FotogalleryGLEMercedes-BenzSaloniVideo

Nuova Mercedes GLE 2019, 4Matic con sospensioni pneumatiche Airmatic

Grande salto tecnologico per la nuova Mercedes GLE 2019, con sistema MBUX avanzato, assetto attivo 48 V e nuovi motori ibridi. Anteprima al Salone di Parigi 2018

NUOVA MERCEDES GLE 2019 Mercedes-Benz presenta il nuovo GLE, un modello destinato a rivoluzionare di nuovo un segmento che ha inaugurato più di venti anni fa, introducendo numerose innovazioni.
A bordo della nuova generazione debuttano, infatti, per la prima volta l’assetto attivo E-Active Body Control con tensione a 48 volt (che permette all’auto di ballare! vedi video), il sistema di assistenza attivo e sistemi di assistenza alla guida avanzati. L’abitacolo si presenta ancora più spazioso e confortevole, con una terza fila di sedili disponibile a richiesta.

Il sistema di Infotainment offre oggi schermi più ampi, un display head-up completamente a colori con risoluzione di 720 x 240 pixel e un livello di MBUX (Mercedes-Benz User Experience) avanzato, in grado di riconoscere il movimento di mani e braccia.
Ci sono novità anche tecniche che riguardano la nuova trazione 4Matic, che offre grande sicurezza e dinamismo su strada e performance superiori in offroad. Successivamente al lancio, previsto per la metà del 2019, arriverà anche un nuovo propulsore ibrido plug-in con un’elevata autonomia. Il listino sarà disponibile a fine autunno, dopo la première al Salone di Parigi 2018.Mercedes-Benz GLE 2019, vista di profilo

Nuova Mercedes GLE 2019 | DESIGN

Gli esterni della nuova Mercedes GLE 2019 si distinguono per un’eleganza senza tempo, per la commistione di elementi high-tech con dettagli di qualità artigianale e per la loro essenzialità.

Stile moderno su strada e nel fuoristrada: è ciò che comunica il design del nuovo GLE. Le proporzioni con passo lungo, sbalzi corti e grandi ruote a filo con il bordo della carrozzeria, non lasciano dubbi sul fatto che questa vettura si trovi a proprio agio su ogni tipo di fondo stradale, senza mai perdere il suo fascino. Il design è coerente con la filosofia della limpida sensualità, che rinuncia a nervature e spigoli in favore di ampie superfici modellate e curve.

Il frontale esprime forza e carattere, grazie alla mascherina del radiatore verticale nella sua reinterpretazione ottagonale in chiave SUV, alla protezione paracolpi cromata e al cofano motore con due powerdome. Il look deciso degli esterni è, inoltre, sottolineato dal design dei fari sia di giorno che di notte.Mercedes-Benz GLE 2019, frontale

La luce abbagliante Ultra Range dei fari Multibeam Led produce la massima intensità luminosa consentita dalla legge; ciò significa che la luminosità della luce abbagliante diventa inferiore al valore di riferimento di 1 lux solo a una distanza di oltre 650 metri.

Nella vista laterale il largo montante C, tipico di GLE, esprime la grande stabilità della vettura. I passaruota sopra i grossi cerchi nel formato da 18 a 22 pollici presentano rivestimenti decisi, che rimandano al carattere di SUV robusto, così come il mancorrente rialzato o il predellino di accesso laterale illuminato, disponibile a richiesta. La cornice cromata dei finestrini ricorda invece una berlina di alta gamma.

Anche da dietro GLE non nasconde il suo dinamismo, intuibile soprattutto dalle possenti spalle che si estendono dal montante C fino alle luci posteriori. Gli elementi riflettenti sono stati spostati in basso, in questo modo, le luci posteriori, risultano più piatte. Inoltre sono sdoppiate, con l’effetto di fare apparire la coda più larga e di rendere il design notturno inconfondibile, grazie ai blocchi illuminati tipici dei SUV di Mercedes-Benz, qui realizzati con versione Edge Light retroilluminata. Il design deciso della coda è completato dalla protezione paracolpi cromata.

Con valori di Cx che partono da 0,29, il nuovo GLE fa registrare il record nel segmento, migliorandosi nettamente rispetto al modello precedente (Cx di 0,32). L’ottima efficienza aerodinamica fornisce un contributo essenziale al contenimento del consumo di carburante negli spostamenti quotidiani. Numerosi cicli di calcolo, simulazioni CAE (computer aided engineering, ingegneria assistita dal computer) e misurazioni nella galleria del vento di Sindelfingen hanno permesso di ottimizzare tanti dettagli.Mercedes-Benz GLE 2019, posteriore

Nuova Mercedes GLE 2019 | INTERNI

All’interno si respira tutta la qualità di una berlina Mercedes-Benz d’alta gamma. L’elemento di design centrale della postazione di guida è l’unità della plancia sportiva e di stile, inserita in un corpo dal volume ben definito. Il volume sottostante si raccorda in modo fluido ai rivestimenti delle porte; l’elemento decorativo integrato abbraccia guidatore e passeggero anteriore fino alle porte.

Con il suo volume possente, la consolle centrale rialzata crea un forte contrasto con l’architettura della plancia portastrumenti, che sembra invece sospesa nel vuoto. Come è tipico per i fuoristrada, sulla consolle centrale sono applicate due solide maniglie di sostegno.

Oltre all’elevata ergonomia, le superfici filanti in pelle trasmettono un’immagine moderna e raffinata, integrata da elementi decorativi di generose dimensioni e da avvolgibili a filo. Tutti i comandi sono stati riprogettati. I singoli elementi, dalla risposta tattile e acustica, sembrano essere stati fresati da un blocco di metallo. Fini cesellature e strutture piramidali testimoniano la ricerca della perfezione e la lavorazione artigianale. Attraverso le razze, il nuovo volante sportivo sottolinea il look robusto degli interni di questo SUV.Mercedes-Benz GLE 2019 AMG Line, abitacolo

Nuova Mercedes GLE 2019 | SPAZIO A BORDO

Rispetto al modello precedente, il nuovo GLE ha un passo più lungo (di 2.995 millimetri, ossia 80 millimetri in più), a vantaggio dell’abitabilità, in particolare per i passeggeri posteriori. Lo spazio per le gambe nella seconda fila di sedili è stato incrementato di 69 mm, arrivando ora a 1.045 millimetri. Con il divano posteriore fisso di serie, dotato di schienale frazionabile nel rapporto 40:20:40, lo spazio libero per la testa nel vano posteriore è di 1.025 millimetri, ossia 33 millimetri in più. Dal momento che il montante A è più verticale di prima, anche la spaziosità e il comfort di salita nella prima fila sono stati ulteriormente migliorati.

A richiesta è disponibile la seconda fila di sedili con regolazione completamente elettrica a sei livelli: una novità assoluta per il segmento dei SUV. Il sedile destro e sinistro si regolano separatamente per un massimo di 100 millimetri in lunghezza, gli schienali modificano la loro inclinazione e si ribaltano nel rapporto 40:20:40, mentre i poggiatesta si regolano in altezza.Mercedes-Benz GLE 2019 AMG Line, sedili anteriori

Le regolazioni dei sedili posteriori vengono comandate dall’apposito interruttore tipico di Mercedes-Benz, posto nel rivestimento delle porte. Anche il ribaltamento totale dello schienale avviene in modalità completamente elettrica, attraverso un listello interruttori posto nel vano bagagli.

Il volume massimo del bagagliaio dietro i sedili posteriori è di 825 litri, mentre con la seconda fila di sedili abbattuta arriva a 2.055 litri. Lo spazio per il carico passante è stato allargato di altri 72 millimetri, per poter riporre con maggiore facilità i bagagli più ingombranti. Per caricare in modo pratico nell’abitacolo gli oggetti per il tempo libero sono stati sviluppati speciali dispositivi di supporto e di protezione come accessori. In abbinamento alle sospensioni pneumatiche Airmatic la coda può essere abbassata di circa 40 millimetri premendo un pulsante al fine di agevolare le operazioni di carico e scarico.

VIDEO SOSPENSIONI AIRMATIC di GLE

Auto che balla! Mercedes GLE con sospensioni Airmatic. SUV da SBALLO!

😍 Guarda come balla la Nuova #Mercedes #GLE: il SUV da sballo!Foto, info, caratteristiche e prezzi QUI goo.gl/3uTi3w

Pubblicato da ELABORARE su Mercoledì 21 novembre 2018

La terza fila ribaltabile di sedili (a richiesta), disponibile per la prima volta su GLE, offre due posti supplementari per una versatilità dell’abitacolo ancora maggiore. Grazie alla funzione Easy-Entry della seconda fila di sedili regolabile in modo completamente elettrico, i passeggeri possono comodamente raggiungere i due posti più arretrati.Mercedes-Benz GLE 2019, comandi nell'abitacolo

Anche la meccanica del sedile Energizing è una novità, disponibile per i sedili anteriori in abbinamento alla regolazione dei sedili completamente elettrica con funzione Memory. Con movimenti minimi del cuscino e dello schienale, la meccanica del sedile Energizing aiuta a migliorare la postura durante il viaggio.

Una novità degli interni è l’Energizing Coach, un servizio basato su un algoritmo intelligente che raccomanda uno dei programmi disponibili in base alla situazione e alle esigenze personali. Se è collegato un dispositivo “wearable” Garmin compatibile, valori personali quali il livello di stress o la qualità del sonno migliorano la precisione del servizio personalizzato. L’obiettivo è quello di garantire il benessere e la tranquillità del guidatore anche in situazioni di guida stressanti o monotone.Mercedes-Benz GLE 2019, spazio a bordo per una tavola di surf

Nuova Mercedes GLE 2019 | SISTEMA MBUX

La Nuova Mercedes GLE 2019 GLE è dotata dell’ultimissima generazione del sistema multimediale MBUX (Mercedes-Benz User Experience). Rispetto a Classe A, su cui ha debuttato questo rivoluzionario sistema, a bordo di GLE sono presenti di serie due ampi display da 12,3 pollici/31,2 cm, disposti l’uno accanto all’altro a formare uno spettacolare display widescreen.

Gli indicatori della strumentazione e del display multimediale sono facilmente leggibili sui grandi schermi ad alta risoluzione. Animazioni coinvolgenti con grafiche brillanti in ala definizione accentuano la comprensibilità della struttura intuitiva dei comandi.Mercedes-Benz GLE 2019 AMG Line, abitacolo

A seconda dell’umore del guidatore o delle preferenze di stile per gli interni è possibile scegliere tra quattro diverse modalità di visualizzazione:
– lo stile classico è l’evoluzione dei classici display con materiali eleganti e pregiati;
– lo stile sportivo si ispira al look hi-tech delle turbine e al contrasto, molto sportivo, tra il nero e il giallo;
– lo stile moderno accentua l’aspetto digitale in forma ridotta;
– nello stile essenziale, infine, tutte le visualizzazioni sono ridotte al minimo indispensabile.

Il sistema di assistenza avanzato MBUX, disponibile a richiesta, consente l’utilizzo intuitivo e naturale di diverse funzioni MBUX e per il comfort, anche grazie al riconoscimento dei movimenti. Una telecamera integrata nell’unità di comando del tetto rileva, infatti, i movimenti di mani e braccia del guidatore e del passeggero anteriore. Se una mano si avvicina al touchscreen o al touchpad della consolle centrale, la rappresentazione nel display multimediale cambia, ad esempio mettendo in evidenza determinati elementi. Il sistema è in grado di distinguere la mano del guidatore da quella del passeggero anteriore, sapendo quindi, ad esempio, su quale sedile deve impostare la funzione di massaggio.

Inoltre alcune funzioni possono essere comandate con semplici movimenti della mano: la luce di lettura, ad esempio, viene accesa e spenta avvicinando la mano al retrovisore interno. Il guidatore e il passeggero anteriore possono creare una funzione preferita personale.

I comandi generali MBUX sono stati perfezionati in diversi punti: i menu delle impostazioni, ad esempio, hanno un nuovo design e il sistema di assistenza per la prima configurazione è stato ulteriormente migliorato. Ecco di seguito un esempio delle circa 40 nuove funzioni MBUX di GLE.Mercedes-Benz GLE 2019 AMG Line, touchpad controller

La caratteristica di MBUX (Mercedes-Benz User Experience) è la sua capacità di apprendimento, resa possibile dall’intelligenza artificiale. Con le funzioni predittive MBUX gioca di anticipo prevedendo i desideri del guidatore, se questo lo desidera. Se, ad esempio, un utente ogni martedì ha l’abitudine di chiamare una determinata persona quando torna a casa, ogni martedì il sistema propone il suo numero di telefono visualizzandolo sul display; oppure suggerisce un’emittente radiofonica a chi, a una certa ora, cambia stazione radio per sintonizzarsi sulle notizie.

Tra gli altri punti di forza figurano il comando del display multimediale mediante touchscreen di serie e la navigazione in realtà aumentata: un’immagine video dell’area circostante viene arricchita con informazioni di navigazione utili, ad esempio si visualizzano automaticamente, nell’immagine sul display multimediale, frecce direzionali o numeri civici. Questo facilita la ricerca di un determinato numero civico o della strada in cui svoltare. Le azioni vocali intelligenti con comprensione del linguaggio naturale, attivabili pronunciando il comando vocale “Hey Mercedes”, sono state migliorate: inizialmente nelle tre lingue principali mandarino, inglese americano e tedesco il sistema è in grado di comprendere comandi e domande con grado di complessità nettamente superiore.

È disponibile anche un display head-up di ultimissima generazione, che con una risoluzione di 720 x 240 pixel e la distanza di proiezione ampliata fissa nuovi parametri di riferimento. Informazioni importanti vengono proiettate sul parabrezza, riducendo così le distrazioni mentre si guida. Allo stesso tempo gli occhi del guidatore si stancano meno, in quanto non devono costantemente mettere a fuoco elementi a distanze diverse. Grazie a un sistema di lenti e specchi, sul parabrezza viene visualizzata un’immagine a colori di circa 45 x 15 centimetri che sembra essere sospesa a quasi tre metri di distanza davanti al guidatore, sopra il cofano motore. L’immagine virtuale grande quasi il doppio offre il 20% in più di luminosità per una migliore leggibilità in presenza di determinate condizioni di guida e mette a disposizione più spazio per informazioni aggiuntive, come la fonte audio attivata, la telefonata in corso o lo stato di ricezione e di carica del telefono collegato. Inoltre vengono visualizzati l’orario di arrivo e la distanza dalla meta, qualora sia attiva la navigazione. Il guidatore può selezionare le informazioni che gli interessano, tra cui anche altri contenuti relativi alla guida offroad, come l’inclinazione della vettura, la ripartizione della coppia e le forze di accelerazione.Mercedes-Benz GLE 2019, vista di profilo

Nuova Mercedes GLE 2019 | MOTORE MILD HYBRID 48 V

Il primo motore a benzina disponibile in occasione del lancio è il sei cilindri in linea con tecnologia a 48 volt mild hybrid, montato su Mercedes-Benz GLE 450 4MATIC (consumo di carburante combinato: 9,6–8,3 l/100 km, emissioni di CO2 combinate: 220–190 g/km). Le sue prestazioni: 270 kW (367 CV) e 500 Nm, più ulteriori 250 Nm di coppia e 16 kW/22 CV di potenza disponibili per breve tempo grazie all’EQ Boost. L’alternatore-starter integrato svolge le funzioni dei sistemi ibridi come EQ Boost o recupero di energia, consentendo un risparmio sui consumi che finora era riservato alla tecnologia ibrida ad alto voltaggio.

Con l’alternatore-starter integrato viene meno la trasmissione a cinghia per i gruppi ausiliari sul lato frontale del motore, riducendo così la lunghezza d’ingombro del propulsore. La struttura stretta, unita alla separazione dei lati di aspirazione e di scarico, crea spazio per un sistema di post-trattamento dei gas di scarico in prossimità del motore. Per le utenze ad alto assorbimento di energia, come la pompa dell’acqua e il compressore del fluido refrigerante, si utilizza la rete di bordo a 48 V, così come avviene per l’alternatore-starter integrato, che al tempo stesso fornisce energia alla batteria attraverso un processo di recupero altamente efficiente. La famiglia di motorizzazioni è destinata ad ampliarsi in seguito con ulteriori propulsori, diesel e ibridi plug-in.Mercedes-Benz GLE 2019, vano motore

Nuova Mercedes GLE 2019 | TRAZIONE INTEGRALE 4MATIC

Per tutte le versioni è disponibile il cambio automatico 9G-Tronic. L’ampio numero di rapporti, consente una sensibile riduzione dei régimi di rotazione del motore, e rappresenta, quindi, un fattore determinante per l’elevata efficienza energetica e il comfort di marcia della vettura. Nei motori a quattro cilindri la trazione integrale 4Matic attiva un ripartitore di coppia, che convoglia la forza motrice sugli assi nel rapporto fisso di 50:50. Le ruote che slittano vengono frenate singolarmente mediante l’intervento dei freni.

Per gli altri motori, come in GLE 450, viene impiegato di serie un ripartitore di coppia con frizione a dischi multipli regolata elettronicamente, che consente uno spostamento variabile della coppia da 0 a 100% (Torque on Demand) tra gli assi. Un’altra novità, disponibile a richiesta, è rappresentata da un ripartitore di coppia progettato soprattutto per un comportamento di guida migliore, anche nel fuoristrada. Oltre alla frizione a dischi multipli regolata con funzione Torque on Demand, possiede un demoltiplicatore e un bloccaggio automatico 0-100% per la modalità di guida offroad.Mercedes-Benz GLE 2019, guado

Nuova Mercedes GLE 2019 | TECNOLOGIA

Sulla nuova Mercedes GLE 2019 debutta l’ultimissima generazione di tecnologia e sistemi di assistenza alla guida di Mercedes-Benz per il supporto al guidatore. Non solo è stato ulteriormente incrementato il livello di sicurezza attiva rispetto al modello precedente, ma alcune funzioni di “intelligent drive” sono uniche persino al di fuori del segmento dei SUV. Chi è abituato a percorrere molti chilometri sa cosa significa trovarsi improvvisamente una coda subito dietro una curva. In questo caso, il nuovo GLE, aiuta il guidatore gestendo la coda in autostrada con largo anticipo; inoltre offre assistenza anche nel traffico stop-and-go e dopo il superamento dell’ostacolo.

Grazie al sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza Distronic, con adeguamento della velocità in funzione del percorso, è possibile individuare code o traffico attraverso le informazioni del servizio LiveTraffic e trovare una soluzione prima ancora che il guidatore si renda conto della situazione. Se rileva una coda (e se il guidatore non adotta un comportamento diverso), il Distronic riduce preventivamente la velocità a 100 km/h. Questo dà, al sistema di assistenza alla frenata attivo, lo spazio sufficiente per frenare la vettura fino ad arrestarla, prima della fine della coda.Mercedes-Benz GLE 2019, vista di profilo

Anche in presenza di code in autostrada il sistema di assistenza in coda attivo è in grado di fornire un valido aiuto al guidatore: in presenza di linee di demarcazione, il sistema assolve la funzione di mantenere la distanza e la traiettoria fino ad una velocità di circa 60 km/h. Fino al minuto successivo all’arresto della vettura il sistema può farla ripartire automaticamente. Una volta terminata la coda, GLE accelera nuovamente fino a raggiungere la velocità preimpostata nel sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza Distronic, con adattamento della velocità in base all’itinerario. Se i cartelli stradali danno indicazioni differenti, viene selezionato automaticamente il limite di velocità indicato.

Per riconoscere una coda il sistema di assistenza in coda attivo valuta la categoria di strada, la velocità e le distanze rispetto ai veicoli che precedono e che viaggiano sulle corsie parallele. Oltre alla telecamera stereoscopica multifunzione (SMPC) e al radar a lungo raggio, utilizza i radar angolari Multi Mode anteriori per rilevare i veicoli che si immettono sulla corsia di marcia.

Il nuovo GLE amplia ulteriormente la “Mercedes-Benz Intelligent Drive”, compiendo un grosso passo avanti nella guida assistita, non solo aiutando il guidatore in coda: il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza Distronic e il sistema di assistenza allo sterzo attivo supportano il guidatore in modo ancora più confortevole, aiutandolo a mantenere la distanza di sicurezza e a sterzare; la velocità viene regolata automaticamente nelle curve o prima degli incroci.  A ciò si aggiungono il sistema di sterzata automatica, il sistema antisbandamento attivo, notevolmente migliorato, e le funzioni supplementari del sistema di assistenza attiva nella frenata di emergenza.Mercedes-Benz GLE 2019, vista dall'alto

Una novità assoluta è la funzione di svolta del sistema di assistenza alla frenata attivo: se durante una svolta c’è il rischio di collisione con veicoli che provengono dal senso di marcia opposto, GLE può frenare fino a raggiungere una velocità adeguata alla svolta. L’intervento frenante avviene se il guidatore segnala l’intenzione di voler svoltare (con l’indicatore di direzione attivo) e se l’auto può essere arrestata completamente fino a fermarsi prima di superare la linea di demarcazione. I veicoli provenienti dal senso di marcia opposto vengono rilevati dal sensore radar a lungo raggio nel frontale e dalla telecamera stereoscopica multifunzione.

Inoltre il nuovo GLE, come la nuova Classe A, dispone di un Blind Spot Assist attivo con avvertenza per l’uscita: questa funzione è in grado di ridurre il rischio di collisione con altri utenti della strada, ad esempio con i ciclisti di passaggio o i pedoni. Il Blind Spot Assist attivo monitora l’angolo morto anche a vettura ferma, e quando il guidatore apre la porta lo avvisa se rileva veicoli, motociclette o ciclisti in avvicinamento. La funzione è attiva fino a tre minuti dopo lo spegnimento del motore. La segnalazione viene effettuata nei retrovisori esterni e, a livello acustico, dalla strumentazione.

Una novità di Mercedes-Benz, disponibile per GLE in Europa, è il sistema di assistenza per manovra con rimorchio, disponibile come optional, che facilita le manovre in retromarcia soprattutto a chi non ha esperienza con la guida di veicoli con rimorchio. Il sistema regola automaticamente l’angolo di sterzata della vettura motrice a velocità non superiori ai 5 km/h. Un cosiddetto sensore dell’angolo di snodo nella testa sferica del dispositivo di traino fornisce le informazioni necessarie. Questo sistema viene attivato a vettura ferma inserendo la retromarcia e premendo il tasto di parcheggio a sinistra, accanto al touchpad nella consolle centrale. Non appena la vettura e il rimorchio si sono allineati con una breve marcia in avanti in rettilineo, il sistema è pronto all’uso.

Il sistema di assistenza per manovra con rimorchio è comandabile dal sistema di infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience): dal display multimediale o dal touchpad nella consolle centrale, il guidatore deve soltanto selezionare la manovra richiesta (indicazione della direzione mediante immissione dell’angolo di deviazione richiesto o selezione della funzione “Traina dritto”). Successivamente può seguire la manovra da diverse prospettive della telecamera. Linee di orientamento dinamiche mostrano la traiettoria, la larghezza della vettura e le distanze dagli oggetti rilevati.Mercedes-Benz GLE 2019, plancia strumenti

Nuova Mercedes GLE 2019 | E-ACTIVE BODY CONTROL

L’assetto E-Active Body Control, disponibile a richiesta e ora combinato con le sospensioni pneumatiche Airmatic perfezionate, offre ancora più comfort di guida e agilità, ma anche funzioni completamente nuove, come la modalità per liberare le ruote. Si tratta dell’unico sistema presente sul mercato in cui la forza delle molle e degli ammortizzatori viene regolata individualmente per ogni singola ruota. In questo modo si possono contrastare non solo i movimenti di rollio, ma anche di beccheggio e d’imbardata. Insieme a Road Surface Scan e alla funzione di inclinazione dinamica in curva Curve, l’assetto E-Active Body Control permette un livello di comfort del tutto inedito e rafforza l’ambizione di Mercedes-Benz di realizzare l’assetto per SUV più intelligente del mondo.

L’E-Active Body Control è stato sviluppato internamente da Mercedes-Benz, e opera con una tensione a 48 volt, ed è disponibile come equipaggiamento a richiesta per le motorizzazioni a partire dal sei cilindri. Su strade dissestate, il sistema è addirittura in grado di recuperare energia elettrica, tanto che il consumo energetico rispetto al sistema precedente montato su Classe S è stato pressoché dimezzato. L’impianto idropneumatico produce forze dinamiche che sono sovrapposte alle forze delle molle pneumatiche, che sostengono e ammortizzano attivamente la carrozzeria della vettura, ad esempio nelle accelerazioni longitudinali e trasversali o nella guida su strade dissestate.Mercedes-Benz GLE 2019, vista laterale

Una funzione totalmente nuova per la guida in fuoristrada è la modalità per liberare le ruote: se ad esempio GLE si è impantanato, la funzione può contribuire a liberarlo più facilmente. Infatti, laddove possibile, l’altezza viene alzata o abbassata più volte automaticamente, in modo da modificare la pressione delle ruote sul terreno e migliorare la trazione per liberare il veicolo. Un’altra funzione nuova per l’impiego offroad è l’azionamento indipendente delle ruote: dal touchscreen del display multimediale si può regolare il livello su ogni singola ruota e migliorare così la posizione della vettura in fuoristrada, ad esempio quando una ruota si ritrova in una buca oppure le sospensioni sono completamente compresse.

Inoltre l’E-Active Body Control di GLE dispone della funzione di inclinazione dinamica in curva Curve: GLE si inclina in curva come una motocicletta e permette di percorrere la curva quasi senza forze trasversali. Se GLE è equipaggiato con una telecamera stereoscopica multifunzione si può attivare il Road Surface Scan: la telecamera registra senza interruzioni la superficie del manto stradale e l’assetto reagisce compensando le asperità della strada già prima che la vettura le affronti.

Oltre all’E-Active Body Control sono disponibili, per il nuovo GLE un assetto dotato di sospensioni meccaniche e uno con sospensioni pneumatiche Airmatic con sistema di sospensioni attive Plus (ADS+), entrambi di nuovo sviluppo.Mercedes-Benz GLE 2019, vista posteriore

ANNUNCI USATO MERCEDES-BENZ – LISTINO PREZZI GLE

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close