MANAGERSuzuki

Il nuovo Presidente di Suzuki Italia

E' per la prima volta un italiano: l'ingegnere Massimo Nalli con nomina dal 1° novembre 2017

Massimo Nalli è il nuovo Presidente di Suzuki Italia. La nuova nomina del manager è effettiva a partire dal 1° novembre 2017.
Massimo Nalli, veronese, 54 anni, Ingegnere Elettronico, vanta una significativa esperienza nel settore automotive in Italia e all’estero, per essere stato in FCA, Fiat USA, Honda Automobili Italia, Honda Motor Europe, prima di arrivare in Suzuki Italia nel 2000.
L’ing. Massimo Nalli è dal 2009 Direttore Generale di Suzuki Italia divisione Automobili, carica che manterrà ad interim.

L’Italia è il primo tra i grandi mercati europei dove il ruolo di Presidente non verrà ricoperto da un rappresentante diretto della casa di Hamamatsu, a testimonianza dell’apprezzamento dei risultati ottenuti in Italia e della fiducia riposta dal quartier generale nel team e nel management sviluppato localmente.
Il Vice Presidente e responsabile della Divisione Motocicli di Suzuki Italia, Tomoki Taniguchi, assumerà nella stessa data anche la direzione della divisione Marine.
Il Presidente di Suzuki Italia uscente, Hiroshi Kawamura, resterà in Suzuki Italia fino alla fine dell’anno in corso per garantire e facilitare un passaggio di consegne efficace con Massimo Nalli Presidente di Suzuki Italia.

Presidente di Suzuki Italia: Ing. Massimo Nalli

 

GUARDA TUTTI I VIDEO SUZUKI da NEWSAUTO

Commenta

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto