Notizie auto

Gli autovelox abbattuti non saranno reinstallati

Alcuni degli autovelox abbattuti da Fleximan non saranno reinstallati nei Comuni dove i Sindaci si sono rassegnati annunciando la resa sui rilevatori di velocità.

Dopo l’ultimo autovelox abbattuto da Fleximan iniziano ora a comparire cartelli come “Fleximan sta arrivando” posizionati da automobilisti. Questo fenomeno ha aperto una breccia nelle istituzioni, con alcuni sindaci che intendono arrendersi. Più di qualcuno è indeciso se reinstallare o meno gli impianti.
Alcuni hanno già preso posizione, dichiarando pubblicamente che non installeranno più gli autovelox abbattuti.

Cartello "Fleximan sta arrivando"
Cartello “Fleximan sta arrivando”

Autovelox abbattuti, dove non saranno reinstallati

La sindaca di Villanova di Camposampiero, Sarah Gaiani, e presidente della Federazione dei Comuni del Camposampierese, annuncia che l’autovelox abbattuto nel suo comune non verrà ripristinato, sottolineando la sfida per gli amministratori nel bilanciare legalità e consenso pubblico di fronte a fenomeni del genere.

L’autovelox di Villanova di Camposampiero non sarà l’unico che non verrà reinstallato. In diverse località, tra cui Cadoneghe, dove due autovelox sono stati distrutti con spari ed esplosivo, il sindaco Marco Schiesaro ha deciso di non reinstallare nulla. Altri sindaci, come Massimo Cavazzana di Tribano, sono titubanti e cercano alternative, come accendere l’autovelox solo in determinate fasce orarie e fornire avvisi quando è attivo.

A Taglio di Po, la sindaca Laila Marangoni sostituirà l’autovelox abbattuto da Fleximan il 24 dicembre, ma i tempi tecnici sono lunghi.
A Rosolina, dove un autovelox è stato abbattuto il 3 gennaio, il sindaco assicura che arriverà, ma ci vorrà del tempo.

Murales apparso a Padova in sostegno di Fleximan
Murales apparso a Padova in sostegno di Fleximan

Quanto costa reinstallare l’autovelox

Un altro aspetto da considerare è il tema dei costi. Recuperare, riparare e reinstallare un autovelox fisso può comportare spese che superano anche i 20.000 euro, e per i Comuni più piccoli non è facile reperire tali cifre. Giorgio Capuis, presidente di ACI Veneto, sottolinea la necessità di un nuovo patto con gli automobilisti.

Autovelox abbattuto da Fleximan
Autovelox abbattuto da Fleximan

Sebbene questi dispositivi contribuiscano a rendere le strade più sicure, Capuis solleva dubbi riguardo a casi, anche in piccoli Comuni, con incassi milionari.

Autovelox in Italia

In Italia, il numero di autovelox installati supera quello di altri Paesi europei, con stime che indicano circa 11.130 dispositivi di rilevazione automatica della velocità. Nel 2022, le principali 20 città del Paese hanno incassato complessivamente 75.891.968 euro grazie a sanzioni elevate tramite autovelox, registrando una crescita del +61,7% rispetto all’anno precedente. Firenze si è posizionata al primo posto per incassi, seguita da Milano, Genova e Roma.

Autovelox in Italia
In Italia il numero degli autovelox è in aumento

Alcuni comuni nel Salento hanno ottenuto circa 23 milioni di euro di introiti da autovelox nel 2022. Ci sono anche segnalazioni di situazioni anomale, come la statale 372 “Telesina”, con postazioni autovelox e limiti di velocità modificati nel tempo, creando confusione tra gli automobilisti e portando a un aumento delle sanzioni.

Intanto il sostegno a Fleximan cresce sui social, dove è considerato un eroe. Un tributo visivo è apparso su un muro di Padova, realizzato dal writer Evyrein, raffigurante Beatrix, la sposa protagonista di Kill Bill interpretata da Uma Thurman, che tiene in mano una spada e trancia un autovelox.

Leggi anche:

Fleximan chi è, cosa rischia

Comunicazione di chi era alla guida decurtazione punti patente

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto