Accessori AutoCome fareGUIDE CONSIGLI

Antigelo motore, come e quando controllare

Il liquido antigelo dell'auto è fondamentale per preservare il motore quando ghiaccia. Scopriamo come controllare il liquido antigelo dell'auto, quando, come e quanto costa.

Durante la stagione invernale anche l’auto ci costringe a prenderci cura di lei come fosse un bambino: necessita, infatti, di particolari cure e attenzioni soprattutto quando arriva il ghiaccio. Il motore è il cuore della vettura, e se questo dovesse danneggiarsi seriamente, potremmo dire addio alla nostra amata auto perché la riparazione può costare più del suo valore. Un componente importante del propulsore da tenere d’occhio è il circuito di raffreddamento e il relativo radiatore con il quale, attraverso l’acqua, avviene lo scambio di calore tra motore e l’ambiente. In inverno con la temperatura sottozero però l’acqua ghiaccia e spacca tutto… per questo bisogna verificare attentamente che in questo circuito non ci sia solo acqua.

Per preservare il motore da possibili danni c’è un prodotto che ghiaccia ad una temperatura decisamente più bassa rispetto allo “0” dell’acqua, composto da una soluzione antigelo, detto anche liquido antigelo (o liquido refrigerante), ma bisogna sapere “a cosa serve”, quando e come controllarne il livello e la qualità nonché la densità utilizzando un particolare strumento.

L’antigelo!

Ma cos’è l’antigelo o meglio il liquido antigelo e a cosa serve? Questo liquido è di vitale importanza per il motore, poiché lo salvaguarda, evitando all’acqua di ghiacciare all’interno del circuito di raffreddamento, soprattutto nei periodi freddi come quello invernale. Si tratta di un particolare liquido refrigerante, a base di glicole etilenico che abbassa il punto di congelamento dell’acqua fino a circa -40 °C, ma al contempo innalza anche il punto d’ebollizione a 110 °C e oltre! Il compito dell’antigelo è duplice: quando il motore è spento, deve proteggerlo dal freddo, quando è in moto deve gestire efficacemente le temperature d’esercizio, mantenendole costanti per evitare di bruciare le guarnizioni e di grippare o deformare gli organi meccanici.

Antigelo, cosa è a cosa serve

Abbiamo constatato che il liquido antigelo è una sostanza importantissima per il nostro veicolo, ma cos’è e a cosa serve di preciso? Per farti un esempio pratico, così come i sali (urea, acido urico o altro) permettono ad alcuni animali di sopravvivere in una condizione di ibernazione impedendo all’acqua nel plasma sanguigno e nel citoplasma di cristallizzare e di distruggere così le membrane cellulari, l’antigelo ha un’azione paragonabile. Abbassando cioè il punto di solidificazione del solvente puro in cui viene disciolto ed evitare che il motore venga compromesso da un presunto congelamento del liquido all’interno dei suoi condotti.

Tale fenomeno avviene grazie all’abbassamento crioscopico, cioè la differenza osservata tra le temperature di congelamento di un solvente puro e di una sua soluzione. Il liquido refrigerante ha la capacità di portare il punto di ebollizione dell’acqua a più di 100°C e quello di congelamento a -20° impedendone così la glaciazione, grazie ad un particolare solvente, salvaguardando il motore.

Caratteristiche chimiche liquido antigelo auto

  • ottima solubilità nel liquido;
  • stabilità nel tempo anche dopo numerosi cicli di raffreddamento;
  • inalterabilità delle altre caratteristiche del liquido a cui è aggiunto;
  • abbassamento del punto di congelamento del liquido;
  • protezione dei condotti e dei componenti dell’impianto dai fenomeni di corrosione e cavitazione;
  • innalzamento del punto di ebollizione del liquido.
liquido antigelo controllo livello vaschetta acqua
Liquido antigelo di colore rosso che si intravede nella vaschetta dell’acqua refrigerante del motore

Come controllare il liquido antigeloquando cambiarlo e quali sono i giusti prodotti refrigeranti da usare?
Mettetevi comodi, armatevi di pazienza e tramite la lettura di questo articolo lo scoprirete!
Le indicazioni che sto per darvi permettono di fare questo check autonomamente se si ha un minimo di dimestichezza, senza affidarsi al proprio meccanico di fiducia.

Antigelo controllo livello, come fare

La prima cosa da fare è controllare il livello dell’antigelo sul circuito di raffreddamento della nostra auto, poi vedremo come controllare la sua densità e come cambiarlo.
Questa operazione del controllo livello va eseguita a motore spento e soprattutto freddo per evitare di togliere il tappo da un circuito sotto pressione: il rischio è quello di vedersi investito su corpo e volto da acqua bollente con il rischio di ustioni serie.

Dopo essersi assicurati che la temperatura sia quella ambiente, è possibile aprile il tappo sulla vaschetta e quello del radiatore. Dopodiché, verifichiamo se all’interno dell’apposito serbatoio del liquido antigelo, la sostanza è in corrispondenza tra le tacche di minimo livello e massimo livello.

Sostituzione liquido antigelo test densimetro
Test antigelo con densimetro

Se così non fosse, aggiungete il liquido antigelo acquistando la soluzione già pronta, un composto formato da acqua e antigelo. Durante il controllo, oltre al livello, bisogna prestare attenzione alla qualità del liquido antigelo e al suo colore. Se questo appare incolore, arrugginito o ha dei detriti che galleggiano in superficie, bisogna mettere in preventivo di pulire il sistema di raffreddamento scaricando tutta l’acqua almeno e poi ricaricare il circuito aggiungendo il nuovo liquido antigelo. Qualora l’antigelo apparisse di natura fangosa o se la superficie sembra oleosa, ti consiglio di portare immediatamente il veicolo dal meccanico per verificare la guarnizione della testata.

Liquido antigelo, come controllare la densità

Una volta aperto il vano motore della nostra auto, per controllare la presenza e la densità del nostro liquido antigelo all’interno del circuito di raffreddamento, dobbiamo servirci di un densimentro per antigelo, un particolare strumento economico (costa mediamente 10/20 euro massimo, ma se ne trovano di più economici), con una pompetta per aspirare l’acqua dalla vaschetta. Il suo tubicino viene immerso per aspirare un pò di liquido e tramite l’asta graduata si può leggere il punto di congelamento del nostro liquido.

Densimetro per misurare l’antigelo

I valori riportati possono variare a seconda della densità con diversi punti di congelamento, -5°, -10°, -20° ecc. a seconda appunto della percentuale di antigelo presente nel liquido. In base alle condizioni climatiche della zona in cui si vive va scelto un punto di congelamento e, di conseguenza, aggiungere più antigelo se necessario.

Leggi il punto di congelamento sull’idrometro. Se il tuo idrometro usa un ago, questo dovrebbe indicare una specifica temperatura o un intervallo o, se usa una serie di sfere di plastica, l’ammontare del numero delle sfere a galla indica l’efficacia della protezione dell’antigelo. Invece, con un livello insufficiente, dovrai aggiungere del liquido o sostituirlo. Il mio consiglio è di testare il livello di protezione in primavera e in autunno, e più spesso se guidi in condizioni estreme. Qui sono segnalati due kit per il test rispettivamente di Lampa e Bep’s.

👉 ACQUISTA TESTER ANTIGELO economico LAMPA

👉 TESTER ANTIGELO
👉 DENSIMETRO PER ANTIGELO HYDRO TEMP

Il tester per l’antigelo è disponibile a 17 € anche su AMAZON che grazie a PRIME consegna in 1 giorno.

Tester antigelo su amazon
Densimetro per antigelo su AMAZON

Ogni quanto tempo va sostituito il liquido antigelo auto

La sostituzione del liquido antigelo va eseguita periodicamente. Quando? C’è chi sostiene che vada sostituito completamente ogni 4 anni oppure ogni 6 ma, solo la casa costruttrice conosce con certezza il lasso di tempo che deve passare tra una sostituzione ed un’altra. Ovviamente non dovrai andare direttamente alla concessionaria dove hai acquistato la tua auto ma, per conoscere i tempi previsti di sostituzione, non dovrai far altro che aprire il libretto d’uso e manutenzione della tua auto, che ti sarà segnalato in anni, oppure dopo aver raggiunto una serie precisa di chilometri percorsi (ad esempio: cambio liquido refrigerante ogni 50.000 km).

Quanto costa cambiare liquido antigelo

Dopo averti spiegato come cambiare il liquido refrigerante ed ogni quanto tempo va sostituito, è giusto sapere quanto costa cambiare il liquido antigelo. Solitamente, un meccanico può chiedere una somma che va da un minimo di 10€ ad un massimo di 30€ per la sostituzione del liquido antigelo. Ovviamente puoi farlo anche tu da casa, ma il consiglio che ti do è quello di rivolgerti sempre al tuo meccanico di fiducia per ogni evenienza.

Tipologie colori liquido refrigerante

Esistono diverse tipologie di colori del liquido refrigerante, tale colorazione è dovuta a due motivi fondamentali: aiutare ad individuare eventuali perdite lungo le tubazioni o sul blocco motore e distinguere i prodotti che contengono additivi diversi da non mescolare tra loro.

Il liquido antigelo si caratterizza per essere disponibile sul mercato in diverse tipologie di colori: rosso, viola, giallo, blu e verde. A seconda della cromia scelta, si hanno caratteristiche differenti del prodotto, che variano a seconda degli additivi in esso contenuti perciò, non vanno mai mescolati tra di loro. Sono proprio questi che permettono al liquido antigelo, generalmente composto da una soluzione a base di glicole, di poter esprimere al meglio le sue proprietà tecniche.

liquido antigelo in flaconi
Flaconi di liquido antigelo per motori auto

Esistono numerose marche di liquido antigelo sul mercato, ma quale scegliere per la nostra auto?
Consiglio i prodotti di qualità come quelli Ma-Fra, Bep’s Lampa che hanno sicuramente una vasta gamma di liquidi di raffreddamento prodotti con alti standard di qualità, in grado di rispettare anche le specifiche più severe previste dai costruttori di automobili.

E’ doveroso scegliere il liquido antigelo anche in base al colore. La colorazione non dipende tanto dai gusti della persona, quanto dai componenti contenuti nella sostanza. Analizziamo ora i vari colori di liquido antigelo per la nostra auto.

Liquido antigelo di colore rosso

Introdotto sul mercato nel 1997, il liquido antigelo di colore rosso è quello maggiormente diffuso negli ultimi anni ed impiegato su tutti i motori moderni. Una delle principali differenze portate da questo nuovo liquido sono legate ai suoi additivi. A differenza dei liquidi blu/verde e giallo, contiene solo additivi organici (senza silicati e fosfati) ed è identificato con la sigla OAT (Organic Additive Technology), ossia tecnologia con additivi organici.

Liquido antigelo di colore rosso Lampa
Liquido antigelo di colore rosso Lampa

👉 LAMPA ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO DI COLORE ROSSO

👉 MA-FRA ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO COLORE ROSSO

Liquido antigelo di colore viola

L’antigelo di colore viola è un liquido che ha gradualmente sostituito il tradizionale liquido rosso. E’ compatibile con tutti i precedenti liquidi, anche se per vecchie auto con radiatore in rame/ottone è preferibile mantenere il liquido originariamente previsto dal costruttore. Le nuove versioni di questo liquido sostituiscono parte del glicole etilenico con la glicerina, che ha un minore impatto ambientale.

Liquido antigelo ma-fra bep's di colore viola
Liquido antigelo ma-fra bep’s di colore viola

👉 MA-FRA ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO COLORE VIOLA

Liquido antigelo di colore giallo

Alcune case automobilistiche, hanno sostituito gli additivi inorganici con additivi organici uniti a quelli inorganici, a cui è stata attribuita una colorazione gialla. Ti spiego meglio. E’ una soluzione intermedia che unisce una base di additivi organici, ma che contiene anche una parte di additivi inorganici come silicati e fosfati. Potresti trovare nei liquidi di questo tipo la sigla HOAT (Hybrid Organic Additive Technology), ossia tecnologia con additivi organici ibridi.

👉 LAMPA ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO DI COLORE GIALLO

👉 MA-FRA ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO COLORE GIALLO

liquido antigelo giallo fra-ber

👉 FRA-BER ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO COLORE GIALLO

Liquido antigelo di colore blu/verde

Si tratta di un liquido a base di glicole etilenico che utilizza come additivi anticorrosivi inorganici come: sali di fosfato, nitriti, silice e borato, estremamente tossici ed inquinanti. Inoltre, è il primo liquido antigelo ad essere stato immesso sul mercato. Questa tipologia di liquidi li trovi ancora sul mercato soprattutto per l’impiego di rabbocchi e sostituzione in vecchie auto (fino ai primi anni ’90). L’uso di questo liquido però è stato abbandonato a causa della sua elevata tossicità.

Liquido antigelo di colore blu Lampa
Liquido antigelo di colore blu Lampa

👉 LAMPA ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO DI COLORE BLU

👉 BEP’S ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO DI COLORE BLU

Liquido antigelo di colore verde Lampa

👉 ACQUISTA LIQUIDO ANTIGELO DI COLORE VERDE LAMPA

👉 ACQUISTA LIQUIDO ANTIGELO DI COLORE VERDE BEP’S

👉 MA-FRA ACQUISTO LIQUIDO ANTIGELO COLORE VERDE

Se sei arrivato fin qui, ora hai tutte le informazioni per effettuare la sostituzione del liquido refrigerante auto, le sue caratteristiche chimiche e il significato del suo colore. Quindi, se la tua lettura è giunta fino a questo punto, sicuramente al prossimo freddo il motore della tua auto sarà protetto da ogni possibile danno causato dalle intemperie del clima invernale. Soprattutto in certe situazioni, avrai capito quanto è importante controllare la qualità del liquido di raffreddamento, in particolar modo sulle auto più datate che necessitano di un controllo maggiore a differenza delle nuove auto che utilizzano già il liquido di raffreddamento.

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio)

👉 COME EVITARE TRUFFE IN OFFICINA

Cosa ne pensi?
PARTECIPA alla DISCUSSIONE liquido antigelo auto

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!


COMMENTA CON FACEBOOK

Raffaello Caruso

Mi presento: sono Raffaello Caruso, classe '94 di Catanzaro studente presso l'Università degli Studi "L'Orientale" di Napoli, e da sempre sono un grande appassionato di motori. Coltivo questa grande passione dall'età di 3 anni grazie a mio padre che da sempre mi ha istruito nel "culto dei motori" e, sempre grazie a lui, all'età di 8 anni ho partecipato in maniera agonistica a diverse competizioni di GoKart. Seguo assiduamente ogni competizione motoristica a quattro ruote, soprattutto la F1 di cui sono grande appassionato.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto