Notizie auto

Incidente mortale con auto a noleggio, tragedia in Grecia muore una ragazza italiana

Ha perso la vita Carlotta Martellini, una ragazza italiana di Perugia, 18 anni appena compiuti, durante un incidente nell'isola greca di Mykonos a bordo di un suv Suzuki Jimny finito fuoristrada

Ennesima tragedia si è registrata durante il periodo delle vacanze, venerdì 24 luglio su un’isola greca. Un brutto fatto di cronaca, un doppio incidente che ha coinvolto due auto suv, Suzuki Jimny, prese a noleggio nell’isola di Mykonos da alcune ragazze italiane: nell’impatto ha perso la vita la giovanissima Carlotta Martellini che aveva da poco compiuto i 18 anni ed era in vacanza in Grecia con altre sette amiche. Abitava con la famiglia a San Mariano di Corciano in provincia di Perugia.

Carlotta Martellini, la ragazza che ha perso la vita nell'incidente in Grecia a Mykonos
Carlotta Martellini, la ragazza che ha perso la vita nell’incidente in Grecia a Mykonos

L’incidente con le auto è avvenuto lungo la provinciale tra Agios Stefanos e Fanari: il primo dei 2 Suzuki Jimny è uscito fuori strada dopo una curva ed è precipitato nel burrone sottostante terminando la corsa contro le rocce; Carlotta Martellini si trovava sul sedile posteriore ed è stata sbalzata dall’abitacolo.

Il Suzuki Jimny incidente mykonos grecia dove ha perso la vita la ragazza italiana
Il primo Suzuki Jimny precipitato nell’incidente dove ha perso la vita la ragazza italiana

Stessa sorte per il secondo Suzuki che seguiva con a bordo le altre quattro amiche che facevano parte della stessa comitiva.

Il secondo Suzki Jimny coinvolto nell'incidente mortale nell'isola di Mykonos finito sulle rocce degli scogli
Il secondo Suzki Jimny coinvolto nell’incidente mortale nell’isola di Mykonos finito sulle rocce degli scogli

Cause dell’incidente: in Grecia strade in pessime condizioni e non solo

E’ emerso che i due fuoristrada non avrebbero dovuto circolare perché quelle Suzuki scoperte andavano rottamate, come prevede la legge greca.

Le autorità greche hanno aperto un fascicolo sull’incidente di Mykonos con un legale di fiducia che segue le indagini sul posto. L’attenzione è puntata sulle modalità di noleggio dei due suv Suzuki in Grecia (i mezzi possono essere affidati solo a chi ha compiuto 21 anni ed ha conseguito la patente di guida da almeno un anno), sulla regolarità dei dispositivi di protezione come le cinture di sicurezza.

Sicuramente nella dinamica dell’incidente hanno contribuito anche le pessime condizioni dell’asfalto delle strade sull’isola greca che presenta notoriamente una scarsissima aderenza.

Sono in molti ad evidenziare sul web e nei social questo problema: “Una località fantastica, ma al tempo stesso è un posto pericoloso“, la testimonianza di una ragazza appena rientrata in Italia.

Vie molto strette, profonde scarpate, assenza di guard rail e segnaletica. Girare per quelle strade ricche di insidie è un rischio enorme per chi noleggia scooter, quad e jeep“.

Purtroppo gli incidenti capitano spesso a Mykonos – è un altro commento sul gruppo aMykonos 2020 chi viene? – Bisogna usare sempre molta prudenza“.

Anche questo, così come tutti gli altri aspetti relativi al noleggio (comprese le condizioni della vettura) e i risultati dell’alcol test, saranno oggetto delle indagini.

Le otto amiche sarebbero dovute rientrare in Italia il giorno seguente.

I funerali nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo a Solomeo
I funerali nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo a Solomeo

Ad accompagnare il rientro della salma è stato il padre Maurizio, arrivato poche ore dopo l’incidente sull’isola greca assistito dallo staff del Consolato italiano. Sabato 1 agosto si sono tenuti i funerali a Solomeo nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo.

Nel corso della cerimonia funebre è stata letta una lettera che Andrea Bocelli ha inviato ai genitori di Carlotta, Cristina e Maurizio: “L’unico atto sensato che possiamo proporvi in questo momento di dolore è il nostro, silenzioso, abbraccio…“, ha scritto il cantante.

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close