CuriositàMaserati

UNA MASERATI FINISCE NEL TEVERE

Una Maserati nel Tevere? Trovata pubblicitaria, finzione o sketch cinematografico? Forse un po’ di tutto questo.  Una insolita Maserati Biturbo del 1980 anfibia, con tanto di bandiera tricolore che svetta dal tettino e motore Mercury sul bagagliaio, ha attraversato il Tevere come fosse su un set cinematografico o in uno spot pubblicitario.  Autore dell’ inedita impresa è stato Marco Amoretti, 39 anni e di professione avventuriero, che dopo essere partito il 5 agosto da La Spezia, ha tentato di raggiungere Venezia in tempo per il Festival del Cinema, viaggiando con la sua Maserati resa anfibia grazie ad una imbottitura di poliuretano espanso e definita dalle varie capitanerie di porto come “Natante da diporto sperimentale”.
La meta non è stata raggiunta, visto che la Mostra del Cinema si è conclusa prima dell’approdo, ma di sicuro Amoretti ritenterà alla prossima Biennale, forte anche dell’effetto mediatico raggiunto con la sua Maserati galleggiante. Intanto però si è guadagnato, oltre all’onore delle cronache, l’ennesima diffida a navigare e ormeggiare in banchina l’insolita imbarcazione ed è stato invitato a presentarsi negli uffici della Polizia Fluviale, avendo già ricevuto un analogo provvedimento da diverse capitanerie di Porto italiane.

Una Maserati sul Tevere per una nobile causa: trovare i fondi per realizzare un documentario sull’impresa del 1999, quando Marco Amoretti insieme a due fratelli ed un amico, portarono a termine la prima traversata in automobile dell’Atlantico. Era il sogno del padre che purtroppo venne a mancare in quei giorni a casa di un male incurabile. Il film documentario dovrebbe intitolarsi “Inseguendo un sogno nell’Oceano”.

maserati-tevere-roma-fiume-anfibio

 

 

 

 

redazione

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano.
Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4×4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Simili

Close