EV DrivingNotizie auto

Bologna città 30 km/h, dal 16 gennaio scattano le multe

Dal 16 gennaio 2024 arrivano le prime multe per chi non rispetta il limite di 30 km/h a Bologna. Le strade sono monitorate attraverso il Telelaser del tipo TruCam o TruSpeed.

La città di Bologna è diventata la prima grande città italiana a limitare la velocità a 30 km/h, con l’obiettivo di ridurre gli incidenti e le emissioni di CO2. La Giunta guidata da Matteo Lepore ha approvato il Piano Particolareggiato del Traffico Urbano (PPTU) chiamato “Bologna Città 30”. Dal 16 gennaio 2024, scatteranno le prime multe per le strade a 30 km/h controllate dall’occhio elettronico del Telelaser TruCam e TruSpeed. Tali strade, infatti, non avranno autovelox fissi, mentre quelli previsti saranno installati sulle strade a 50 km/h.

Bologna città 30 km/h limite di velocità

La delibera del Comune di Bologna prevede che il nuovo limite di velocità di 30 km/h diventi la norma sulle strade urbane. Solo alcune strade specifiche della città, con caratteristiche particolari, manterranno un limite di velocità di 50 km/h.

Locandina "Bologna Città 30"
Locandina “Bologna Città 30”

Dal 16 gennaio 2024 scattano le prime multe per chi non rispetta il limite, che sarà sorvegliato dall’occhio elettronico del Telelaser del tipo TruCam o TruSpeed.

Strade con limite di 30 km/h a Bologna

Le strade a 30 km/h individuate dal Comune sono quelle nei pressi di scuole, mercati e negozi di vicinato, ospedali, case di cura e della salute, parchi e giardini, case di quartiere, impianti sportivi, con un’elevata presenza di utenti vulnerabili (pedoni, ciclisti, bambini, persone anziane o con disabilità).

I 50 km/h restano nelle strade di scorrimento, che hanno particolari caratteristiche (come l’elevato numero di corsie o la presenza dello spartitraffico centrale), particolari funzioni (per lo più di solo transito dei veicoli a motore), infrastrutture separate per gli utenti più vulnerabili.

La mappa delle strade con limite di 30 km/h a Bologna

Ad esempio sono e rimangono a 50 km/h:

  • tutti i viali di circonvallazione (escluso il tratto davanti alla stazione),
  • l’asse Togliatti-Gandhi-Tolmino-Sabotino, via Stalingrado,
  • l’asse Lenin-Po-Torino-Benedetto Marcello.

Inoltre, nelle parti esterne alla città 30, tutte le strade rimangono a 50 km/h o comunque alle altre velocità già in vigore, come ad esempio la tangenziale e l’asse attrezzato.

Multe limite di velocità 30 km/h

Come detto dal 16 gennaio 2024, scatteranno le prime multe per chi supera il limite di 30 km/h. I dispositivi TruCam e TruSpeed saranno segnalati con un cartello 80 metri prima e comporteranno una contestazione immediata dell’infrazione, senza l’invio del verbale a casa. Il taglio dei punti della patente sarà immediato in caso di infrazione. Le strade a 30 km/h non avranno autovelox fissi, mentre quelli previsti saranno sulle strade a 50 km/h.

Le multe per il superamento dei 30 km/h, considerando il margine di tolleranza di 5 km/h, saranno applicate dai 36 km/h nelle strade con limite di 30 e dai 56 km/h nelle strade con limite di 50. Le sanzioni sono le seguenti:

  • 29,4 euro per chi supera il limite fino a 10 km/h (tra 36 km/h e 45 km/h nelle strade a 30 km/h), con uno sconto del 30% pagando entro 5 giorni. Altrimenti, 42 euro entro 60 giorni.
  • Verbale di 121,1 euro e taglio di tre punti della patente per chi supera il limite tra 11 e 40 km/h, pagando entro cinque giorni. In alternativa, 173 euro e decurtazione di tre punti.
  • Sanzione di 543 euro, perdita di sei punti e sospensione della patente da uno a tre mesi per chi supera il limite tra 41 e 60 km/h. Nessuno sconto a causa della sospensione della licenza.
  • Infine, 845 euro, decurtazione di 10 punti e sospensione della patente da sei a 12 mesi per chi supera i 60 km/h oltre il limite. Nessuno sconto a causa della sospensione della licenza.

Infovelox prima dei posti di controllo

A ridosso delle strade a 30 km/h il Comune introduce gli Infovelox, che sono dei pannelli luminosi mobili che monitoreranno in tempo reale la velocità dei veicoli.

Gli Infovelox sono posizionati vicino ai posti di controllo

I pannelli si illumineranno di verde se la velocità è inferiore a 30 km/h e di rosso se superiore. Posizionati vicino ai posti di controllo, le pattuglie utilizzeranno tali dispositivi per fermare i conducenti che superano i limiti di velocità. Oltre alle multe per eccesso di velocità, potrebbero essere emesse sanzioni per violazioni aggiuntive al Codice della Strada.

Leggi anche:

Comunicazione di chi era alla guida decurtazione punti patente

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto