Classe GFotogalleryMercedes-BenzVideo

Nuova Mercedes-Benz Classe G

Presentato a Detroit la nuova generazione dell'inarrestabile fuoristrada della Stella. All'esterno è rimasta fedele alla tradizione, all'interno ha un aspetto decisamente più tecnologico

MOTORE
4.0 Biturbo
CAVALLI
422
Velocità Max.
210 km/h
PESO / POTENZA
5,16 Kg/CV

MERCEDES-BENZ CLASSE G 2018 – Al Salone di Detroit 2018 Mercedes-Benz ha presentato la nuova Classe G, un’auto che è rimasta fedele alla sua anima off road. Il nuovo modello esternamente non si distacca troppo dalla tradizione.
Dopo l’anteprima statunitense presto arriverà anche in Europa e il prezzo indicativo in Germania di circa 107.000 euro.

Nuova Mercedes-Benz Classe G 2018 COM’È FATTA

Dal 1979 gli esterni di questa vettura sono rimasti sostanzialmente immutati. Una serie di elementi iconici continua ad assolvere a funzioni ben precise, che conferiscono alla Classe G un look unico e particolare.
La distintiva maniglia della porta ed il caratteristico suono della relativa chiusura, la robusta modanatura di protezione esterna, la ruota di scorta in bella vista sul portellone e gli indicatori di direzione che non passano inosservati: anche la nuova Classe G sfoggia questi esclusivi dettagli, che, sposandosi con le linee spigolose della carrozzeria, le regalano il look che da sempre la rende inconfondibile.
Il modello della nuova generazione ripropone le cerniere delle porte esterne ed il cofano motore ‘appoggiato’ sulla carrozzeria. A seguito del recente restyling, l’icona off-road, che nel corso dei decenni è stata continuamente perfezionata sotto il profilo tecnico pur conservando il look originale, compie un vero e proprio salto in una nuova era, sia dal punto di vista tecnico che estetico.
La nuova Classe G, più lunga di 53 mm e più larga di 121, appare ancora più imponente, sia su strada che in fuoristrada.

Nuova Mercedes-Benz Classe G 2018 INTERNI

Mentre gli esterni hanno mantenuto il classico look iconico, gli interni di Mercedes-Benz Classe G 2018 sono stati sottoposti a una profonda opera di trasformazione ed ammodernamento: il DNA del modello classico è stato reinterpretato, rispecchiando lo stile degli esterni.
Classe G riesce a fare coesistere in perfetta armonia due caratteristiche da sempre considerate agli antipodi: vocazione off-road e ricercate dotazioni di lusso.
A prima vista ed al primo tocco risulta evidente l’impiego esclusivo di materiali pregiati. Ogni minimo dettaglio è rifinito a mano con sapiente cura.
Chi sale a bordo di Classe G, non può fare a meno di notare numerosi elementi di design che caratterizzano anche gli esterni, come la forma rotonda dei fari riproposta per le bocchette di ventilazione laterali o il design iconico degli indicatori di direzione ripreso dagli altoparlanti.
Altra peculiarità di Classe G è rappresentata dalla maniglia di sostegno davanti al passeggero anteriore o dagli interruttori cromati per i tre bloccaggi dei differenziali, tutti a fare bella mostra di sé in posizione ben visibile. Entrambi questi elementi sono stati meticolosamente perfezionati e mantenuti come highlight della vettura.
La plancia portastrumenti, completamente ridisegnata ed estremamente chiara, è dotata di serie degli intramontabili quadranti tubolari analogici con strumenti circolari. Anche sotto questo aspetto i più fedeli estimatori del modello tradizionale non rimarranno delusi da nuova Classe G.
Come nelle nuove Classe E e Classe S, è disponibile a richiesta una strumentazione caratterizzata da un ampio display che visualizza gli strumenti virtuali direttamente nel campo visivo del guidatore nonché da un display centrale sopra la consolle centrale.
Esteticamente questi due display da 12,3 pollici si fondono poi insieme sotto un unico vetro di copertura, creando così una plancia widescreen.Mercedes-Benz Classe G 2018Il guidatore può scegliere tra tre diversi stili di visualizzazione – ‘Classic’, ‘Sport’ e ‘Progressive’ – nonché selezionare in modo personalizzato le varie informazioni e visualizzazioni secondo le proprie preferenze.
Grazie a impulsi tattili ed a un feedback supplementare tramite altoparlante, il guidatore può utilizzare il touchpad con relativo controller nella console centrale senza distogliere lo sguardo dalla strada.
I sedili posteriori possono essere sdoppiati in rapporto 60/40 o 100%. I sedili di Classe G, oltre a essere dotati di serie di numerose funzioni comfort, si distinguono per la massima ergonomia, assicurando così un comfort di seduta ed un sostegno laterale ancora migliori.
In aggiunta sono disponibili – per esempio – funzione Memory per il sedile lato guida, riscaldamento dei sedili anteriori e posteriori nonché poggiatesta comfort anteriori.
Il pacchetto sedili Multicontour attivi (a richiesta con il pacchetto Premium Plus), che comprende oltre agli speciali sedili ortopedici multicamere anche diverse funzioni di massaggio, climatizzazione e riscaldamento rapido dei sedili, contribuisce ad accrescere il comfort di guida. Questa variante offre anche il supporto lombare a regolazione elettrica per guidatore e passeggero anteriore.
Nelle parti laterali della seduta e dello schienale dei sedili Multicontour attivi sono state integrate delle camere d’aria che vengono riempite o svuotate senza soluzione di continuità a seconda della dinamica di marcia al fine di migliorare la postura di guidatore e passeggero anteriore oltre ad assicurare maggiore sostegno laterale, per esempio nella marcia in curva.Mercedes-Benz Classe G 2018 presentazione Detroit

Nuova Mercedes-Benz Classe G 2018 ASSETTO

L’obiettivo principale del lavoro di sviluppo era definire ex novo la qualità relativa alle caratteristiche di marcia su strada e fuori. E questo obiettivo è stato centrato in pieno: sullo sterrato la nuova Classe G è ancora più performante, mentre su strada è sensibilmente più agile, dinamica e comoda rispetto al modello precedente. La G rimane, quindi, una G a tutti gli effetti, grazie anche al telaio a longheroni e trasverse di serie, ai tre differenziali autobloccanti e alle marce ridotte in fuoristrada.
Il nuovo assetto è frutto della collaborazione tra Mercedes-Benz G GmbH e Mercedes-AMG GmbH. Il risultato sono sospensioni anteriori a doppi bracci trasversali abbinate a un asse posteriore rigido.
Su questo fronte, gli ingegneri hanno dovuto faticare per ogni singolo millimetro, perché il comportamento della vettura durante la marcia in fuoristrada dipende anche e soprattutto dalla massima altezza libera dal suolo disponibile. Su questo fronte, l’innalzamento degli assi ha contribuito in misura determinante e richiesto l’aggiunta di una barra duomi all’interno del vano motore, al fine di ottenere il grado di robustezza prefissato.
I componenti delle sospensioni anteriori a doppi bracci trasversali sono fissati senza telaio ausiliario direttamente sul telaio a longheroni e traverse. I punti di fissaggio sul telaio all’altezza del braccio trasversale inferiore in direzione Z sono stati posizionati il più in alto possibile al fine di garantire buone doti di guidabilità sui percorsi non asfaltati.
La nuova architettura dell’avantreno per Classe G è stata progettata con una robustezza particolarmente elevata per eguagliare, ed in determinati casi addirittura superare, le doti e le prestazioni fuoristradistiche del modello precedente.Mercedes-Benz Classe G 2018

Nuova Mercedes-Benz Classe G 2018 CAPACITÀ OFF ROAD

Così equipaggiata Mercedes-Benz Classe G 2018 è in grado di offrire, grazie a un’altezza libera dal suolo di 270 mm a livello della scatola differenziale dell’assale anteriore, un notevole potenziale per avanzare inarrestabile ed assicurare il giusto piacere di guida in fuoristrada. I suoi numeri parlano da soli:
Pendenza superabile fino al 100% a seconda del fondo stradale;
Altezza libera dal suolo tra gli assi aumentata di 6 mm per un totale di 24,1 cm;
Profondità di guado massima ora pari a 70 cm nei passaggi in presenza di acqua e fango, con un incremento di ben 10 centimetri;
Stabilità di marcia per inclinazioni fino a 35°, pari a un incremento di 7°;
Angolo di sbalzo posteriore: 30°, anteriore: 31° (+ 1°);
Angolo di rampa: 26° (+ 1°)Mercedes-Benz Classe G 2018Le sospensioni a ruote indipendenti hanno permesso di migliorare la rigidità torsionale per quanto riguarda la parte anteriore della carrozzeria. Una barra duomi, denominata anche ponte tra le gambe ammortizzatrici, collega ora i duomi della sospensione anteriore, con conseguente innalzamento della rigidità torsionale del telaio a longheroni e traverse.
Diversamente dal modello precedente, il nuovo asse rigido posteriore è guidato da quattro bracci longitudinali su ciascun lato e da una barra Panhard, il che rende ancora più confortevoli i normali viaggi su strade asfaltate. In fuoristrada, invece, l’escursione in compressione ed estensione al retrotreno (82/142 mm) e l’altezza libera dal suolo di 241 mm a livello della scatola ponte posteriore sono garanzia di sicurezza anche in situazioni estreme.
Su Mercedes-Benz Classe G 2018 il Dynamic Select è ora disponibile con un massimo di cinque programmi di marcia. Con la semplice pressione di un pulsante la dinamica di marcia viene regolata in pochi secondi sulla base dei desideri del guidatore, grazie agli interventi del sistema sulle caratteristiche di motore, cambio, assetto, sterzo e sistemi di assistenza.Mercedes-Benz Classe G 2018I quattro programmi di marcia ‘Comfort’, ‘Sport’, ‘Eco’ ed ‘Individual’ possono essere comodamente selezionati mediante l’interruttore basculante Dynamic Select. La modalità ‘Eco’, ad esempio, asseconda uno stile di guida particolarmente attento ai consumi, mentre in modalità ‘Sport’ variano i punti di innesto del cambio automatico, la reazione del motore ai comandi dell’acceleratore, i parametri dello sterzo elettrico e quelli della farfalla di scarico. Con il programma ‘Individual’, infine, il guidatore può configurare le impostazioni della vettura a proprio piacimento.
Una delle premesse per il miglioramento delle caratteristiche di marcia in fuoristrada è la nuova ‘modalità G’, che Classe G inserisce, a prescindere dal programma di marcia selezionato, non appena il guidatore inserisce uno dei bloccaggi dei differenziali o il rapporto fuoristrada low range. Questa modalità off-road adegua sia le sospensioni adattive e lo sterzo sia la caratteristica del pedale dell’acceleratore, evitando inutili passaggi tra una marcia e l’altra ed assicurando così un controllo ottimale oltre ad eccellenti doti fuoristradistiche. In tal caso, nella strumentazione si illumina una piccola e discreta icona ‘G’. On-road: agile, confortevole e disinvolta.Mercedes-Benz Classe G 2018

Nuova Mercedes-Benz Classe G 2018 MECCANICA

Sulla nuova G 500 (consumi nel ciclo combinato: 11,1 l/100 km; Emissioni di CO2, ciclo combinato: 263 g/km) è montato un potente motore V8 a benzina da 4 litri, che garantisce una spinta poderosa. Il nuovo biturbo eroga 310 kW (422 CV) di potenza e per 610 Nm di coppia massima nella gamma di regime compresa tra 2.000 e 4.750 giri/min.
La trasmissione della coppia motrice è affidata al cambio automatico con convertitore di coppia 9G-Tronic, appositamente messo a punto in funzione delle caratteristiche di questa icona off-road. Grazie a una specifica applicazione software, i progettisti sono riusciti a ridurre i tempi di innesto e reazione del cambio a 9 marce. L’ampia spaziatura dei rapporti non solo assicura una guida più confortevole e silenziosa già ai bassi regimi, ma contribuisce anche alla riduzione dei consumi.
Mercedes-Benz Classe G 2018 è ora equipaggiata di serie con uno sterzo a pignone e cremagliera elettromeccanico, mediante il quale è possibile dotare la vettura di sistemi di assistenza alla guida, come ad esempio il Park Assist. Lo sterzo elettromeccanico consuma poi meno energia rispetto a un sistema a comando idraulico. A seconda del programma di marcia selezionato, si attiva una delle tre curve caratteristiche dello sterzo: Comfort, Sport ed Offroad. Nella marcia su strada questo assicura una sensazione al volante confortevole o sportiva nonché un feedback sincero e più preciso in presenza di terreni accidentati ed impegnativi, cui si aggiunge in ogni caso un’adeguata servoassistenza. Il più diretto possibile, indiretto se necessario: questa l’essenza della configurazione dello sterzo.Mercedes-Benz Classe G 2018

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE


Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Articoli Simili

Close