GUIDE CONSIGLINews auto

Incidente auto in sosta, come fare per ottenere il risarcimento

Incidente auto in sosta, secondo una ricerca di Facile.it il 16,5% di chi ha tamponato in assenza del proprietario è scappato. Come fare se ci si trova in una situazione simile

Incidente auto in sosta in assenza del proprietario del veicolo è piuttosto frequente. Ma come si comportano gli italiani al volante una volta fatto il danno? La risposta arriva dall’indagine commissionata da Facile.it secondo cui il 16,5% di coloro che si sono trovati in questa situazione, vale a dire 1,3 milioni di automobilisti, piuttosto che assumersi la responsabilità di quanto fatto ed approfittando dell’assenza del proprietario del veicolo danneggiato, hanno preferito scappare senza lasciare alcun riferimento di contatto.

Incidente auto in sosta, come ci si comporta?

Se l’automobilista che ha causato il sinistro lascia i propri recapiti, il proprietario del veicolo danneggiato può tirare un sospiro di sollievo perché, in questo caso, è possibile fare una normale constatazione amichevole e chiedere il rimborso dei danni subiti alla compagnia assicurativa della controparte.

DENUNCIA I problemi, invece, nascono nel momento in cui il responsabile del danno scappa senza lasciare i propri recapiti e in assenza di testimoni. Questo tipo di danni non sono coperti dalla polizza RC auto obbligatoria e richiedono una copertura aggiuntiva opzionale, come quello contro gli Atti vandalici. Se nella propria assicurazione c’è questa garanzia accessoria, dopo aver sporto denuncia alle autorità, si può chiedere alla propria compagnia il rimborso del danno subito.

ATTI VANDALICI Attenzione però perché la garanzia contro gli Atti vandalici non copre tutte le tipologie di danno subito; ci sono alcune componenti dell’automobile, ad esempio il parabrezza, i finestrini e il lunotto posteriore, che richiedono un’ulteriore coperture aggiuntiva, in assenza della quale il danno causato da terzi non verrà rimborsato. Nella garanzia di Atti Vandalici

Va considerato anche il massimale e la presenza di eventuali franchigie: in caso di danno, la compagnia rimborserà il proprietario fino al valore emergente dalle quotazioni ufficiali dell’auto danneggiata; se il costo di riparazione supera questo valore, la differenza e a carico dell’assicurato.

Incidente auto in sosta
La garanzia Atti Vandalici in alcuni casi permette di richiedere il risarcimento dalla propria assicurazione se la propria auto viene tamponata in sosta in assenza del responsabile

Incidente auto in sosta, come si comportano gli italiani

DONNE PIÙ VIRTUOSE Tornando alla ricerca a scappare, dopo aver tamponato un’auto in sosta, secondo questa ricerca su un campione tra i 18 ed i 74 anni, sono maggiormente gli uomini (tra di loro lo ha fatto il 21,3%), mentre le donne sono appena l’8,5%. Considerando invece le fasce d’età, la maggior percentuale di “furbetti” 31%) si incontra in quella fra i 25 ed i 34 anni. Di contro, gli automobilisti più corretti sembrano essere coloro che hanno tra i 65 ed i 74 anni; fra loro si dà alla fuga solo l’8,8% degli intervistati.

A livello geografico scappano maggiormente gli automobilisti del Centro e del Meridione. In Centro Italia hanno dichiarato di averlo fatto il 18,8% del campione; appena meno (18,5%) al Sud e nelle Isole.

SCUSE Al sondaggio questi automobilisti hanno risposto che scappano perché hanno la convinzione di aver causato un danno tutto sommato minimo. Un’altra risposta tipica è stata quella di aver paura di dover sostenere delle spese troppo alte per le proprie tasche. Altre risposte gettonate sono state: “nessuno mi ha visto” e, anche, perché “tanto nessuno mette mai bigliettini”.

Incidente auto in sosta
Gli uomini scappano di più dopo aver tamponato un’auto in sosta

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close