Mercedes Benz

Future Truck 2025, l’autocarro che viaggia da solo

► Mercedes Future Truck  ► Mercedes-Benz I-DRIVE ACTROS ► Mercedes-Benz CORSI
Per Daimler Truck la tecnologia di domani è già oggi realtà con il Future Truck 2025 nasce una vera rivoluzione sotto il profilo dell’efficienza, della sicurezza e della connessione, una nuova era per il traffico stradale e le infrastrutture, per la professione dell’autista e per il settore delle spedizioni. Il Future Truck 2025 è molto più di un truck: è un elemento decisivo nel sistema di trasporto interconnesso del futuro.

Esterni: Lo studio di design Future Truck 2025 è un’affascinante combinazione di funzionalità, efficienza ed emozione.
I designer hanno sfruttato le possibilità offerte dai futuri limiti di lunghezza, allungando il frontale per ottenere forme morbide e aerodinamiche. La verniciatura in argento chiaro sottolinea con affascinanti effetti di luce le linee dolci e morbide del design unite alla quasi totale assenza di giunzioni. Telecamere compatte sostituiscono i tradizionali retrovisori esterni. Mercedes-Benz_Future_Truck_2025_Esterni

Interni: colpiscono per la riduzione all’essenziale delle funzioni e il design addirittura puristico. La postazione di lavoro viaggiante ha una configurazione sobria e ordinata come in un moderno ufficio. La plancia portastrumenti presenta una linea sobria e ordinata; strumenti e retrovisori esterni cedono il posto ad una serie di display che paiono isole galleggianti sulla superficie in piano black del cockpit. La climatizzazione indiretta sostituisce le consuete e vistose bocchette di aerazione, mentre un touchpad fa le veci dei tradizionali listelli di interruttori. Il conducente del Future Truck 2025 si sente a casa propria anche quando è in viaggio, come sottolineano le cornici portafoto digitali posizionate sulla parete posteriore dell’autocarro.

Mercedes-Benz_Future_Truck_2025_Cabina_Salotto
Guida autonoma: 
Quando l’autocarro è in viaggio in modalità autonoma, il guidatore può spostare indietro il proprio sedile e ruotarlo di 45° verso l’abitacolo per assumere una posizione di lavoro più comoda e rilassata.Mercedes-Benz_Future_Truck_2025_Cabina

Sensori radar e telecamera permettono di viaggiare autonomamente senza dipendere dagli altri veicoli o da un centro di controllo. Un sensore radar installato nella sezione inferiore del frontale scannerizza l’area antistante a lungo e a corto raggio. Il sensore radar frontale ha una portata di 250 m e copre un angolo di apertura di 18°. Il sensore a corto raggio ha una portata di 70 m e monitora un angolo di 130°. Il sensore radar sta alla base del sistema di mantenimento della distanza e del sistema di assistenza alla frenata di emergenza, entrambi sistemi di sicurezza disponibili già oggi. L’area antistante il veicolo è tenuta sotto controllo anche da una telecamera stereoscopica installata sopra il frontale, dietro il parabrezza. Oggi nello stesso punto viene montata a richiesta la telecamera monoscopica del sistema antisbandamento. La telecamera stereoscopica ha una portata di 100 m e copre un’area di 45° in orizzontale e di 27° in verticale. La telecamera stereoscopica del Future Truck 2025 Mercedes-Benz identifica le strade a una o due corsie, pedoni, segnali stradali, ostacoli immobili e in movimento, tutti gli oggetti presenti nell’area monitorata. Poiché riconosce tutto ciò che si stacca dallo sfondo, è in grado di rilevare con precisione anche lo spazio libero. Il Blind Spot Assist non si limita a segnalare al conducente la presenza di altri utenti della strada prima di una svolta, ma lo avvisa anche del pericolo di una collisione con un ostacolo fermo, come ad esempio segnali o lampioni, e funge da sistema di assistenza nei cambi di corsia.Mercedes-Benz_Future_Truck_2025_Tablet

Il Future Truck 2025 introduce un nuovo modo di lavorare nella cabina di un autocarro di linea. Nella futura postazione di lavoro il conducente comunica durante la marcia per mezzo di un tablet portatile che si inserisce nella consolle centrale di nuova configurazione. Attraverso il tablet l’autista scrive documenti, pianifica le prossime destinazioni, può accettare nuovi ordini e organizzare la sua prossima pausa. Lo schermo del computer può essere configurato a piacere e permette al conducente di richiamare anche i dati di viaggio essenziali. Nei viaggi a lungo raggio compiuti in modalità autonoma, il tablet diventa il principale strumento di lavoro al posto di volante e pedaliera.

Trasporto interconnesso: Tutti i sensori a bordo del Future Truck 2025 sono interconnessi (multisensor fusion) e forniscono un quadro completo dell’area circostante. Vengono rilevati tutti gli oggetti statici e in movimento presenti intorno all’autocarro. La tecnologia di sensori e telecamera è attiva nell’intera gamma di velocità che va da zero al limite massimo prescritto per legge. Essa mantiene automaticamente l’autocarro bene al centro della sua corsia di marcia intervenendo sullo sterzo. In memoria è inoltre registrata una cartina digitale tridimensionale, come quella già utilizzata dal sistema di assistenza alla guida Predictive Powertrain Control (PPC). L’autocarro è quindi sempre perfettamente informato sull’andamento della strada e le sue caratteristiche topografiche.

Il sistema Highway Pilot è perfettamente integrato dalla connessione V2V e V2I. Tutti i veicoli che in un prossimo futuro ne saranno equipaggiati forniranno costantemente informazioni all’ambiente circostante. Tali informazioni comprendono posizione e tipo di veicolo nonché dimensioni, direzione e velocità di marcia, eventuali accelerazioni e frenate e la curvatura delle curve percorse. La portata dei messaggi trasmessi in continuo copre un raggio di 500 m.
Il Future Truck 2025 non viaggia quindi da solo sulla sua rotta, ma comunica automaticamente e costantemente con l’ambiente che lo circonda senza che il conducente se ne renda conto. Attraverso questo sistema i veicoli si scambiano le informazioni sul traffico e i dati sono a disposizione di ogni utente della strada. L’autista non è più sottoposto alla pressione di dover rispettare i tempi, perché l’autocarro regola da solo la propria velocità e con l’ausilio di un’app di navigazione trova da solo anche il percorso migliore, mentre spedizioniere, autotrasportatore e destinatario della spedizione vengono costantemente informati in tempo reale sulla posizione del veicolo, l’andamento del viaggio e l’ora di arrivo prevista. Allo stesso tempo, la guida autonoma, già solo per il fatto di rendere omogenea la circolazione stradale, riduce significativamente i consumi di carburante e le emissioni. Diventa possibile calcolare i tempi dei trasporti. 

Adeguamenti necessari di norme ed infrastrutture: Il Future Truck 2025 presenta in anteprima i presupposti tecnici, ma è necessario anche un adeguamento dell’attuale quadro normativo a questa nuova dimensione di guida. È già in corso un aggiornamento della “Convenzione sulla circolazione stradale di Vienna” del 1968, sottoscritta e applicata da quasi tutti gli stati europei ma nata in un’epoca in cui la guida autonoma rientrava ancora nel repertorio fantascientifico. In futuro i sistemi per la guida autonoma saranno consentiti, purché il conducente possa disattivarli o sovrapporsi ad essi in qualsiasi momento. 

Un altro presupposto necessario è la sicurezza dei dati, che deve essere garantita a livello tecnico e giuridico. Si tratta in particolare dell’accesso dall’esterno ai singoli veicoli, ma anche della trasmissione dei dati nella comunicazione V2V e V2I e in Internet. Oltre ai problemi connessi alle omologazioni vi sono anche alcuni aspetti del codice stradale da chiarire, come la responsabilità in caso di violazione delle norme di circolazione e negli incidenti, che anche in futuro non potranno essere eliminati completamente. Lo stesso vale anche per tutto ciò che concerne le assicurazioni e la responsabilità del produttore.

► Mercedes Future Truck  ► Mercedes-Benz I-DRIVE ACTROS ► Mercedes-Benz CORSI

Tags

Marco Paternostro

Test Driver, Web Journalist, Amateur Photographer

Articoli Simili

Close