News

Bridgestone Italia all’Energy Park

Bridgestone Italia cambia sede mostrando una sempre maggiore attenzione ambientale. Sede legale ed amministrativa della divisione commerciale italiana si è spostata all’interno del modernissimo Energy Park di Vimercate, a pochi chilometri da Milano, costruito secondo i più moderni principi architettonici e tecnologici nel settore della sostenibilità ambientale e della razionalizzazione dei consumi energetici.
La scelta della nuova sede, primo complesso in Italia ad aver ottenuto il livello platinum nella certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) – tipologia edilizia innovativa e totalmente green – segue la filosofia ambientale dell’azienda di salvaguardia dell’ecosistema e delle risorse attraverso la riduzione delle emissioni di CO2, al fine di costruire un futuro basato sulla mobilità sostenibile.

Andy Davies, Managing Director Bridgestone Europe South RegionObiettivo di Bridgestone è utilizzare entro il 2050, solo materiali completamente sostenibili nei processi di produzione dei propri prodotti, riducendo del 50% le emissioni dei CO2.

Siamo felici ed orgogliosi della nuova sede italiana di Bridgestone Italia. Attraverso la scelta di trasferirci all’interno della prestigiosa realtà dell’Energy Park, all’avanguardia per gli standard di sostenibilità ambientale, Bridgestone conferma ancora una volta la sua grande attenzione per l’ambiente, l’impegno e la volontà dell’azienda di costruire un futuro sempre più ecosostenibile ed attento alle esigenze delle generazioni future” afferma Andy Davies, Managing Director Bridgestone Europe South Region

 

Energy Park  Vimercate MI

– Potenza frigorifera complessivamente installata: 1,7 MW
– Potenza termica complessivamente installata: 1,6 MW
– Potenza elettrica complessivamente installata (MT+BT): 1,5 MW
– Superficie dell’edificio: 11.000 mq circa

L’intero progetto è stato sviluppato integrando profondamente architettura e impianti con lo scopo di massimizzare il contenimento dei consumi energetici. Un sistema a Volume di Refrigerante Variabile (VRV o VRF) a recupero di calore permette di sfruttare da un punto di vista energetico le diverse esposizioni dell’edificio che possono richiedere simultaneamente energia termica ovvero energia frigorifera.

Da un punto di vista architettonico il progetto prevede diverse tipologie di facciate, dalla tradizionale di tipo continuo ad una denominata “codice a barre”. Una parete multimediale, alimentata energeticamente da una copertura fotovoltaica, fa da schermatura ad uno degli edifici.
Presente anche un
– sistema di controllo dell’illuminazione artificiale in funzione di quella naturale
– controllo e modulazione della quantità d’aria esterna inviata agli ambienti in funzione del tasso di CO2 misurato in espulsione.
– sanitari con riduttori di flusso
– rete duale alimentata da vasca acque meteoriche

Bridgestone-Energy-Park--se

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Simili

Close