GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Incentivi statali, Ecobonus per Taxi, NCC e impianti a GPL/Metano, le date

Sono esauriti i fondi per l'acquisto di auto di servizio riservati a titolari di licenze taxi e NCC. Restano attivi i fondi per le trasformazioni a gas GPL/Metano

Tra le iniziative, promosse dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy e gestite da Invitalia, rientrano i nuovi incentivi statali inseriti nel nuovo piano di incentivi auto operativi da giugno, di cui sono esauriti quelli per le auto elettriche. Ci sono altri incentivi mirati per l’acquisto di veicoli meno inquinanti riservati ai titolari di licenze taxi e noleggio con conducente (NCC) che possono usufruire dell’ECOBONUS per l’acquisto di veicoli di categoria M1. Altra novità è l’Ecobonus-Retrofit, un contributo per l’installazione di un impianto a GPL o metano su auto a benzina.

Aggiornamento: il fondo per questi incentivi riservati a TAXI e NCC alla data del 15 giugno risultano esauriti.

Situazione fondi Ecobonus per Taxi ed NCC
Situazione fondi Ecobonus per Taxi ed NCC esauriti

Incentivi per Taxi e NCC (esauriti)

Gli incentivi per l’acquisto di nuove auto vanno da un minimo di 1.500 a un massimo di 13.750 euro, in base a condizioni di rottamazione e ISEE personale. Questi importi raddoppiano per i titolari di licenze taxi e NCC che sostituiscono l’auto di servizio, nonché per i vincitori del concorso straordinario per nuove licenze taxi e NCC. Questa maggiorazione del contributo per l’acquisto di veicoli a basse emissioni (fasce 0-20, 21-60 e 61-135 g CO2/Km) è stabilita dal decreto-legge 10 agosto 2023, n. 104.

Le prenotazioni dei contributi possono essere effettuate dal 17 giugno 2024 tramite una piattaforma aggiornata, con la necessità di presentare specifiche dichiarazioni per accertare i requisiti. I venditori dovranno confermare le operazioni entro 270 giorni dalla data di inserimento della prenotazione.

Contributo per impianto GPL

Sono stati stanziati 10 milioni di euro per la trasformazione a gas metano e GPL delle vetture immatricolate dopo il primo gennaio 2006. Dal 19 giugno 2024, invece, gli installatori di impianti GPL e metano possono accreditarsi per usufruire del cosiddetto Ecobonus – Retrofit.
L’incentivo è consentito per il montaggio di impianti su auto Euro 4 o successive, con contributi di 400 euro per l’installazione di un impianto a GPL e di 800 euro per uno a metano. Il bonus prevede uno sconto diretto al momento dell’installazione: il rimborso sarà erogato direttamente all’installatore dalle aziende produttrici degli impianti, che a loro volta potranno recuperare quanto anticipato tramite credito d’imposta.

Leggi anche:

→ Incentivi auto elettriche esauriti

→ Guida agli incentivi auto 2024, come funzionano

→ Auto plug-in con gli incentivi

→ Auto termiche con gli incentivi

→ Leggi altri argomenti correlati

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto