Richiami Mercedes In Concessionaria per Motori Diesel?

No. Si tratta di azioni volontarie riguardanti 3 milioni di veicoli Mercedes-Benz con motorizzazione diesel. I possessori di Mercedes alimentate a gasolio posso decidere se aderire. Non è obbligatorio.

video

21 luglio, 2017

Daimler ha avviato, per oltre tre milioni di veicoli Mercedes-Benz motorizzati diesel Euro 5 e Euro 6 circolanti in Europa, un piano che prevede una sostanziale estensione delle azioni di routine di servizio sul controllo di queste motorizzazioni.
Chiarisce tutti gli equivoci Eugenio Blasetti di Mercedes-Benz Italia:
E’ una attività non obbligatoria. L’azione in oggetto non è un richiamo, poiché non è stata ordinata dalle autorità. Al contrario, si tratta di azioni di servizio volontarie per i nostri Clienti. Attraverso una lettera inviata dalla nostra direzione After Sales tutti i Clienti saranno informati direttamente sulle modalità di adesione all’azione di servizio volontaria.  Chi deciderà di aderire potrà prendere appuntamento con la propria officina Mercedes-Benz di fiducia. I costi dell’intervento saranno totalmente a carico di Mercedes-Benz.
Si tratta, infatti, di un’azione proattiva da parte del nostro Gruppo posta in atto per rassicurare i nostri Clienti che guidano vetture Diesel e rafforzare la loro fiducia verso questo tipo di propulsore che, anche alla luce del suo basso impatto ambientale in termini di emissioni di CO2, ci accompagnerà ancora per diversi anni, resa ancora più efficiente ed eco-compatibile grazie alla prossima introduzione di una nuova famiglia di propulsori Diesel.

Per i clienti della classe V è stata effettuata una analoga azione di servizio volontaria che finora ha interessato il 75 per cento dei veicoli in Germania. Circa il 45 per cento di queste vetture sono state già aggiornate.  Il gruppo Daimler sta investendo circa 220 milioni di euro per tali azioni di servizio che non comporteranno costi. L’attuazione delle misure inizierà nelle prossime settimane continuando per un lungo periodo.

Dieter Zetsche, CEO di Daimler AG e Head di Mercedes-Benz Cars Il dibattito pubblico sulle motorizzazioni Diesel sta generando incertezza, in particolare per i nostri Clienti. Pertanto, abbiamo deciso di attuare ulteriori misure al fine di rafforzare la fiducia verso questa tecnologia e rassicurare gli automobilisti che guidano vetture diesel. Siamo infatti convinti che i motori diesel continueranno ad essere imprescindibili nel mix di vendita anche in futuro, per il basso impatto in termini di emissioni di CO2.

 

Mercedes-Benz ha già dimostrato che i motori diesel possono soddisfare anche le future rigide norme UE sulle emissioni con una famiglia di motori completamente nuova.  Con un investimento di circa 3 miliardi di euro, l’azienda ha sviluppato una nuova generazione di motori i cui esemplari valori di emissioni sono stati confermati anche da misurazioni effettuate da Istituti indipendenti.
Seguendo il lancio sul mercato del nuovo quattro cilindri OM 654 nella nuova Classe E nel 2016 saranno rapidamente introdotti sul mercato i nuovi motori modulari.
Daimler continuerà a dare il proprio significativo contributo significativo al miglioramento della qualità dell’aria nelle città ed alla protezione dell’ambiente con la sistematica elettrificazione dei propri veicoli, con servizi di mobilità innovativi come moovel e car2go e con motori a combustione interna sempre più puliti. I motori diesel continueranno a svolgere un ruolo importante ancora per molto tempo grazie alla loro efficienza significativamente maggiore rispetto ai motori a benzina.

Leggi anche ACCORDO TEDESCO 2017 Governo-Case Auto

VIDEO I nuovi motori diesel Mercedes-Benz  della serie “OM 654”

Tutto su Mercedes Benz

Tutto su diesel

Tutto su DIESELGATE

Tutto su motore

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV