DaciaNotizie autoSpringVideo

Nuova Dacia Spring 2024, quando arriva l’elettrica low cost per tutti

Dacia punta sull'essenzialità per la riduzione delle emissioni e sulla nuova Dacia Spring come veicolo ideale per città sempre più pulite. Ora ha anche la funzione V2L che gli permette di fornire energia elettrica a 230 Volt in AC per diversi usi.

Dacia nel panorama automobilistico è un marchio che offre auto a prezzi accessibili e con un ottimo rapporto qualità/prezzo, oggi anche con un design accattivante, meccanica e tecnologia di qualità proveniente dalla sinergia con il Gruppo Renault. Tra le auto economiche c’è proprio la piccola Spring elettrica attesa nelle concessionarie Dacia a settembre 2024.

La Spring piace molto, lo dicono i numeri: nel 2023 è stata la quinta auto elettrica più venduta in Italia con 2.267 unità, dopo la smart Fortwo (4.639), Fiat 500e (4.749), Tesla Model 3 (7.385) e la regina Model Y (8.587).

Nuova Dacia Spring per chi è ideale

La Spring è ideale per chi percorre meno di 200 km al giorno e soprattutto ha la possibilità di ricaricarla a casa (spende oltre il 50% in meno rispetto alle cariche pubbliche). La Dacia Spring è un’auto elettrica pensata principalmente per la città, con dimensioni compatte: 3,73 metri di lunghezza, 1,776 metri di larghezza, 1,52 metri di altezza e un passo di 2,42 metri. Nonostante un’autonomia di 220 km, che potrebbe sembrare limitata, è sufficiente per tutti gli spostamenti quotidiani.

Secondo i calcoli di Dacia, di solito viene utilizzata quotidianamente per spostamenti verso l’ufficio e nel tempo libero, con una percorrenza media giornaliera di 37 km e una velocità media di 37 km/h. In Italia, la percorrenza media di un automobilista si attesta a poco più di 20 km al giorno.

Dacia Spring, potenza e modalità di ricarica

La ricarica può avvenire tranquillamente a casa sfruttando la modalità di ricarica in corrente alternata fino a 7 kW, oppure con maggiore potenza e rapidità scegliendo un caricabatterie di bordo più potente in grado di caricarla con una potenza fino 30 kW in AC, sfruttando così anche tutta la potenza di ricarica delle colonnine pubbliche in AC (si accorcia il tempo di attesa ad un terzo).
Rispetto al modello precedente, la nuova Spring integra anche la tecnologia V2L che consente di alimentare un dispositivo elettrico esterno.

Dacia Spring funzione V2L per cedere energia
La nuova Dacia Spring ha funzione V2L, in grado di fornire energia elettrica a 230 Volt in AC per diversi usi.
Nella foto sta ricaricando un monopattino.

La Dacia Spring, spinta da un motore elettrico da 45 CV o 65 CV, monta una batteria da 26,8 kWh, più compatta rispetto alla concorrenza, contribuendo così a ridurre il costo complessivo dell’auto e il suo peso, che si attesta a soli 984 kg. Questo si traduce in un consumo energetico contenuto, stimato a 14,6 kWh/100 km secondo il ciclo WLTP.

Approfondisci le caratteristiche, foto, dettagli della nuova Dacia Spring 2024

Batteria ottimizzata tra peso e capacità

Clement Ariè, a capo del progetto Spring, ha spiegato che lavorare su una batteria piccola e sul peso del veicolo ha permesso di sviluppare un’auto elettrica leggera e adatta alla mobilità urbana. La batteria compatta e leggera consente infatti un’autonomia sufficiente per gli spostamenti quotidiani.

Dacia Spring adattatore per la funzione V2L, con presa da 230 Volt in corrente alternata per diversi usi
Adattatore per la funzione V2L che rende disponibile una presa da 230 Volt in corrente alternata per diversi usi

Il caricatore casalingo standard e l’opzione per un caricatore ad alta capacità contribuiscono alla praticità e all’accessibilità della ricarica. Anche l’uso di una piattaforma esistente aiuta a ridurre l’impatto ambientale. Il problema delle batterie prodotte in Cina rimane una sfida, ma Renault sta investendo per assemblare batterie in Europa.

La prova (stress test) con la Dacia Spring

Prezzo, quanto costa l’auto elettrica low cost Dacia

Il prezzo di partenza della nuova Dacia Spring è di 17.900 euro, inferiore al modello precedente. Il prezzo massimo è di 19.900 euro, dunque sotto la soglia psicologica dei 20.000 euro dove si stanno spingendo anche altri marchi.

La soluzione DACIA per ridurre le emissioni

Secondo Didier Michaud, responsabile della strategia motori e piattaforme di Dacia, il rapido aumento delle emissioni di gas serra negli ultimi anni rappresenta una seria minaccia per l’ambiente e per questo il settore automobilistico, insieme all’industria, è chiamato a intervenire. Il Gruppo Renault si è posto l’obiettivo di ridurre l’emissioni di CO2 e di raggiungere la neutralità carbonica in Europa entro il 2040 e nel mondo entro il 2050, con un’enfasi particolare sui veicoli elettrici.

Didier Michaud, responsabile della strategia motori e piattaforme di Dacia e Clement Ariè, capo del progetto Spring
Didier Michaud, responsabile della strategia motori e piattaforme di Dacia e Clement Ariè, capo del progetto Spring

All’interno di questa sfida epocale l’approccio di Dacia si basa sull’essenzialità: riducendo il peso dei veicoli, si riduce anche il consumo di carburante. Inoltre, Dacia lavora sull’efficienza energetica, utilizzando luci a LED e recuperando energia.

La nuova Dacia Spring, ad esempio, utilizza materiali riciclati nei paraurti e punta sull’aerodinamica per ridurre le emissioni. Anche gli stabilimenti di produzione di Dacia si stanno impegnando per diventare carbon-neutral entro il 2030. Ma la strategia Dacia non è focalizzata solo sull’elettrico perché in gamma ci sono anche le motorizzazione ibride, mild-hybrid e ECO-G GPL.

Dacia Spring VIDEO come cambia nel 2024

La Spring emette zero emissioni allo scarico, mentre le opzioni ibride riducono le emissioni del 20% e quelle mild-hybrid e GPL del 10%. Considerando l’intero ciclo di vita, un’auto elettrica rispetto a una endotermica permette un risparmio fino al 60% di CO2. Perciò, in base a questi dati, il futuro del marchio sarà solo elettrico, visto anche il prossimo arrivo della Sandero 100% elettrica, ma il passaggio sarà graduale, anche in funzione dell’andamento del mercato.

Dopo il debutto alla vigilia del Salone di Ginevra, abbiamo toccato con mano l’elettrica low cost nella sua prima uscita in Italia, in occasione del Dacia Talk di Roma, tenutosi presso il Borgo della Mistica.

Dacia Spring laterale
Nuova Dacia Spring per la prima volta in Italia a Roma

All’evento hanno partecipato Didier Michaud, responsabile strategia motori e piattaforme Dacia; Clement Ariè, capo del progetto Spring, insieme a Guido Tocci, Managing Director di Dacia Italy, e Rosa Sangiovanni, Direttore Marketing di Dacia per l’Italia.

Leggi anche:

Dacia Spring, caratteristiche e prezzi

→ Tutte le novità, prove auto su DACIA
Video auto Dacia provate
Listino prezzi Dacia

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto