A5AudiFotogalleryNews auto

Audi S5 diesel, doppio turbo e tecnologia mild-hybrid

Audi S5 Coupé ed S5 Sportback con motore V6 3.0 TDI da 347 CV e 700 Nm di coppia dotto di tecnologia mild-hybrid a 48 Volt e doppio turbo

Sull’auto sportiva tedesca Audi S5 Coupé e Sportback arriva il nuovo motore 3.0 TDI da 347 CV di potenza e 700 Nm di coppia costanti da 2.500 a 3.100 giri/minuto. Questo potente motore diesel, che consuma 6,2 litri ogni 100 chilometri ed ha emissioni di CO2 comprese fra 163 e 161 grammi/km,ì ha una riduzione media dei consumi del 19% rispetto ai precedenti modelli dotati di motori V6 benzina.

Un risparmio che non preclude le prestazioni sia della S5 Coupé che della S5 Sportback, le quali sono capaci di scattare da 0 a 100 km/h rispettivamente in 4,8 e 4,9 secondi, mentre la velocità massima di 250 km/h è limitata elettronicamente. Inoltre Audi S5 Coupé TDI ed S5 Sportback TDI possono contare sull’operato del compressore ad azionamento elettrico (EAV) e della tecnologia mild-hybrid (MHEV). Entrambi i sistemi sono integrati nella rete di bordo principale a 48 Volt.

Turbo elettronico e sistema mild-hybrid sull’Audi S5

Il compressore ad azionamento elettrico riduce il turbo lag ai minimi termini. Il tempo di reazione dell’EAV è inferiore a 300 millesimi di secondo, mentre la girante lavora a un massimo di 65.000 giri al minuto. L’EAV supporta il turbocompressore del motore TDI quando i gas di scarico non garantiscono la spinta sufficiente per un’erogazione immediata della coppia, ad esempio in partenza e in ripresa a basso regime. Simile esteriormente a un turbocompressore a gas di scarico, l’EAV è integrato nelsistema di aspirazione, a valle dell’intercooler e vicino al motore.

MILD-HYBRID Il sistema mild-hybrid a 48 Volt dell’Audi S5 Coupé TDI ed S5 Sportback TDI concorre a ridurre i consumi nelle condizioni di marcia reali sino a un massimo di 0,4 l/100 km. Il cuore del sistema MHEV a 48 Volt è costituito da un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore e da una batteria agli ioni di litio da 0,5 kWh collocata sotto il pianale del bagagliaio. In fase di decelerazione è possibile recuperare fino a 8 kW di potenza; questa energia viene immagazzinata nella batteria agli ioni di litio, da cui viene successivamente veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo. 

Audi S5 Coupé TDI vista di profilo
Audi S5 Coupé TDI

Motore diesel V6 3.0 TDI 347 CV

Nel nuovo 3.0 TDI dell’Audi S5 il sistema common rail inietta il carburante con pressioni fino a 2.500 bar, mentre albero motore, pistoni e bielle sono specifici e ad attrito ridotto. Il basamento e la testata possono contare su circuiti di raffreddamento separati, grazie ai quali il propulsore raggiunge rapidamente la temperatura d’esercizio ottimale dopo l’avviamento a freddo. Il flusso del liquido di raffreddamento, indirizzato verso il radiatore dell’olio, l’EAV, l’RSG e il turbocompressore, viene adattato in funzione delle esigenze.

Il grande turbocompressore a gas di scarico dispone di una turbina a geometria variabile (VGT) e genera una pressione massima di sovralimentazione di 2,4 bar. Il sistema di ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione (EGR) preleva i gas a valle del filtro antiparticolato, consentendo l’azionamento del turbo con la massima portata dei flussi, a vantaggio del rendimento della sovralimentazione.

Audi S5 Sportback TDI vista laterale
Audi S5 Sportback TDI

CAMBIO Il potente motore diesel dell’Audi S5 TDI è associato ad un cambio automatico tiptronic a otto rapporti con convertitore di coppia. Le marce basse sono relativamente corte, mentre quelle alte sono lunghe, per il contenimento dei giri motore e dei consumi.

TRAZIONE INTEGRALE La trazione integrale permanente quattro di Audi S5 Coupé TDI ed S5 Sportback TDI si avvale di un differenziale centrale autobloccante che, in condizioni di marcia ordinarie, ripartisce la coppia secondo il rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno. A richiesta, Audi S5 Coupé TDI ed S5 Sportback TDI sono disponibili con il differenziale sportivo in corrispondenza dell’assale posteriore. Il differenziale sportivo, la cui integrazione nel sistema di controllo della dinamica di marcia Audi drive select permette di selezionare diverse tarature, distribuisce attivamente la coppia tra le ruote posteriori, a vantaggio del contenimento del sottosterzo e dell’agilità della vettura.

Audi S5 Coupé TDI vista di profilo
Audi S5 Coupé TDI

Assetto sportivo gestibile elettronicamente

ASSETTO L’Audi S5 Coupé e Sportback ha un assetto sportivo, disponibile con ammortizzatori regolabili e sterzo dinamico. L’architettura delle sospensioni a cinque bracci sia all’avantreno sia al retrotreno. La carreggiata misura 1.587 millimetri all’avantreno e 1.568 millimetri al retrotreno, mentre il passo si attesta a 2.765 millimetri per la Coupé e 2.825 millimetri per la Sportback. Tutti i componenti dell’assetto vengono gestiti dalla piattaforma elettronica dell’assetto (EFP) che coordina il lavoro degli ammortizzatori in pochi millesimi di secondo e gestisce anche il differenziale sportivo. Si può agire direttamente sui setting mediante il sistema Audi drive select che prevede le modalità di marcia comfort, auto, dynamic, efficiency e individual influendo anche sull’erogazione del motore, lo sterzo dinamico e il cambio tiptronic.

CERCHI Audi S5 Coupé TDI ed S5 Sportback TDI sono equipaggiate di serie con cerchi da 18 pollici e pneumatici 245/40. A richiesta sono disponibili ruote da 19 pollici con coperture 255/35. Per entrambi i modelli, i cerchi di maggiori dimensioni (20 pollici) appartengono alla linea Audi Sport. FRENI I freni anteriori presentano dischi autoventilanti da 375 millimetri di diametro sui quali agiscono pinze fisse a sei pistoncini di colore nero (a richiesta rosse) con logo S. Il controllo elettronico della stabilità (ESC) può essere parzialmente o totalmente disattivato.

Audi S5 Sportback TDI vista di profilo
Audi S5 Sportback TDI

Annunci auto usate S5Listino prezzi S5

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close