News auto

Auto ad alimentazione alternativa: Gpl, metano, ibrida ed elettrica

Le auto ad alimentazione alternativa alla benzina e diesel sono l’8,6% del parco circolante. Le più diffuse sono quelle a GPL che rappresentano il 5,6% del parco auto italiano.

Le auto ad alimentazione alternativa a benzina e diesel in circolazione in Italia (elettriche, ibride, a metano e a GPL) sono in aumento e rappresentano una percentuale dell’8,6% sul totale del parco circolante. Quest’interessante dato ci arriva da un’elaborazione su dati Aci dell’Osservatorio Autopromotec.

Quante sono in Italia le auto ad alimentazione alternativa come Gpl, metano, ibride ed elettriche?

Su un totale di 44,2 milioni di autoveicoli circolanti nel nostro Paese, le auto alimentazione alternativa elettriche, ibride, a metano e a gpl sono 3,8 milioni (che corrispondono, appunto, all’8,6% del parco), mentre quelli alimentati a benzina e a gasolio sono 40,4 milioni, e cioè il 91,4% del parco circolante. Tra questi veicoli ecologici la maggior parte sono a GPL e metano. Più precisamente sono rispettivamente 3,8 milioni (5,6% GPL) e 2,5 milioni di veicoli (2,4% metano). Sono più staccati gli autoveicoli ibridi ed elettrici che rappresentano solo lo 0,6% del parco circolante (circa 263.000 unità).

Composizione parco circolante in Italia per tipo di motorizzazione benzina, diesel, ibrida, elettrica, gpl e metano.
Composizione parco circolante in Italia per tipo di motorizzazione benzina, diesel, ibrida, elettrica, gpl e metano.

Dove sono le auto ad alimentazione alternativa in Italia?

Analizzando i dati delle auto ad alimentazione alternativa in Italia a base regionale possiamo osservare che la regione in cui vi è la percentuale maggiore di autoveicoli ad alimentazione alternativa sono le Marche (17,8%), seguita da Emilia Romagna (17,3%), Umbria (12,8%) e Veneto (10,6%). Seguono, comunque sopra la media nazionale, la Campania (9,6%), il Piemonte (9,5%), la Toscana (9,3%) e l’Abruzzo (9,2%). Agli ultimi posti di questa graduatoria, invece, si trovano la Sardegna e la Valle d’Aosta (dove rispettivamente solo il 2,4% e il 2% degli autoveicoli circolanti è ad alimentazione alternativa), mentre stupisce che una regione come la Lombardia sia oltre la metà della classifica.

Classifica ECOCAR in Italia

REGIONE

QUOTA %

Marche

17,8%

Emilia Romagna

17,3%

Umbria

12,8%

Veneto

10,6%

Campania

9,6%

Piemonte

9,5%

Toscana

9,3%

Abruzzo

9,2%

Lazio

8,3%

Puglia

7,8%

Molise

7,4%

Lombardia

7,2%

Basilicata

5,6%

Liguria

4,9%

Trentino Alto Adige

4,3%

Sicilia

4,0%

Friuli Venezia Giulia

3,5%

Calabria

3,2%

Sardegna

2,4%

Valle d’Aosta

2,0%

ITALIA

8,5%

Seat Arona TGI alimentazione alternativa a metano
Seat Arona TGI alimentazione alternativa a metano

Dato in crescita delle auto ad alimentazione alternativa

Dai dati esposti emerge dunque che le auto ad alimentazione alternativa rappresentano ancora una quota minoritaria del parco circolante e in alcune regioni del tutto marginale. Tuttavia, si tratta di una quota in costante crescita: infatti, come dimostrano i dati degli ultimi anni, in Italia il parco circolante di autoveicoli ad alimentazione alternativa è passato dalle 3,4 milioni di unità del 2016 alle 3,8 milioni di unità del 2018, con un aumento percentuale dell’11,7%. Gli autoveicoli elettrici ed ibridi, in particolare, sono quelli che hanno fatto registrare la crescita maggiore(+99% dal 2016).

Ford Kuga 2019 ST Line Plug-In Hybrid ricarica
Ricarica Ford Kuga 2019 ST Line Plug-In Hybrid

Autoriparazione auto ad alimentazione alternativa

La crescita delle motorizzazioni ibride ed elettriche nel nostro Paese, sottolinea l’Osservatorio Autopromotec in una nota, rappresenta senza dubbio il preludio di una vera e propria rivoluzione. Una rivoluzione che avrà un impatto importante su tutti gli aspetti della motorizzazione ma che determinerà cambiamenti significativi anche sull’autoriparazione.

Di sicuro le auto elettriche e, in generale, le vetture del futuro, avranno meno componenti usurabili rispetto alle auto tradizionali di oggi, ma allo stesso tempo la domanda di autoriparazione non diminuirà. Questo perché il crescente numero di sensori e centraline degli autoveicoli genererà la necessità di affidarsi alle officine di autoriparazione, le quali dovranno investire in attrezzature e strumentazioni all’avanguardia oltre che su una sempre più specializzata formazione del personale.

Renault Zoe R110 2019 auto elettrica 100%
Renault Zoe R110 2019 auto elettrica 100%

Tutte le auto a GPL, metano, ibride ed elettriche caratteristiche e prezzi.

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close