GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Passo Sella, tutti gli itinerari da seguire in auto

Un valico alpino che passa per le vette più belle del Trentino Alto Adige. Ecco il passo Sella e tutto quello che bisogna conoscere se lo si vuole attraversare via auto.

L’Italia è indubbiamente il Paese dei valichi di montagna, o perlomeno un Paese in cui i valichi di montagna sembrano poter offrire agli automobilisti (e non solo a loro) scenari spettacolari e soprattutto strade divertentissime. E tra questi valichi figura sicuramente il passo Sella. Si tratta di una strada alpina delle Dolomiti che passa sia per le principali vette di quella porzione di catena montuosa, sia per i centri di maggior interesse turistico. Ecco tutte le nozioni che bisogna avere se si ha intenzione di attraversarlo via auto

Passo Sella, dove si trova

Chiamato anche Jouf de Sela (nel ladino fassano) e Jëuf de Sela (in quello gardenese), il passo Sella è un valico di montagna situato tra il gruppo del Sassolungo e l’omonimo gruppo del Sella. A differenza di molti altri passi di montagna del Nord Italia, il Sella si trova all’interno dei confini di una sola regione, il Trentino Alto Adige. Confini che non vengono valicati.

Valico Sella

Nel suo punto più alto, la vetta, il Sella arriva a toccare un’altezza di ben 2.240 metri sul livello del mare; e già questo è sufficiente per dare vita ad un’attrazione turistica di primo livello, soprattutto per chi ama le alture. Ma come se non bastasse, il valico funge anche come una sorta di via di comunicazione tra Canazei, in val di Fassa, con Selva di Val Gardena, in val Gardena, attraverso la famigerata e antichissima strada delle Dolomiti, l’odierna SS 242. In poche parole l’élite del turismo dolomitico.

Le attrazioni del valico

Dunque non solo un’attrazione per i vari avventori che si apprestano a raggiungere la vetta del valico a bordo della propria automobile, o moto che sia. Il passo Sella infatti si rivela una meta ambitissima a tutto tondo. Come sottolineato in precedenza, bastano i suoi 2.240 metri per attrarre curiosi da ogni dove. Ma il valico propone anche altre straordinarie sorprese riservate ai propri ospiti.

Per prima cosa, dalla vetta del valico è possibile ammirare in tutta la loro straordinaria bellezza le Torri del Sella. E poi anche la barriera delle Mesules e il già citato gruppo del Sassolungo, alto 3.181 metri. Viene da sé, dunque, che il valico in questione risulta essere amatissimo d’inverno da chi pratica sport invernali (sci su tutti) e altrettanto d’estate per gli appassionati delle attività outdoor come trekking e arrampicata libera, ma anche ciclismo e mountain-bike.

Sella strada auto

Le strade del passo Sella

La strada del Sella si snoda attraverso curve e tornanti, tra le province di Trento e Bolzano. Come specificato in precedenza, la via che fa un po’ da riferimento al passo in questione è la Strada Statale 242. La storica strada delle Dolomiti, inaugurata addirittura nel “preistorico” 1856 e terminata solamente nel 1914.

Tuttavia, con l’obiettivo di raggiungere la vetta del valico, gli automobilisti (e motociclisti) devono conoscere anche tutte le altre strade che portano alla suddetta SS. Come succede per tutti i passi di montagna, anche in questo caso esistono ben due punti di partenza, con la cima del Sella che viene intesa come arrivo. Ecco, quindi, tutti gli itinerari per raggiungere la meta…

Da Canazei o da Selva di Val Gardena, questi sono i tragitti per arrivare al passo Sella

Il primo scenario vede la “partenza” dalla famigerata meta turistica di Canazei, in provincia di Trento. Meta che a sua volta si raggiunge seguendo l’autostrada A22 del Brennero e prendendo l’uscita di Egna-Ora-Termeno. Usciti dall’autostrada bisogna percorrere per 64 km la SS 48 delle Dolomiti fino, per l’appunto, a Canazei. Da questo punto ci si immette nella SS 242 che porta infine al passo. Quest’ultimo tragitto, ovvero Canazei-cima del Sella, conta 12,9 chilometri.

Esiste poi un’alternativa a questo cammino. Sempre in autostrada occorre prendere l’uscita Bolzano Nord, e seguire le indicazioni per Canazei percorrendo la SS 241 di Val d’Ega e Passo di Costalunga.

Passo Sella Strada

L’itinerario opposto invece vede la partenza dal versante nord del passo. L’obiettivo in questo caso è raggiungere Selva di Val Gardena per poi proseguire verso la vetta del passo Sella. Bisogna dunque percorrere la stessa A22 del Brennero dalla quale in questo caso è possibile uscire sia a Bolzano Nord che a Chiusa.

Da qui avviene l’immissione nella SS 242, la quale deve essere percorsa seguendo le indicazioni proprio per la Val Gardena. E una volta arrivati a Selva di Val Gardena basterà percorrere altri 10 chilometri di salita e tornanti per raggiungere la propria meta.

Salire il passo Sella con un’auto elettrica, ecco i punti di ricarica

Per quanto riguarda l’accessibilità EV del passo Sella, sono le città di Canazei e Ortisei a rendere spensierato questo tragitto ai conducenti di veicoli elettrici. La prima cittadina rappresenta uno dei punti di partenza prima elencati; in questo caso la proposta di colonnine di ricarica per automobili full electric è praticamente tutto merito di alcuni alberghi che mettono a disposizione il servizio (non a pagamento) per i propri ospiti. Presenti anche alcune (poche) stazioni di ricarica a pagamento.

Per arrivare a Ortisei, invece, bisogna percorrere la SS 242 in direzione della Val Gardena, proprio prima di arrivare a Selva di Val Gardena. Qui la proposta è varia, anche se sembra seguire la falsariga della proposta presente nel versante opposto del passo. Insomma, anche a Ortisei a fare la voce grossa sono gli hotel che dispongono di colonnine riservate ai propri clienti. Per quanto riguarda invece le stazioni di ricarica, queste sono presenti in via Pedetliva (Go Electric Station), via Stufan (Parkgarage Pana) e in Strada Chr. Trebinger 12 (Parkplatz Despar).






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto