Notizie auto

Aereo più veloce al mondo, jet supersonico volo Londra- New York 2 ore

Sulla scia del Concorde, Londra New York in 2 ore con il nuovo jet supersonico, l'aereo più veloce al mondo sviluppato da Virgin Galactic e Rolls Royce.

L’aereo più veloce del mondo è un jet supersonico costruito da Virgin Galactic ed impiegherà solamente 2 ore per un volo Londra-New York. L’aereo, capace di viaggiare ad una velocità di 3.700 chilometri orari (ben tre volte quella del suono o Mach 3 per gli esperti) promette di battere il record stabilito nel 1996 dal Concorde della British Always, che raggiunse Londra da New York in 2 ore e 52 minuti.

Aereo più veloce del mondo, caratteristiche del jet supersonico

Verità? Fantasia? E’ tutto reale: l’aereo più veloce del mondo nasce da una importante partnership tra Virgin Galactic, compagnia fondata dal magnate Richard Branson, e Rolls Royce, con la supervisione della NASA. Elevatissima la sua velocità di ben 3.700 km/h, motivo principale per cui questo jet supersonico impiega tempistiche ristrette negli spostamenti. Raggiungerà anche una notevole altitudine di crociera, si parla di 18 mila metri di altezza, mentre i normali aerei volano a 11 mila metri.

aereo più veloce al mondo Virgin Galactic
Virgin Galactic svela il suo jet supersonico che sarà l’aereo più veloce al mondo

Questo jet supersonico potrà trasportare dai 9 ai 19 passeggeri e sarebbe anche in grado di incorporare layout personalizzati della cabina per soddisfare le esigenze dei clienti. Ciliegina sulla torta, adotterà materiali innovativi e sostenibili e su combustibile di nuova generazione, meno inquinante rispetto a quelli in uso.

Viaggio Londra-New York, quanto ci vuole?

Per coprire la tratta tratta Londra-New York, una delle più trafficate al mondo, con il jet supersonico si impiegheranno due ore.

Jet supersonico Concorde

Bisogna ricordare un altro Jet supersonico che per decenni ha coperto la tratta intercontinentale, il Concorde. Era la fine degli anni cinquanta quando Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti d’America e Unione Sovietica considerarono l’idea di sviluppare un nuovo tipo di trasporto aereo. Nascerà un jet supersonico, l’aereo più veloce al mondo.

DS21 del '69 alla massima altezza sotto al naso del prototipo del Concorde
Il Concorde con una Citroen DS Pallas

Nacque un consorzio e fu avviata la produzione di due versioni dell’aeromobile, una a lungo e una a corto raggio, quest’ultimo abbandonata: ricevette più di un centinaio di ordini da parte delle maggiori compagnie aeree esistenti all’epoca: la Pan Am, la BOAC e la Air France che ordinarono sei esemplari ciascuna dei nuovi aeromobili, e altre unità vennero richieste da Panair do Brasil, Continental Airlines, Japan Airlines, Lufthansa, American Airlines, United Airlines, Air Canada, Braniff, Singapore Airlines, Iran Air, Qantas, CAAC, Middle East Airlines e TWA.

Cockpit Concorde durante il volo

Nel febbraio 1965 ebbe inizio la costruzione di due nuovi tipi di prototipi: lo ‘001’ da parte della Aérospatiale a Tolosa, in Francia, e lo ‘002’ da parte della BAC a Bristol in Gran Bretagna. Il primo volo di prova dello ‘001’ venne compiuto il 2 marzo 1969 e il primo volo a livello di test supersonico avvenne il 1º ottobre dello stesso anno. Il primo Concorde inglese volò da Flinton alla base di Fairford il 9 aprile 1969.

L’incidente del Concorde jet supersonico

Bisogna comunque fare un passo indietro e ricordare quanto successe all’aereo Concorde durante quel disastroso 25 luglio 2000, col volo Air France 4590 a Gonesse.

jet supersonico concorde, momento dell'incidente al decollo
Momento dell’incidente del Concorde con incendio del carburante al momento del decollo

L’incidente si verificò a causa di una striscia metallica in titanio di un inversore di spinta che apparteneva ad un aereo decollato qualche minuto prima. Questa parte in metallo colpì una ruota del jet supersonico Concorde e, forandola, esplose ed i suoi frammenti colpirono il serbatoio dell’aereo creando così un catastrofico incendio.

Una ricostruzione dell”incidente del Concord in un film

I piloti spensero il propulsore di sinistracercando di atterrare all’aeroporto di Le Bourget, ma fu inutile. La potenza di un solo propulsore attivo (quello di destra) era insufficiente per mantenere stabile il controllo del mezzo, che si inclinò virando a sinistra perdendo quota e schiantandosi su un albergo.

Video a cura del canale YouTube Oneira

Sebbene il progetto di Virgin Galactic sia molto ambizioso e realizzabile, non bisogna assolutamente tralasciare il fattore sicurezza ed imparare dagli errori commessi in passato.

Record velocità di un aereo militare

Il Lockheed SR-71Blackbird” è stato un ricognitore statunitense in servizio dal 1966 fino 1989. Si tratta di un aereo militare che detiene il record di velocità per un aereo con pilota: 3.530 km/h e l’altezza massima a quasi 26.000 metri.

Aereo militare più veloce al mondo è il Lockheed SR-71 "Blackbird"
Aereo militare più veloce al mondo è il Lockheed SR-71Blackbird”

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👉 Lascia un commento sul nostro FORUM!

Commenta

Raffaello Caruso

Mi presento: sono Raffaello Caruso, classe '94 di Catanzaro studente presso l'Università degli Studi "L'Orientale" di Napoli, e da sempre sono un grande appassionato di motori. Coltivo questa grande passione dall'età di 3 anni grazie a mio padre che da sempre mi ha istruito nel "culto dei motori" e, sempre grazie a lui, all'età di 8 anni ho partecipato in maniera agonistica a diverse competizioni di GoKart. Seguo assiduamente ogni competizione motoristica a quattro ruote, soprattutto la F1 di cui sono grande appassionato.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto