EV DrivingNotizie auto

Gigafactory di Cassino, fabbrica italiana di batterie al litio

A Cassino nello stabilimento di Piedimonte nasce la gigafactroy italiana per la produzione di batterie al litio per auto elettriche.

Sorgerà a Cassino una gigafactory per la produzione di batterie a litio per auto elettriche. Il polo cassinate dove c’è la fabbrica Stellantis di Piedimonte San Germano, è pronto ad accogliere la produzione di batterie, con l’obiettivo di creare nuova occupazione e generare sviluppo e crescita economica.

Sulla capacità di produzione della gigafactory di Cassino ancora non sono stati resi i dettagli tecnici. Fino ad ora il polo ha ricevuto il benestare della politica con il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti che ha accolto positivamente la nascita di questa fabbrica di batterie per auto elettriche.

Gigafactory produzione batterie al lito a Cassino

La gigafactory di Cassino è promossa da Power4Future di Fincantieri. La riunione per la sottoscrizione dell’accordo per la nascita di questa fabbrica si è svolta nella sede di Cassino e ha visto l’approvazione della delibera con cui si è dato il via libera alla sottoscrizione dell’atto di compravendita del polo della logistica e della flessibilità a favore della Power4Future.

Gigafactory produzione batterie al lito a Cassino
A Cassino sorge un nuovo polo per la produzione di batterie per auto elettriche

L’operazione industriale è stata avviata circa dieci mesi fa dal Cosilam (oggi Consorzio Industriale del Lazio) e che si è conclusa con l’ultimo atto necessario per l’avvio delle procedure di insediamento industriale.

Gigafactory Cassino nuove assunzioni

Tra i molti punti previsti dall’accordo raggiunto con la società anche la stipula di una convenzione quadro con l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale per l’attivazione di contratti per il finanziamento o co-finanziamento di attività di ricerca, dottorati industriali, assegni di ricerca.

È previsto anche un piano di assunzione di almeno 45 unità di personale, la stipula di una convenzione per un progetto di rete per la realizzazione di investimenti di rilevante e significativo impatto sulla competitività del sistema produttivo del territorio, l’ingresso in partenariato per almeno un biennio nella fondazione dell’Istituto Tecnico Superiore Meccatronico del Lazio di Frosinone con sede operativa a Pontecorvo.

Linea di produzione nuova Fiat 500 elettrica installazione motore elettrico
La Gigafactory di Cassino si pone l’obiettivo di creare nuova occupazione

Il progetto della gigafactory di Cassino infine prevede un piano di investimenti per un valore complessivo non inferiore a 20 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride
👉 Costo ricarica auto elettrica

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche

👉 Tariffe ricarica auto elettriche

👉 Ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto