Classe GFotogalleryPRIMO CONTATTO

Mercedes Classe G 2018 prova

IL G di Mercedes all'esterno rimane fedele alla tradizione ma gli interni sono futuristici. Meccanica aggiornata con sospensioni indipendenti anteriori. Provata la Mercedes-AMG G63 V8 biturbo (585 cv) e la Mercedes-Benz G500 V8 (422 cv) entrambe 4L

MOTORE
4.0 Turbo
CAVALLI
585
Velocità Max.
220 km/h
PESO / POTENZA
4,3 Kg/CV

Mercedes Classe G 2018 prova – Nel 2018 la Mercedes-Benz Classe G si rinnova rimanendo fedele a se stessa: il Geländewagen, ovvero fuoristrada resta sempre uno dei mezzi più longevi del mercato. Pensate che l’80% delle Classe G prodotte dal 1979 ad oggi ancora circola su strada in ed fuoristrada, una vettura estremamente affidabile che è stata venduta in oltre 300.000 esemplari!
Del G si vedono tante preparazioni per viaggi 4×4 e personalizzazioni come una delle ultime che abbiamo tratto su Newsauto.it come la G Limited Edition Schöckl in 463 esemplari della versione 350 d. Il test del nuovo Classe G l’abbiamo effettuata in Francia (Languedoc-Roussillon) dove abbiamo messo alla prova su strada ed in fuoristrada la versione AMG G63 ed il G500.
Mercedes-Benz Classe G 2018 Mercedes Classe G 2018

Mercedes-Benz Classe G 2018 | COME E’ FATTA

Come da tradizione, la Mercedes Classe G viene prodotta a Graz dalla Magna Steyr in Austria e grazie a un nuovo telaio a longheroni ora la rigidità è stata aumentata del 55% con un risparmio di peso fino a 170 Kg. Come è stato possibile? grazie all’adozione di alcuni componenti della carrozzeria in alluminio come il cofano o le portiere. La cosa interessante è che il suono, molto meccanico, di chiusura delle porte è rimasto invariato così come la caratteristica maniglia della portiera…per i più nostalgici è davvero un must!
Mercedes-Benz Classe G 2018 telaio

TRAZIONE 4×4 Mercedes Classe G 2018

La trazione è permanente sulla Classe G è sulle quattro ruote con distribuzione della coppia motrice al 40% sull’asse anteriore e 60% al posteriore. Le sospensioni anteriori a doppi bracci trasversali abbinate ora sono indipendenti e sono state aggiornate, sotto la guida dei tecnici AMG per un miglior comportamento anche su strada e anche in offroad. L’asse posteriore rigido è guidato da quattro bracci longitudinali su ciascun lato e da una barra Panhard, il che rende ancora più confortevoli i normali viaggi su strade asfaltate.

Su questo nuovo modello 2018 della Classe G arriva il Dynamic Select con cinque programmi di marcia. In pochi secondi sulla base dei desideri del guidatore, il sistema agisce sulle caratteristiche di motore, cambio, assetto, sterzo e sistemi di assistenza. Nuova ‘modalità G’, che si attiva, a prescindere dal programma di marcia selezionato, non appena il guidatore agisce su uno dei bloccaggi dei differenziali o inserisce il rapporto fuoristrada low range.

Mercedes-AMG G63 2018 | COME VA SU STRADA

Ed eccoci finalmente alla prova! Salire a bordo della AMG G63 non è difficile anche grazie alle pedane e complici le molteplici regolazioni elettriche per sedile e volante troverete subito la posizioni di guida ideale. Si sta seduti molto in alto sulla Classe G ed è una cosa apprezzata dai clienti, inoltre la forma squadrata del cofano aiuta a capire le proporzioni del veicolo, quindi la visibilità non è un problema. Come dichiarato dai tecnici Mercedes-Benz la vettura risulta davvero più agile su strada grazie anche alle nuove sospensioni indipendenti all’anteriore. Anche lo sterzo è più preciso e diretto con una significativa diminuzione del ritardo di risposta. L’impronta a terra è notevole grazie ai pneumatici maggiorati Goodyear Eagle F1 nella misura 295/40R22 su bellissimi cerchi opzionali neri con bordino rosso a contrasto da 22″.
Mercedes-AMG G63 2018 vs Classe G 1979 W460

La silenziosità a bordo è davvero notevole, pensate che è stata ridotta migliorata del 50% ed il beneficio a bordo è davvero notevole. Certo per via della forma squadrata della vettura e del parabrezza non troppo inclinato si avvertono i fruscii dovuti al vento ma sono poca cosa e possono essere coperti dallo stupendo sound del motore V8…specie se AMG. La spinta è notevole già a partire da 2.000 G/m con il motore che comincia a urlare passati i 5.000. Ottima anche la frenata che è potente e modulabile.

Mercedes-Benz G500 2018 | Come va in fuoristrada

Mercedes Classe G G500 2018 | COME VA IN FUORISTRADA

Dopo aver saggiato le prestazioni su strada della G63 abbiamo continuato la nostra prova in fuoristrada con la versione G500 più adatta all’uso estremo del tracciato che gli organizzatori ci hanno riservato per l’occasione in Francia.  Il percorso affrontato è piuttosto vario, si passa dal classico sterrato fino alle rocce in salita.
Quasi sempre è bastato viaggiare con differenziale centrale inserito e in qualche occasione quello posteriore. Nei passaggi più impegnativi bloccare il differenziale anteriore ci ha tirati fuori come se niente fosse.
Le capacità in fuoristrada di questo mezzo sono davvero impressionanti, abbiamo superato inclinazioni anche superiori al 50% in tutta sicurezza e devo dire che il confort anche in fuoristrada rimane elevato e sicuramente superiore rispetto al passato. Anche il guado con passaggio nel fango si è dimostrato davvero facile e l’abitacolo è rimasto perfettamente asciutto.

La nuova modalità “G mode” è davvero utile perchè addolcisce la risposta dell’acceleratore e agiusce anche sulle sospensioni e sullo sterzo. Altra funzione utile la possibilità di mettere in manuale il cambio così da tenere la prima marcia, senza salire al rapporto superiore, nelle discese più ripide che vengono gestite in automatico dal sistema che rallenta automaticamente il mezzo senza che il guidatore intervenga sui freni.
La precisione di guida è aumentata anche nel fuoristrada, specie nei tratti più veloci sullo sterrato dove l’ottima escursione delle sospensioni consente sempre di avere le quattro ruote a contatto con il terreno.

Mercedes-Benz Classe G 2018 | MOTORI

Mercedes Classe G 2018 | MOTORI E PRESTAZIONI

Entrambe adottano un V8 di 4.0 litri ma mentre per la G500 si stratta di un propulsore aspirato da 422 CV e 610 Nm che viene prodotto a Stoccarda, mentre sulla G63 troviamo una versione potenziata da 585 CV e 850 Nm grazie all’adozione di due turbo e viene assemblato a mano da un singolo operaio nell’impianto AMG di Affalterbach. Inoltre per andare a risparmiare qualcosa può escludere 4 cilindri. Ambedue i motori vengono accoppiati ad un cambio automatico speedshift a 9 marce con comandi al volante, appositamente messo a punto in funzione delle caratteristiche off-road.
Per passare da 0 a 100 Km/h la G500 impiega 5,9 s mentre la G63 soli 4,5 s, la velocità massima di questa è di 220 Km/h ma con il pacchetto driver pack si può arrivare a 240!

Mercedes-Benz Classe G 2018 ESTERNI

Mercedes Classe G 2018 | ESTERNI

Esternamente i tecnici hanno mantenuto la caratteristica forma della Classe G ma leggermente arrotondata sul davanti con la massiccia grigia anteriore, sulla G63 viene definita panamericana come già visto sulla GTR, e per la prima volta troviamo fari full led anche multibeam. Anche al posteriore i fari diventano a led e si rimpiccioliscono leggermente. Nuova anche la forma degli specchietti, meno massicci e più arrotondati. La G63 presenta dei paraurti specifici dal design più aggressivo, così come i cerchi che vanno da 20″ a 22″ mentre sulla G500 sono da 18″-20″. La cosa più affascinante di questo modello griffato Amg sono gli scarichi laterali cromati, 2 per lato, che sporgono minacciosi sotto le pedane posteriori.

Con 4,82 m questa nuova Classe G è più lunga di 5 cm rispetto al precedente ed è perfino più larga di 12 cm. Sono invece 27 i cm di altezza libera dal suolo per la G500, mentre gli angoli caratteristici per il fuoristrada sono rispettivamente: 30° di attacco, 31° di uscita e 26° di dosso.
La profondità di guado è cresciuta passando da 60 a 70 cm.

Mercedes-Benz Classe G 2018 | INTERNI

Mercedes-Benz Classe G 2018 | INTERNI

All’interno vi è un vero balzo in avanzi, ovviamente in meglio. Materiali morbidi e pregiati con pelle ovunque a cominciare dalle portiere, sedili riscaldati e rinfrescabili controllabili elettricamente e volante sportivo a 3 razze con comandi al volante anche a sfioramento.
Ma la parte da padrone spetta ai due monitor da 12,3″ della strumentazione digitale e dell’impianto di infotainment. Per gli amanti della tradizione è comunque possibile avere la strumentazione analogica.
Non mancano l’impianto audio Burmeister così come le 2 prese USB per collegare il proprio Smartphone tramite protocolli Apple Car Play o Android Auto.

Lo sbazio a bordo è perfino aumentato, abbiamo 4 cm in più per le gambe con 6 cm in più per le spalle di chi siede davanti e ben 15 cm in più per gli occupanti posteriori.
Nella parte centrale come sui precedenti modelli troviamo i comandi per bloccare i 3 differenziali, anteriore-centrale-posteriore e non manca il maniglione davanti al passeggero per ancorarsi quando si fa il fuoristrada più estremo.

CLASSE G 2018: CONCLUSIONI DELLA PROVA

Questo primo contatto ci ha permesso di saggiare due versioni della Classe G pensate per stupire su strada ed in fuoristrada grazie alla potenza dei motori V8 ed alle rinnovate caratteristiche meccanice che vedono l’abbandono del ponte rigido all’anteriore per una migliore guidabilità soprattutto su strada.
Mercedes è riuscita ancora una volta a centrare l’obbiettivo per questo fuoristrada “duro e puro” ma allo stesso tempo rendendolo più lussuoso e tecnologico!

Mercedes-Benz Classe G 2018 | PREZZI

I prezzi della G500 partono da 115.020 Euro mentre per la G63 occorrono 156.490 Euro.
SCOPRI IL LISTINO COMPLETO DELLA CLASSE G QUI

POSITIVO

Inarrestabile nel fuoristrada anche estremo
Erogazione e sound motore
Lusso e silenziosità ai massimi livelli

NEGATIVO

Consumi non alla portata di tutti…
Le portiere vanno chiuse con forza
Il bagagliaio potrebbe essere più capiente
Tags

Articoli Simili

Close