GTPRIMO CONTATTO

Mercedes-AMG test GT R la più cattiva in pista

La "R" è l’auto dei sogni, riservata a pochi eletti che va forte in pista. Ma il piacere massimo è su strada!

Mercedes-AMG test – Ecco la prova della Mercedes-AMG GT R che è stata sviluppata nell’inferno verde del Nürburgring dove ha girato in 7’10”. Sarà per questo che ci è piaciuto provarla in pista nella configurazione più cattiva “R” e guidarla sulle strade tedesche nei dintorni del Bilster Berg Drive Resort. Questo tracciato si trova nel cuore della Germania tra Essen (200 km) e Hannover (120 Km), a 400 km da Affalterbach dove la vettura fu presentata 4 anni fa (noi c’eravamo!).
Mercedes-AMG GT test family
COME E’ FATTA – La GT è nata sul concetto della SLS, ma è stata totalmente rinnovata. Sviluppata su un nuovo telaio in alluminio, impiega il nuovo ed efficiente V8 4.0 biturbo al posto del 6.2 aspirato, con una notevole attenzione al peso e all’aerodinamica. È dotata di un motore anteriore con transaxle collegato attraverso un elemento tubolare in carbonio al cambio, posizionato sull’assale posteriore per un’ottimale ripartizione dei pesi. Precisamente si tratta di un 3.982 cc biturbo V8 a “testa calda” con le turbine al centro delle due bancate, che arriva fino a 585 CV sulla R (GT 476 CV, GT S 522 CV, GT C ed. 50 557 CV), e due varianti roadster per la GT e la GT C. Tanta tecnologia anche sul fronte dell’aerodinamica; tra le tante “chicche”, infatti, vanta un sistema di spoiler inferiore sotto il fondo, che con un movimento di circa 4 centimetri genera un carico di +40 kg a 250 km/h grazie all’effetto Venturi. I programmi di guida sono 5: “C” (Comfort), “S” (Sport), “S+” (Sport Plus), “I” (Individual) e “Race” per gestire il cambio automatico a 7 marce, che può essere utilizzato anche in manuale cambiando dalle palette sul volante. L‘assetto a ghiera permette di variare l’altezza dell’auto, mentre gli ammortizzatori a regolazione elettronica adattano automaticamente lo smorzamento di ogni ruota in base alla situazione, alla velocità, alle condizioni del manto stradale e ai programmi di marcia. Gli ingegneri tedeschi ci hanno illustrato anche la grande cura nello smaltimento del calore sul fronte motore e cambio, con due intercooler aira/acqua per raffreddare l’aria di aspirazione, uno scambiatore olio/acqua per abbassare le temperature di cambio e differenziale, posto sull’assale posteriore nonché un radiatore dell’olio e due dell’acqua, con quello tradizionale che lavora alle alte temperature e uno più piccolo collocato sul lato destro della vettura (a sinistra c’è quello dell’olio) che lavora alle temperature più basse. Parliamo dell’auto sportiva per eccellenza, valida alternativa alla Porsche 911 che nella declinazione R rappresenta la massima espressione della tecnica in casa AMG.
Mercedes-AMG Test FOTO

COME VA – Abbiamo provato la R, di colore “verde chiaro magno AMG” in omaggio proprio all’Inferno Verde del Nurburgring, sull’ostico e tecnico circuito di Bilster Berg a noi già noto, con tanti saliscendi.
Senza strafare, ci siamo gustati l’erogazione della sua cospicua “cavalleria” tanto energica sin dai regimi più bassi. Stiamo provando la versione che pesa 155 kg in meno rispetto alla AMG GT grazie all’impiego del carbonio (sul tetto, nei parafanghi laterali anteriori e sul collegamento tra cambio/motore) e del magnesio sul cofano anteriore.
Il rombo del motore è entusiasmante. Dopo qualche giro “tranquillo” per prendere confidenza con vettura e pista proviamo a spingere. Si avverte subito una grande precisione nella percorrenza delle curve, soprattutto nella fase di primo inserimento e successivamente riesce a girare con il posteriore che è una bellezza!
Questa agilità è resa possibile grazie anche alle sospensioni posteriori speciali, montate su snodi uniball e abbinate al sistema di ruote sterzanti che contribuiscono al perfetto funzionamento dell’assetto a controllo elettronico. Ciliegina sulla torta sono i prestanti pneumatici Michelin Pilot Sport Cup di grande qualità e generose dimensioni.
Un mix micidiale per un feeling di guida unico, che permette di andare veramente forte in curva e uscirne come una fucilata con tanti cavalli che ti sparano fuori.
Per capire meglio quanta accelerazione sia in grado di esprimere questa AMG, basta pensare ai 3,6 sec. dello spunto 0-100 km/h e al rapporto peso/potenza di 2,66 kg/CV. Con il sound tutto aperto (c’è un pulsante per trasformare lo scarico praticamente diretto 100%) romba che è una goduria, mentre ti incolla sui sedili speciali ben fatti, curatissimi e ad alto contenimento.
A bordo sembra di essere su un’astronave! Nella R troviamo soltanto un pulsante in più: il Traction Control che consente di adattare il controllo della trazione alle proprie esigenze del momento, anche in vista di una guida spettacolare a tutto drifting. Impressionante la frenata in staccata, con quei dischi in carbonio che non accusano alcun affaticamento. Si avverte in ogni situazione, soprattutto in quella “limite”, l’ottima ripartizione dei pesi e il basso baricentro che, abbinati ai sofisticati controlli di trazione, rendono l’auto facile da guidare grazie ad un’eccellente maneggevolezza che permette di raggiungere elevate velocità in curva.
Mercedes-AMG Test SU STRADA – Il massimo divertimento, però, lo abbiamo provato sulle strade guidando la GT C ed. 50 557 CV con kit opzionale ruote sterzanti, sempre in modalità “scarico tutto aperto” e Sport+.
Ci è piaciuta soprattutto l’erogazione di questo V e il sound tra 2.000 e 4.000 g/m senza andare oltre, utilizzandola al 50% della sua potenza. Solo attraverso una modalità di guida “brillante”, parziale, ma non esasperata, siamo riusciti a goderci questa vettura straordinaria. Vola via appena si sfiora l’acceleratore e, nei tratti guidati a velocità contenute in totale relax, ti regala il meglio di sé!

Vel. max 318 km/h – La Mercedes-AMG GT R costa 179.390 € optional esclusi

 

LISTINO MERCEDES-AMG-GT-R QUI

 

VIDEO PROVA Mercedes-AMG Test GT R

https://www.youtube.com/watch?v=a2bWm9jbXTY

POSITIVO

Precisione di guida
Sound
Erogazione potenza
Controlli elettronici
Estetica

NEGATIVO

Superbollo

LA NOSTRA VALUTAZIONE

ESTETICA - 96%
MOTORE - 93%
PRESTAZIONI - 90%
ACCESSORI - 81%
CONSUMI - 45%
PREZZO - 40%

74%

VALUTAZIONE COMPLESSIVA

Quanto ti piace questa Auto?

Voto Lettore: 3.91 ( 11 voti)

3.91/5

VOTO MEDIO LETTORI:

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori.
Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4×4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell’anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault.
Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Simili

Close