Great WallHavalNews auto

Haval, arriva in Italia il marchio auto dalla Cina

Debutta in Italia Haval il marchio cinese di auto, specializzato nella commercializzazione di SUV e che punta a diventare il primo marchio al Mondo in questo segmento

Le auto cinesi del marchio Haval debuttano sul mercato italiano. Il nuovo brand fa parte del Gruppo Great Wall ed il primo modello è SUV H2. In Italia i modelli HAVAL e Great Wall sono importati e distribuiti da Eurasia Motor Company s.r.l., con a capo l’Amministratore Delegato Federico Daffi.

Nuovo marchio Haval dalla Cina

Nonostante sia nuovo in Italia, Haval è il più importante brand del Gruppo Great Wall Motor e realizza i volumi maggiori. Reso indipendente nel 2013, Haval si è specializzato nella produzione di SUV e negli ultimi cinque anni è stato leader nelle vendite di SUV in Cina, ovvero nel più grande mercato mondiale di automobili. In Cina Haval commercializza diversi modelli di SUV: dal più compatto H2 al più ampio H9, passando dal versatile H6.

Oggi in Italia Haval lancia il primo modello, l’H2, che si posiziona nella fascia dei crossover o SUV compatti che nel nostro paese rappresenta circa il 30% del mercato.

Haval H2 è il primo modello del marchio cinese disponibile in Italia

Haval punta a diventare il primo marchio di SUV al Mondo

L’obiettivo del marchio cinese a livello mondiale è quello di diventare il marchio principale nel segmento SUV in tutti i continenti.  

Il programma strategico globale denominato HAVAL 521 (HAVAL 521 Globalization Strategy) ha come traguardo quello di vendere 2 milioni di SUV all’anno nel giro di cinque anni, per diventare il brand globale numero 1 nel segmento SUV. Facendo in modo che la Cina da paese importatore di automobili possa diventare anche esportatore.

Oggi Haval ha 8 centri di ricerca e sviluppo sparsi nel mondo, che si occupano anche di guida autonoma e di propulsione a energie alternative, ma allo stesso tempo sta realizzando un nuovo incubatore e centro ricerche in Silicon Valley, dove investirà 4 miliardi di Euro per sviluppare tecnologie per la propulsione ibrida e a idrogeno.

SUV Haval H6

Haval SUV ad idrogeno

Il marchio cinese punta a realizzare la gamma di SUV a idrogeno più diffusa sul pianeta. Il marchio cinese prevede di produrre SUV che saranno alimentati nel 60% dei casi con nuove fonti. Nel 2022 in occasione delle Olimpiadi Invernali che si terranno a Pechino in Cina, Haval presenterà il suo primo SUV alimentato a idrogeno.

Haval fa parte del Gruppo Great Wall Motors

Haval è un marchio indipendente all’interno del Gruppo Great Wall Motors. Fondata nel 1984, GWM è la più grande azienda automobilistica privata cinese.

GWM vende autovetture in 60 paesi e le esportazioni rappresentano circa un terzo delle vendite. La produzione GWM è basata al 70% su veicoli commerciali e fuoristrada; il restante 30% invece rappresenta utilitarie e piccole berline. In Italia il marchio è presente dal 2006 attraverso Eurasia Motor Company, con l’importazione di due veicoli: il SUV H6 e il pick-up Steed 6.  

Pick-up Great Wall Steed 6
Pick-up Great Wall Steed 6

WEY SUV DI LUSSO Great Wall Motors nel 2017 ha creato anche il nuovo marchio WEY per SUV alto di gamma. In Cina dallo scorso giugno è già in vendita il modello WEY P8, in versione ibrida PHEV (Plug in). Great Wall punta ad introdurre il marchio WEY in Europa e negli Stati Uniti nel 2021.

ORA AUTO ELETTRICHE ORA è invece il brand di GWM che produce veicoli completamente elettrici BEV. Dalla fine del 2018, ORA sta commercializzando in Cina due modelli: iQ e R1. Il primo è una berlina destinata prettamente a taxi e car sharing, il secondo è una city car economica. Great Wall Motors ha annunciato di voler portare sul mercato Europeo il brand “ORA” entro il 2020. Il primo modello ad arrivare da noi sarà la piccola ORA R1, una microcar 4 porte 100% elettrica.

Great Wall Ora R1, vista di profilo
Great Wall Ora R1

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close