Formula 1 - F1News autoRacing

Lutto in F1: è morto il direttore di gara Charlie Whiting a Melbourne

Charlie Whiting, direttore di gara dal 1997, è improvvisamente mancato stamattina a Melbourne, all’età di 66 anni, a causa di una embolia polmonare.

Lutto in Formula 1 – A 3 giorni dall’inizio della stagione di F1 2019 con la prima tappa inaugurale al GP d’Australia, la FIA si trova a piangere la morte di un uomo considerato come uno dei pilastri più importanti della Federazione: ci ha lasciato Charlie Whiting lo storico di direttore di gara della Formula1. Un brutto colpo al circus della F1 con questo lutto inaspettato.

Charlie Whiting era il responsabile della logistica per ogni gara della Formula 1, colui che ispezionava le macchine nel parco chiuso prima della competizione e che spegneva le luci del semaforo alla partenza.

La sua carriera nel Motorsport è inizata preparando auto da Rally per poi approdare in Formula 1 nel 1977 lavorando nel team Hesketh. Negli anni è diventato capo meccanico della scuderia Brabham portando a casa la vittoria di due mondiali con Nelson Piquet nel 1981 e nel 1983. È  entrato a far parte dell’organizzazione della Federazione nel 1988 e dal 1997 ha ricoperto il ruolo di Racing Director.

Jean Todt, presidente della FIA, si dichiara scioccato da questo lutto. Whiting era per Jean Thod non solo un amico ma un grande professionista che era diventato un punto di riferimento sia per i piloti che per i Team.

È con immensa tristezza che ho saputo della morte improvvisa di Charlie. E’ stato una figura centrale e inimitabile della Formula 1 e che ha incarnato l’etica e lo spirito del Motorsport. La F1 ha perso un amico e un ambasciatore carismatico. I miei pensieri e quelli della FIA vanno alla sua famiglia

Jean Todt

Charlie Whiting e Jean Todt

Il dirigente del Team Mercedes, Toto Wolff, ha descritto Whiting come un “guardiano del Motorsport e dei suoi interessi” mentre il Team Pricipal della Red Bull, Christian Horner, ha ricordato Whiting come “un uomo di grande integrità“. Mattia Binotto, responsabile del Team Ferrari, definisce Charlie come uno dei maggiori esperti di Motorsport che ha contribuito a rendere la F1 più sicura e migliore.

Tristezza nella conferenza stampa pre-gara per il lutto di Charlie Whiting

Gli stessi piloti  di Formula 1 sono rimasti increduli di fronte alla scomparsa improvvisa di Charlie e questo lutto ha impresso tristezza sui loro volti durante la conferenza stampa pre-gara: espressioni che comunicano più di quanto possano fare le parole, anche si condoglianze.

Sebastian Vettel sembra quello più visibilmente scosso. Ha gli occhi lucidi e si dichiara scioccato.

“Lo conoscevo da tanto tempo, lui per noi era una sorta di guida. E’ ovvio che ci sono dei regolamenti e poi ci siamo noi, lui era l’intermediario tra noi e tutto questo. Era un uomo a cui potevi chiedere qualsiasi cosa in ogni momento. La sua porta era sempre aperta.

Sebastian Vettel

vettel_whiting
Charlie Whiting (al centro) cammina lungo la pista con Vettel (a sinistra)

 Anche Hamilton appare profondamente turbato.

Quello che ha fatto lui per lo sport, il suo impegno fanno di lui un vero pilastro. È un’icona del mondo dello sport e ha dato un grande contributo. Possa riposare in pace.

Lewis Hamilton

Robert Kubica parla di Whiting come un pilastro importante della Formula 1. Un uomo che sapeva cosa significava essere un pilota ma, al tempo stesso, sapeva far rispettare le regole.

Ho visto Sebastian camminare con Charlie ieri e non ho voluto interromperli perché lo avrei comunque visto venerdì al briefing dei piloti. Sfortunatamente questo non accadrà. Era una specie di icona della Formula Uno. Un pilota che sapeva far mantenere il regolamento. Era davvero il tipo di persona di cui puoi sempre fidarti. I miei pensieri sono con la sua famiglia.

Robert Kubica

Il cordoglio alla famiglia anche da parte di Max Verstappen e Daniel Ricciardo. Entrambi affermano che sono questi i momenti in cui ogni mattina dovremmo rendere grazie e vivere la vita con gioia e non dare mai nulla per scontato. I pensieri di tutti sono rivolti alla famiglia di Whiting.

IL PASSAGGIO DEL TESTIMONE. In mancanza di un erede, la carica di Racing Director sarà temporaneamente ricoperta da Michael Masi, già vice direttore di gara per la Formula 2 e la Formula 3. Egli sarà responsabile per tutte le sessioni in pista, comprese decisioni su eventuali sospensioni e sull’utilizzo della safety car.

Sarà lui a spegnere i semafori che sanciscono l’inizio della gara compresi tutti gli aspetti relativi alla sicurezza per garantire che gli standard vengano rispettati.

michael_masi
Michael Masi, già vice direttore di gara per la Formula 2 e la Formula 3.

Una morte improvvisa quella di Charlie Whitingche ha lasciato tutti di stucco.

Commenta

Tags

Elena Ganazzin

Le auto per me sono da sempre la scusa per fuggire dalla realtà ed immergermi in un mondo di emozioni e adrenalina che solo un motore ruggente ti può regalare. Sono nata con la passione per i Rally tradita poi con i trackdays ai quali partecipo con la mia fidata Subaru Impreza STI. Amo guidare le auto sportive in qualsiasi condizione e cerco sempre di migliorare il mio stile. Ho partecipato a corsi di guida sicura, sportiva, drift e neve-ghiaccio e nel 2019 ho conseguito un corso di alta formazione sulla Comunicazione e media nel Motorsport di Experis Academy. Quando corro mi sento libera di esplorare le mie emozioni e confrontarmi con le mie capacità e i miei limiti.
Close
Close