Delta Evoluzione Gt Concept

Delta Evoluzione GT Racing (1)

Lo stile intramontabile tutto made in Italy rivive in questa concept Delta Evoluzione GT firmata da un giovane designer italiano. Il sogno potrebbe diventare realtà grazie ad un progetto ambizioso e ad un tuning originale

14 luglio, 2015

Tra le icone automobilistiche del Made in Italy svetta su tutte la Lancia Delta, una vettura che se decidessero di rimettere in produzione ispirandosi direttamente al modello che trionfò nei rally, farebbe strage di cuori, come già avvenuto del resto per la 500. Ma se in Fiat… pardon FCA, fanno finta di non sentire, tanti appassionati hanno preso la matita in mano e producono bozzetti interessanti.
Di rendering sulla Delta ne girano molti ma questo che ha scoperto la rivista di tuning ELABORARE è qualcosa di più di un semplice studio grafico.
STORIA di UN PROGETTO DELTA Angelo Granata è un ragazzo pieno di tanta passione per il design e le automobili. Un giorno, quasi per gioco, ha iniziato a fantasticare sulla riproposizione in chiave moderna di un vecchio modello del gruppo Fiat; lavorando giorno e notte senza tregua, ha studiato quello che poteva essere un disegno adatto agli stilemi attuali, ma con delle linee guida del passato. Il risultato di questo forte impegno si è concentrato su un design di autovettura che all’occhio dell’attento appassionato non sarebbe passato inosservato. Così, utilizzando i moderni strumenti di comunicazione, ha diffuso qualche immagine da lui creata sui social network, riscontrando un immediato apprezzamento del pubblico, con migliaia di commenti positivi per quello che aveva fatto. Questo ha portato Granata a credere veramente nel suo progetto, migliorandolo costantemente.
Angelo Granata ideatore di Evoluzione GTLa sua idea piaceva e ciò gli ha dato lo stimolo per effettuare il passo successivo: contattare aziende specializzate nel settore dell’automobile presentando la sua idea. Tuttavia, a parte qualche apprezzamento, non riusciva a trovare nessuno che concretamente prendesse in seria considerazione il suo operato. Questa bellissima immagine però ha continuato a circolare nei social network, facendo sognare migliaia di appassionati per circa un anno, fino ad arrivare sulla pagina personale di Enrico Cerfeda. E’ stato amore a prima vista, perché anche lo stesso Cerfeda era un estimatore del modello del passato a cui si ispirava. Così ha chiesto delle informazioni allo stesso Angelo Granata, trovando al di là della tastiera un ragazzo molto disponibile ma nel contempo rassegnato.
Enrico ci racconta com’è andato il primo incontro: “Mi sono sempre occupato della mia passione motoristica a 360°: dalle preparazioni alle corse, dalle organizzazioni sportive alla tecnica, alle costruzioni meccaniche fino all’informazione inerente al tema automobilistico. Di fronte al suo desiderio di vedere realizzato un sogno e quello di molti appassionati, mi sono chiesto se il mio bagaglio di esperienza poteva in qualche modo aiutare questo ragazzo. Così, parlandone con lui, abbiamo iniziato a collaborare apportando le giuste modifiche secondo specifiche che io nel tempo avevo acquisito nell’ambito delle competizioni sportive, dando alla macchina un aspetto “corsaiolo” imponente ma dall’utilizzo giornaliero, come dire una vera supercar di razza. Enrico Cerfeda capo progetto di Evoluzione GTCosì è nato il progetto Evoluzione GT, che attualmente è in fase di sviluppo e quasi pronto per una prima realizzazione del modello in scala reale; un nome che ricorda sia un passato italiano nelle competizioni sia un modello rimasto nel cuore degli addetti ai lavori del Motorsport sparsi in tutto il mondo”. Cerfeda è il coordinatore di un folto gruppo di collaboratori, carrozzieri, meccanici e ingegneri, mentre Angelo Granata ha assunto il ruolo ufficiale di designer e sviluppatore grafico.Delta Evoluzione GT Racing (23)Non solo virtuale – La macchina si basa su un autotelaio collaudato e, quindi, utilizzato come base di partenza; quando sarà il momento di affrontare la fase costruttiva verranno effettuate le elaborazioni dei singoli componenti (sospensioni, leveraggi, sterzo…) in base alle esigenze. Un lavoro meticoloso di adattamento di queste nuove e futuristiche forme è stato effettuato per soddisfare tutte le quote e gli ingombri della carrozzeria, facendo particolare attenzione a molti particolari come le aperture degli sportelli e dei cofani, con un attento studio dell’accesso del conducente nell’abitacolo. Il modello che si andrà a realizzare sarà personalizzato da subito con un profilo alare posteriore modello WRC interamente in carbonio, fanaleria di profondità aggiuntiva e dischi di raffreddamento freni anteriori montati direttamente sui cerchi. Ciò non toglie che, una volta costruiti gli stampi della carrozzeria, si potrebbe avere anche una versione interamente stradale mantenendo il look aggressivo della versione sportiva, lasciando inalterati quei tratti caratteristici come il paraurti dalle ampie prese d’aria, le nervature pronunciate lungo i passaruota, tutto accentuato dalla classica fanaleria che richiama lo stile anni ‘80. Al momento trazione e unità motrice non sono ancora state sviluppate, perché ancora oggetto di studio come vedremo in seguito.Dalla fantasia alla realtà! – Attualmente è terminato lo studio di design e la fattibilità degli stampi per la carrozzeria, coinvolgendo aziende specializzate nel settore delle costruzioni aeronautiche e componentistica in materiale composito. Anche delle piccole realtà costituite da venditori di accessori tecnici come cerchi, assetti e impianti frenanti, si sono avvicinate al progetto per conoscere tutto quello che servirà per realizzare questo modello unico, contribuendo con la fornitura dei relativi materiali richiesti. Insomma, siamo in presenza di qualcosa che va ben oltre il semplice “disegno”; un grosso e ambizioso progetto sviluppato solo ed esclusivamente da italiani, spinti da quel “motore” che ci differenzia nel grosso mercato mondiale: la passione!Aggressività e potenza, ma anche Eco – Al giorno d’oggi non può rinascere una supercar se questa non è anche amica dell’ambiente. L’idea dello staff di Evoluzione GT è dare innovatività al progetto nel rispetto delle emissioni inquinanti di questa futuristica vettura, adottando la tecnologia HHO in collaborazione con il Project Manager Lorenzo Errico della Hydromoving (www.hydromoving.com). Si tratta di un sistema di alimentazione, già noto come “ Brown’s Gas” che permette di separare le molecole d’acqua in una miscela gassosa di idrogeno e ossigeno che “esplode” a circa 530°C o ad alta pressione, imprimendo una notevole accelerazione della combustione e massimizzando la stessa. Questo metodo è stato sviluppato, in maniera egregia, dal Team Hydromoving con una geniale interpretazione dell’alimentazione delle celle, certificata dall’Ufficio Europeo Brevetti di Monaco di Baviera (Germania), come invenzione priva di qualsiasi anteriorità in tutto il mondo, omologando in tempi brevissimi i brevetti. Il sistema sviluppato utilizza pochissima energia per la dissociazione delle molecole di H2O, abbattendo notevolmente le richieste di energia elettrica e consentendo l’implementazione del dispositivo di dissociazione elettrolitico direttamente On-Board e On-Demand su tutti i mezzi mobili. In questo modo vengono ridotti drasticamente i consumi di carburante e le emissioni nocive, lasciando inalterate le prestazioni dell’unità endotermica.Riflessioni finali – Tutta questa descrizione porta ad un unico fine e attente osservazioni: il periodo attuale non è sicuramente dei più facili, ma l’economia reale è fatta anche di persone come noi che, utilizzando dei semplici ma diffusi strumenti di comunicazione, vengono a contatto; così si crea un “tessuto” che lega scopi e interessi, tenuto insieme da una comune passione che spinge verso nuove idee potenzialmente vincenti. Evoluzione GT ieri era un sogno, oggi è una sfida. Il Made in Italy vuole essere un punto primario in questo progetto: una vettura che racconti la storia del nostro nostalgico Belpaese fatto di persone sempre pronte a rimboccarsi le maniche e ad investire anche in momenti molto delicati come questo. Per disegnare il futuro bisogna conoscere il passato: Evoluzione GT è il “Ritorno al Futuro” dello stile italiano nell’automotive e nelle competizioni.Delta Evoluzione GT Racing (3)Scheda tecnica Evoluzione GT
N. posti / N. porte: 5/ 3
Altezza: 1.370 mm
Larghezza: 1.830 mm
Lunghezza: 4.240 mm
Passo: 2.600 mm
Carreggiata anteriore: 1.518 mm
Carreggiata posteriore: 1.512 mm
Sospensione anteriore: a ruote indipendenti tipo McPherson
Sospensione posteriore: a ruote interconnesse (semindipendenti), molle elicoidali
Ruote: 235/45 R19
Impianto frenante ant. dischi autoventilati diametro 320 mm, pinza a 4 pistoni attacco radiale sul mozzo; impianto frenante post. dischi diametro 260 mm, tutto abbinato ad un sistema elettronico di gestione integrato sia della frenata che della trazione. 

Angelo Granata – Angelo Granata ha 25 anni e un grande sogno nel cassetto: vedere le sue creazioni divenire ben presto realtà. Si cimenta ormai da diversi anni nella creazione di modelli automobilistici, una passione nutrita fin da piccolo, portata avanti finora sempre da autodidatta. Dapprima ha iniziato con fotoritocchi bidimensionali eseguiti sulle automobili (Virtual Tuning) e successivamente si è avvicinato alla modellazione con programmi tridimensionali, come 3dstudio max e Alias Automotive, perfezionando nel tempo la sua tecnica su modelli 3d. I consensi a poco a poco sono arrivati grazie anche al design della Evoluzione GT, un prototipo ispirato alla mitica Lancia Delta Evoluzione con un design pensato per trasmettere emozioni al primo sguardo.Angelo Granata ideatore di Evoluzione GT
Enrico Cerfeda – Classe 1978 è nato il 21 marzo, lo stesso giorno del magnifico Ayrton Senna ed è un appassionato da sempre della tecnica sportiva e Motorsport a 360°. Nei primi anni ’90, entra a far parte del Gold karting Club Aprilia in qualità di meccanico e poi preparatore, facendosi le ossa sui campi di gara. Successivamente milita presso i tuner della sua zona dove affina le capacità tecniche e lo sviluppo delle autovetture da corsa rimanendo in questo campo fino ad oggi con una sua personale squadra corse impegnata nei formula Challenge e Slalom nel basso Salento. Autodidatta da sempre, si è specializzato nella lavorazione dei materiali compositi e tradizionali, nell’utilizzo di macchinari industriali e nelle piccole progettazioni fatte ad hoc per le auto da corsa che prepara nel tempo libero; inoltre è un profondo conoscitore di assetti, messa a punto dei veicoli ed elaborazioni di motori endotermici. Con lui sembra di avere un “coltellino” svizzero sempre a portata di mano!
Enrico Cerfeda capo progetto di Evoluzione GT

Tutto su News

Tutto su Concept

Tutto su Delta Integrale

Tutto su Tuning

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV