GinevraHondaHonda e

Auto elettrica Honda, city car al Salone di Ginevra 2019

La nuova auto elettrica Honda e-Prototype in anteprima al Salone di Ginevra 2019. Perfetta per la città, ha un’autonomia di 200 km

Honda al Salone di Ginevra 2019, coma anticipato qualche settimana fa, presenta per la prima volta una nuova auto elettrica, una city car il cui nome è Honda e-Prototype. Si tratta di un nuovo modello che nasce partendo dall’Urban EV Concept del 2017, presentato dalla casa nipponica al Salone di Francoforte di quell’anno. Dopo la premiere di Ginevra 2019 andrà in produzione nella seconda metà dell’anno.

ESTERNI Honda e-Prototype, nuova auto elettrica al Salone di Ginevra, ha un design semplice ma allo stesso tempo distintivo. Si caratterizza per i profili regolari che si slanciano a partire dal cofano per arrivare al parabrezza panoramico, creando così una superficie continua che prosegue oltre i sedili anteriori. I montanti anteriori lineari si fondono perfettamente con la superficie vetrata, migliorando ulteriormente l’aerodinamicità.

All’esterno, come elemento di design distintivo, abbiamo anche le maniglie delle portiere “estraibili” e le videocamere compatte in sostituzione dei tradizionali specchietti retrovisori laterali. Il cofano integra un vano per la ricarica, facile da usare ed incastonata al centro fra i due gruppi ottici a LED visibili attraverso il vetro accolgono a bordo il conducente informandolo anche del livello di ricarica della batteria.

Honda e-Prototype vista frontale
Honda e-Prototype vista frontale

La city car elettrica Honda e-Prototype, in anteprima al Salone di Ginevra 2019, è costruita sulla nuova piattaforma EV, che permette di avere proporzioni estremamente compatte; mentre il passo relativamente lungo, il largo asse e le sporgenze contenute, offrono un’ottima manovrabilità soprattutto in città. L’assetto basso e atletico, enfatizzato da ampi passaruota per alloggiare i larghi pneumatici, accentua il carattere sportivo ed il look atletico degli esterni.

auto elettrica Honda e-Prototype Ginevra 2019 city car
Honda e-Prototype vista posteriore

INTERNI Gli interni dell’auto elettrica Honda, in anteprima al Salone di Ginevra 2019, presentano un’ambiente minimalista e rilassante. Il brand giapponese per l’abitacolo ha fatto di rivestimenti in melange e di ulteriori materiali piacevoli al tatto, gli stessi che spesso arredano le nostre case. Il senso di spaziosità è migliorato dal pavimento piatto calpestabile, sia per i passeggeri anteriori che posteriori. Nell’abitacolo dell’auto elettrica Honda e-Prototype si ha la possibilità di rimanere sempre connessi, grazie al doppio schermo orizzontale personalizzabile. La sofisticata interfaccia High-End trasforma l’auto da semplice mezzo di trasporto a sistema completamente integrato con la moderna vita di tutti i giorni.

Inoltre i comandi digitali di nuova generazione offrono una facile navigazione del menu multi tasking e permettono di regolare in modo intuitivo i livelli di comfort interni e i servizi di Infotainment. Alle estremità del cruscotto, in posizione ergonomica troviamo due schermi in cui vengono proiettate le immagini riprese dal sistema di videocamere posto alle spalle dell’auto. L’auto elettrica Honda e-Prototype è infine provvista di videocamera digitale posteriore per ampliare il campo visivo del conducente.

Abitacolo auto elettrica Honda e-Prototype Ginevra 2019
Honda e-Prototype plancia strumenti

AUTONOMIA L’ auto elettrica Honda e-Prototype ha un’autonomia di oltre 200 km, perfetta per una city car e dispone di una funzione di “ricarica veloce” dell’80% della batteria in 30 minuti.

Honda e-Prototype presa di ricarica
Honda e-Prototype presa di ricarica

Annunci auto usate HONDA – Listino prezzi HONDA

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close