Bimba Morta In Auto Sistemi per Evitare Nuove Tragedie

Dopo l'ennesimo caso di una bimba morta in auto a Castelfranco di Sopra il Codacons invia un progetto a tutte le case automobilistiche ed al Ministero dello Sviluppo per imporre sistemi su auto che evitino nuove tragedie.

Social

8 giugno, 2017

La morte della bambina di 16 mesi dimenticata in auto a Castelfranco di Sopra si sarebbe potuta evitare se le case automobilistiche avessero accolto il progetto brevettato anni fa dal Codacons, e teso a tutelare proprio l’incolumità dei bambini.

Lo afferma l’associazione dei consumatori, che scrive a tutte le aziende produttrici di automobili e al Ministero dello sviluppo economico.

Spiega il presidente Carlo Rienzi

carlo-rienzi-codaconsSi tratta di un sistema che rileva la presenza di bambini o animali sui sedili posteriori delle autovetture e avvisa il guidatore attraverso un allarme acustico quando viene spento il motore dell’auto. Non solo: il sistema prevede anche il sensore di peso collegato alla centralina elettronica dell’automobile che, in caso di presenza a bordo di un bambino a motore spento e vettura chiusa, mette in funzione dopo 120 secondi il climatizzatore dell’auto, garantendo così la perfetta areazione dell’abitacolo.

Un sistema di sicurezza brevettato dal Codacons verso il quale Mercedes-Benz aveva mostrato grande interesse, ma mai adottato su nessuna autovettura. Per tale motivo l’associazione scrive a tutte le case automobilistiche invitandole a predisporre l’impianto su ogni autovettura, e chiede al Ministero dello sviluppo economico di attivarsi per imporre alle aziende produttrici sistemi di sicurezza volti ad evitare nuove tragedie come quella di Castelfranco di Sopra.

Tutto su News

Tutto su codacons

Tutto su sicurezza stradale

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV