Come fareGUIDE CONSIGLI AUTOMotore

Liquido raffreddamento motore, perché utilizzarlo sul radiatore

Che cos’è il liquido di raffreddamento, a cosa serve, i diversi colori e la manutenzione base.

Il liquido di raffreddamento per motori, spesso chiamato anche “antifreeze” o “antigelo” o “liquido per radiatore“, è una miscela di acqua e composti chimici specifici progettata per essere utilizzata nel sistema di raffreddamento di un motore termico. Il motore di un’auto viene esposto a sbalzi termici non indifferenti, tra i -40° in condizioni invernali e i 120° a massimi regimi. Per stabilizzare le temperature nella finestra di utilizzo ed evitare danni al monoblocco o alle componenti è sempre consigliato utilizzare un liquido di raffreddamento specifico e non acqua.

Liquido raffreddamento motore

Il liquido di raffreddamento motore è costituito da una miscela di acqua, glicole etilenico in rapporto 1:1 e liquido antigelo per poter resistere a temperature fino -40°, a cui vengono aggiunti agenti organici (o non) per evitare corrosione e sedimentazione all’interno delle tubature del sistema di raffreddamento. Solitamente il liquido di raffreddamento ha colori differenti, che servono a differenziare i liquidi con additivi diversi ed evitare che vengano mischiati. Inoltre in caso di perdita sarà più facile riconoscerlo. 

Liquido di raffreddamento motore
Rabbocco del liquido di raffreddamento motore

La funzione del liquido di raffreddamento in un motore

Lo scopo fondamentale di questo liquido è quello di regolare le temperature e mitigare gli sbalzi termici. Quando il motore raggiunge un determinato regime, la valvola termostatica si attiva aprendo il sistema e permettendo ad una pompa di immettere il liquido di raffreddamento nei vari tubi che attraversano il vano e il blocco motore.

Il liquido così assorbirà il calore venendo a contatto con le superfici calde, dissipandolo successivamente quando giunge nella serpentina del radiatore. Qui sarà l’aria a raffreddare il liquido prima che si reimmetta nella pompa e riprenda il giro.

Sistema di raffreddamento di un motore con circuito relativo
Sistema di raffreddamento di un motore con circuito relativo

Qualora la temperatura ritorni nella norma, la valvola si chiuderà nuovamente. Tutto ciò evita che il motore lavori a temperature superiori o inferiori al dovuto. 

Colori del liquido refrigerante

Come accennato in precedenza, i liquidi di raffreddamento vengono prodotti con colori differenti in modo tale da essere ben identificabili. In generale i colori sono 3:

  • Il refrigerante di colore blu/verde ha la caratteristica di un pH basico ed è composto da glicolo e additivi inorganici, particolarmente indicato per i veicoli più datati.
  • Il refrigerante di colore porpora è un prodotto recente e indicato per tutti i motori soggetti a corrosione organica. Si ottiene attraverso una miscela di additivi antischiuma e anticavitazione.
  • Il refrigerante di colore rosso/arancione è la tipologia di refrigerante più recente adatto per i motori di ultima generazione ad alte prestazioni.
tabella di compatibilità liquido di raffreddamento motore e colori
Tabella compatibilità fra liquidi di raffreddamento motore e colori

Sul libretto di ogni vettura dovrebbe essere indicato il tipo di liquido refrigerante più adatto al veicolo. Attenzione a mischiare i liquidi: se ci sono agenti fluidificanti e anticorrosione, potrebbero creare una sostanza gelatinosa che scalderebbe ulteriormente il vano motore invece di freddarlo.

Controllo liquido di raffreddamento

É buona abitudine controllare regolarmente il livello e lo stato del liquido di raffreddamento motore. Basterà aprire il cofano motore e individuare la vaschetta d’espansione. Su di essa dovrebbero essere evidenziati i livelli minimi e massimi. Qualora dovesse essere sotto il minimo, il rabbocco è un’operazione che si può svolgere in autonomia.

vaschetta d'espansione
Vaschetta d’espansione per il liquido refrigerante

Basta aggiungere nelle stesse quantità acqua e liquido refrigerante dello stesso colore di quello già presente, per evitare rischi. In generale però il liquido si sostituisce ogni 100 mila km o 4/6 anni, ma si suggerisce l’aiuto di un esperto vista la tossicità degli additivi e il problema dello smaltimento dei liquidi.

Ciò nonostante, se si dovesse accendere la spia della temperatura, ci dovesse essere una perdita dalla guarnizione della testa o il colore del liquido di raffreddamento diventi marrone, sarà necessario cambiare il liquido per evitare ulteriori problemi, a volte molto costosi. 

problemi al sistema di raffreddamento
Segni di corrosione nel sistema.

Quanto costa il liquido raffreddamento motore

Per gli amanti del “fai da te” e per l’operazione del rabbocco, i prezzi del liquido di raffreddamento sono contenuti, oscillando fra i €5 e i €15 al litro. Se invece ci si rivolge ad un’officina, fra la mano d’opera e i prodotti, occorrerebbero circa €30 – €50 e quasi un’ora di lavoro.

Anche se spesso ci si preoccupa di altri controlli al momento di un’ispezione, soprattutto su auto moderne che garantiscono alta efficienza per il raffreddamento, una manutenzione accurata al liquido di raffreddamento è fondamentale per garantire il corretto funzionamento del motore.

Perché non usare l’acqua nel radiatore?

E’ fortemente sconsigliato utilizzare acqua sul circuito di raffreddamento del motore termico per questi motivi:

  1. Punto di Congelamento e di Ebollizione: l’acqua ha un punto di congelamento più alto e un punto di ebollizione più basso rispetto ai liquidi di raffreddamento specializzati. Quando le temperature sono molto basse e arrivano sottozero l’acqua può congelarsi: aumentando di volume provoca seri danni al motore fino ad arrivare a spaccare il monoblocco e la testata. Il costo per la riparazione è elevatissimo! Quando le temperature sono molto elevate l’acqua potrebbe arrivare al punto di ebollizione prima del liquido specifico, solitamente con un punto di ebollizione più elevato.
  2. Corrosione: l’acqua, specialmente se non è distillata, può contenere minerali e impurità che possono causare corrosione e accumulo di calcare all’interno del sistema di raffreddamento. I liquidi di raffreddamento contengono invece additivi anticorrosione che proteggono il motore e i componenti del sistema di raffreddamento.
  3. Capacità di Raffreddamento: benché l’acqua sia un buon conduttore di calore, non è efficace come i liquidi di raffreddamento in certe condizioni operative, specialmente in climi estremi o durante il funzionamento ad alte prestazioni del motore.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Giuseppe Di Gangi

Studente in sociologia e comunicazione e appassionato di motori da sempre. Su NEWSAUTO.it per maturare esperienza e condividere l'amore per la meccanica, il motorsport e le curiosità del mondo dell'automobile
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto