GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Liquido freni, quando cambiarlo

Perché è consigliato sostituire periodicamente il liquido dei freni, ogni quanto si cambia, cosa è il fading, cosa si rischia a non cambiare mai l'olio dei freni, le diverse tipologie di liquido freni con DOT 3, DOT 4, DOT 5, DOT 5.1

L’olio dei freni, più correttamente chiamato liquido dei freni, è un componente fondamentale del sistema frenante di un veicolo. Esso trasmette la pressione generata dal pedale del freno alle pinze dei freni anteriori e posteriori (o ai cilindretti dei tamburi posteriori), consentendo al veicolo di rallentare o fermarsi. E’ importante che il liquido dei freni sia sempre alla massima efficienza: bisogna sapere che è uno dei liquidi che va sostituito periodicamente, cosa questa non ben nota alla maggior parte degli automobilisti.

Nel corso del tempo, il liquido dei freni può assorbire l’umidità dall’aria e ciò può comprometterne la sua efficacia con la riduzione delle prestazioni del sistema frenante. Di conseguenza, è importante cambiare regolarmente l’olio dei freni per garantire che il sistema funzioni in modo sicuro ed efficiente.

Liquido freni, ogni quanto va cambiato?

Il periodo di sostituzione consigliato per l’olio dei freni varia in base al tipo di veicolo e alle condizioni di guida. Tuttavia, è generalmente consigliabile sostituirlo completamente ogni 2-3 anni. Se il veicolo viene sottoposto a un utilizzo più intenso o a condizioni di guida impegnative, potrebbe essere necessario effettuare la sostituzione con maggiore frequenza. È importante consultare il manuale del veicolo o seguire le raccomandazioni del costruttore per determinare il programma di manutenzione specifico per il cambio dell’olio dei freni.

Liquido dei freni, sostituzione e manutenzione periodica
Liquido dei freni, sostituzione e manutenzione periodica

Perché va cambiato?

Il liquido dei freni, costituito da una miscela di glicoli, etere e altre sostanze chimiche, è progettato per avere un basso punto di ebollizione e una bassa compressibilità, il che lo rende efficace nel trasferire la pressione generata dal pedale del freno alle pinze dei freni.

Tuttavia, il liquido dei freni è anche igroscopico, il che significa che tende ad assorbire l’umidità dall’aria circostante nel corso del tempo e questo può comportare due problemi alla frenata ed al sistema frenante.

  1. Problemi alla frenata e fading | Quando l’acqua penetra all’interno del liquido dei freni fa abbassare la temperatura di ebollizione, il che potrebbe portare alla formazione di bolle d’aria durante le situazioni in cui si fa un uso intensivo dei freni che comporta l’innalzamento delle temperature di dischi, pasticche e pinza freno. Questo può causare l’effetto del fading, ovvero una riduzione della potenza frenante a parità di pressione sul pedale dell’acceleratore, compromettendo l’efficacia dei freni e aumentando il rischio di guasti.
  2. Ossidazione e corrosione | L’acqua assorbita dal liquido dei freni può portare all’ossidazione e alla corrosione di componenti critici del sistema frenante, come tubi freno, cilindretti dei freni a ganasce e pistoni con le relative sedi delle pinze. La corrosione può compromettere l’integrità strutturale dei componenti e ridurre la durata complessiva del sistema frenante.

Il fading

Il fading è causato dall’eccessivo surriscaldamento del sistema di frenata durante l’uso prolungato e intenso dei freni. Quando il sistema frenante (dischi, pasticche e pinza) si surriscalda, si ha una riduzione della potenza frenante momentanea che ritorna poi nei valori corretti a seguito del raffreddamento dell’impianto. Il fading, ovvero la riduzione della potenza frenante si può evitare utilizzando buoni materiali (dischi e pasticche) e cambiando regolarmente ogni 2/3 anni (quando si fa un uso normale dell’auto) il liquido dei freni.

In presenza di fading i freni "mollano" e lo spazio di frenata si allunga
In presenza di fading si ha la sensazione che i freni “mollino” e lo spazio di frenata si allunga

La sostituzione regolare del liquido dei freni è fondamentale per mantenere le prestazioni ottimali del sistema frenante e garantire la sicurezza del veicolo. Un’adeguata manutenzione del liquido dei freni contribuisce a prevenire la formazione di bolle d’aria nel sistema e la corrosione interna dei componenti, assicurando un funzionamento efficiente e affidabile dei freni. Se hai domande specifiche o dubbi sulla sostituzione dell’olio dei freni per il tuo veicolo, ti consiglio di consultare un meccanico professionista o un tecnico automobilistico esperto.

Il DOT del liquido freni

Il “DOT” del liquido dei freni è una specifica del “Department of Transportation” degli Stati Uniti, che classifica i liquidi dei freni in base alle loro caratteristiche, in particolare il punto di ebollizione. Il punto di ebollizione è fondamentale per un liquido freni poiché, durante l’uso intenso di questi ultimi, il calore generato può causare la vaporizzazione del liquido, portando a una perdita di efficacia frenante.

Ecco una tabella che riassume le specifiche dei liquidi dei freni DOT:

Tipo DOT Base Punto di ebollizione (nuovo) Punto di ebollizione (dopo assorbimento d’acqua)
DOT 3 Glicole 205°C (401°F) 140°C (284°F)
DOT 4 Glicole 230°C (446°F) 155°C (311°F)
DOT 5 Silicone 260°C (500°F) Non assorbe acqua
DOT 5.1 Glicole 260°C (500°F) 180°C (356°F)
specifiche dei liquidi dei freni DOT

Il DOT 5 è formulato a base di silicone, presenta una viscosità ridotta e non ha la capacità di assorbire l’umidità (zero igroscopia). Pur essendo leggermente comprimibile, le sue caratteristiche lo rendono ideale per condizioni climatiche fredde, grazie alla sua bassa viscosità. Inoltre, è particolarmente adatto per veicoli d’epoca che rimangono inattivi per lunghi periodi, poiché è meno corrosivo e non assorbe umidità.

Sotto un liquido freni Brembo di alta qualità per freni e frizione superiore al DOT4 con un punto di tenuta a secco di 271°C, miscelabile per aggiunta con liquidi frenanti DOT3, DOT4 e DOT5.1 e molto adatto anche per sistemi freni ABS.

liquido freni Brembo
Liquido freni speciale Sport.EVO 500++ Brembo

È essenziale utilizzare il tipo di liquido freni specificato dal produttore del veicolo e non mescolare liquidi di specifiche diverse. La miscelazione può ridurre l’efficacia del sistema frenante e causare potenziali pericoli sulla strada.

Sistema frenante (disco freno) che ha lavorato, affaticato a sinistra ed a destra materiali di attrito frenante nuovo
Sistema frenante (disco freno) che ha lavorato, affaticato a sinistra ed a destra materiali di attrito frenante nuovo

Scopri tutti gli articoli in cui abbiamo parlato di freni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Giovanni Mancini

Ingegnere meccanico, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Seguo la direzione di questo portale newsauto.it e dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 da oltre 20 anni riferimento dei "car enthusiast". Sono appassionato di tecnica motoristica, guida sportiva ed enduro. Ho avuto la fortuna di disputare oltre 100 gare in pista, tra sprint ed endurance. Nell'anno 2004 ho conseguito il titolo di Campione Italiano nel (CIVT) Campionato Velocità Turismo con una Fiat Punto HGT. Tra le tante auto speciali provate: la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto