-64 anni (+35,5%). C’è stato anche un aumento di vittime tra i giovani di 15-19 anni (+21,2%) e 25-29 anni (+10,4%).

Scontro tra moto e automobile
Scontro tra moto e automobile

Una nota particolarmente negativa ha riguardato la quota di bambini da 0 a 14 anni deceduti in incidenti stradali, che nel 2022 è stata di 39, con un aumento rispetto agli anni precedenti. In particolare, si evidenziato un incremento nel numero di decessi tra i bambini di età compresa tra 5 e 14 anni. Questo dato è ancora più alto rispetto al 2019, poiché nel 2022 i bambini deceduti erano 39, mentre erano 28 nel 2021, 37 nel 2020 e 35 nel 2019.

Analizzando i dati dal punto di vista degli utenti sulle strade italiane nel 2022 sono aumentati per tutti gli utenti, ad eccezione degli occupanti di autocarri e ciclisti. Rispetto al 2021, sono aumentati del 15,4% tra gli occupanti di autovetture, del 12,4% tra i motociclisti, del 4,5% tra i ciclomotoristi e del 3,2% tra i pedoni. Gli occupanti di autocarri hanno avuto 166 decessi, in diminuzione del 1,8%, mentre le vittime tra gli utenti di biciclette (elettriche e non) sono diminuite del 6,8%. Gli utenti di monopattini elettrici hanno avuto un aumento delle vittime, passando da 9 nel 2021 a 16 nel 2022.

Incidenti con monopattini e biciclette elettriche

Nel 2022, si è registrata una diffusa circolazione dei mezzi di micromobilità elettrica. L’incidentalità di questi nuovi veicoli è stata monitorata a partire da maggio 2020 dall’Istat. Gli incidenti stradali con lesioni coinvolgenti almeno un monopattino elettrico sono aumentati notevolmente, passando da 564 nel 2020 a 2.101 nel 2021 e a 2.929 nel 2022. Le vittime in tali incidenti sono aumentate da 9 nel 2021 a 16 nel 2022, con un pedone investito deceduto nel 2021 e uno nel 2022. I feriti tra conducenti e passeggeri su monopattino sono stati 2.787, con 2.699 conducenti e 88 passeggeri, mentre i conducenti illesi sono stati 221. I pedoni investiti hanno subito 131 feriti.

Le biciclette elettriche sono state coinvolte in 1.113 sinistri nel 2022, 691 nel 2021 e 240 nel 2020. Le vittime tra conducenti e passeggeri sono state 20 nel 2022, 13 nel 2021 e 6 nel 2020, con un pedone deceduto nel 2022. I feriti sono stati 1.077 tra i conducenti e passeggeri e 34 pedoni infortunati.

Incidenti monopattini elettrici
Gli incidenti con monopattini sono in costante aumento

Le biciclette non elettriche sono state coinvolte in 15.981 incidenti nel 2022, 15.771 nel 2021 e 13.240 nel 2020. Le vittime tra conducenti e passeggeri sono state 185 nel 2022, 211 nel 2021 e 169 nel 2020, con 2 pedoni deceduti nel 2022. I feriti sono stati 15.600 tra i conducenti e passeggeri e 378 pedoni infortunati.

Complessivamente, nel 2022 sono stati 17.065 gli incidenti con biciclette (elettriche e non) e 2.929 con monopattini, causando 221 vittime e 3 pedoni deceduti, oltre a 19.462 feriti, tra cui 541 pedoni investiti e feriti.

Leggi anche,

Notizie di cronaca
Notizie curiose
Notizie di incidenti stradali
Notizie di incendi di navi e traghetti
Incidenti auto elettriche
Notizie di incendi auto

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto