AMGFotogalleryGUIDE CONSIGLIMercedes-Benz

Come non pagare il superbollo, sconti per le auto ibride

Come non pagare il superbollo? Le auto ibride sportive godono di agevolazioni fiscali in alcune Regioni italiane. Ecco le sportive Mercedes acquistabili senza l’ansia del superbollo

COME NON PAGARE IL SUPERBOLLO – La paura del Superbollo continua a turbare i sogni degli automobilisti italiani, amanti delle auto sportive. Un freno alla passione che in alcune Regioni italiane, grazie alla nuova gamma mild hybrid EQ Boost di Mercedes, è possibile lasciarsi finalmente alle spalle. (Come si calcola il superbollo).

Oltrepassare il limite dei 185 kW non significa più entrare nell’oscura e insidiosa notte di Halloween, ma avere la libertà di scegliere, a cuor leggero, tra diversi modelli che partono dalla Classe E ed arrivano fino alle esclusive Mercedes-AMG GT Coupé4 in versione 43 e 53 con modulo EQ Boost integrato.Mercedes-AMG GT 53 S 4MATIC+ bianca, vista frontale

Come non pagare il superbollo?

Un modo per non pagare il superbollo c’è? Nella notte di Halloween, Mercedes-Benz lancia l’EQBoostAttack che, in alcune Regioni italiane, allontana l’incubo del Superbollo. Dalla Classe E alla Classe S, passando per la nuova CLS, fino ad arrivare alla Mercedes-AMG GT Coupé4: diventa oggi più semplice dar seguito alla passione, senza le preoccupazioni e gli oneri dell’extra-tax riservata alle vetture che superano i 185 kW.

Non si paga il superbollo su questi bolidi grazie alle motorizzazioni mild hybrid EQBoost, a seconda della Regione possono beneficiare dell’esenzione dal Superbollo, oltre ai diversi incentivi offerti, a secondo delle città, dall’omologazione ibrida.Mercedes-AMG GT 53 S 4MATIC+ AMG bianca, vano motore

Auto sportiva ibrida Mercedes

Mercedes offre una gamma di auto sportive ibride completa, con motori a quattro e sei cilindri, cui si aggiunge un EQ Boost elettrico da 48V, che offre una potenza supplementare di 16 kW. Ad oggi, la porta d’ingresso al mondo EQ Boost è la C 200 EQ Boost (4 cilindri, 1.5 litri e 135 kW di potenza), disponibile su tutte le varianti di carrozzeria. Salendo di segmento e di cilindrata, EQ Boost entra nella gamma di Classe E (Berlina, Station Wagon, Coupé, Cabriolet) con il sei cilindri in linea della E 350 EQ Boost, che vanta una potenza di ben 220 kW che salgono a 320 kW con la E 53 4MATIC, la porta d’ingresso al mondo hybrid firmato Mercedes-AMG.

Può contare sui benefici dell’EQ Boost anche CLS 450 4MATIC (270 kW), disponibile anche in versione 53 4MATIC (320 kW). Anche l’ammiraglia della gamma, la Classe S subisce il fascino del mild hybrid con le versioni S 450 (270 kW) e S 500 (320 kW). Le Mercedes-AMG GT Coupé4 43 4MATIC+ e Coupé4 53 4MATIC+ rappresentano, infine, il punto più elevato dell’impiego della tecnologia EQ Boost. Il nuovo motore a sei cilindri in linea da 3,0 litri con cui sono equipaggiate assicura rispettivamente 270 kW (367 CV) e 320 kW (435 CV) cui si aggiungono i 16 kW (22 CV) di potenza e 250 Nm di coppia del modulo elettrico.Mercedes-AMG GT 63 S 4MATIC+, vista laterale

AGEVOLAZIONI FISCALI AUTO IBRIDE REGIONI ITALIANE

LOMBARDIA
Veicoli Ibridi (ad alimentazione benzina/elettrica):
– Se dotati di ricarica esterna elettrica godono dell’esenzione al 50% dal pagamento del bollo auto per i primi 3 anni dall’immatricolazione, se immatricolati tra gennaio 2015 e dicembre 2017. In seguito il bollo dovrà essere pagato per intero. Per tutte le categorie di veicoli ibridi che non sono dotate di ricarica esterna elettrica la tassa è pari a 2,58 euro per Kilowatt. L’agevolazione è stata estesa anche ai veicoli con le medesime caratteristiche immatricolati dall’1/1/2018 al 31/12/2020.
LAZIO
Autoveicoli di nuova immatricolazione con alimentazione ibrida (benzina/elettrica) o con alimentazione doppia (benzina/idrogeno):
– A decorrere dal 2014 Regione Lazio ha disposto l’esenzione temporanea pari a tre anni (36 mesi solari) decorrenti dalla data di immatricolazione.
VENETO
Veicoli ibridi (benzina/elettrici, diesel/elettrici, termici/elettrici e benzina/idrogeno):
– Dall’anno d’imposta 2014 sono esentati dalla Tassa Automobilistica Regionale per tre annualità a partire dalla data di immatricolazione.
PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
Veicoli ibridi (metano/benzina, GPL/benzina, elettrici/benzina):
– Tutti i veicoli di nuova immatricolazione godono dell’esenzione quinquennale, a decorrere dal sesto anno di imposta è dovuto il 25% della tassa per i veicoli a benzina
PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
Veicoli con alimentazione esclusiva o doppia, elettrica, a idrogeno, gas metano o GPL:
– In base alla legge provinciale 22 dicembre 2016 n.28, a decorrere dal 28 dicembre 2016 vige l’esenzione triennale per i veicoli con alimentazione, esclusiva o doppia, a idrogeno, gas metano, GPL oppure con alimentazione ibrida elettrica e termica, spetta ai veicoli immatricolati nuovi e di competenza della provincia di Bolzano, vale a dire: di proprietà di soggetti residenti nella provincia di Bolzano, senza utilizzatori (a titolo di locazione finanziaria – leasing, di acquisto con patto di riservato dominio o di usufrutto) di proprietà di soggetti ovunque residenti, con utilizzatore (a titolo di locazione finanziaria – leasing, di acquisto con patto di riservato dominio o di usufrutto) residente nella provincia di Bolzano.
PIEMONTE
– Si segnala l’approvazione dell’Assestamento del Bilancio 2017-2019, avvenuta lo scorso 17 novembre. Tra le diverse misure contenute nel provvedimento alcune hanno avuto il contributo delle opposizioni. Come previsto da un emendamento del gruppo M5s (a firma di Giorgio Bertola), anche i veicoli ibridi sotto i 100 kw avranno l’esenzione dal bollo, nei primi 5 anni di immatricolazione, come le auto a doppia alimentazione gas/benzina. La potenza è calcolata sul motore termico mentre per quello elettrico l’esenzione è totale.
LIGURIA
Autovetture nuove, immatricolate per la prima volta a decorrere dal 1° gennaio 2016, con alimentazione ibrida (benzina/elettrica, inclusiva di alimentazione termica, benzina/idrogeno o gasolio/elettrica):
– Con Legge Regionale 21 giugno 2016, n. 8 la Liguria ha disposto che sono esentate dal pagamento della tassa automobilistica regionale per il primo periodo fisso e per i quattro successivi.
VALLE D’AOSTA
La Regione Autonoma della Valle d’Aosta all’art.28 della Legge Regionale n.24 del 21 dicembre 2016 ha disposto che i veicoli nuovi immatricolati a partire dal 1° gennaio 2017 e sino al 31 dicembre 2019, appartenenti alle categorie internazionali M1 e N1, alimentati con tecnologia ibrida a doppia alimentazione elettrica/termica ovvero ad alimentazione esclusiva a idrogeno, sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica per il primo periodo fisso di cui all’articolo 2 del decreto del Ministro delle finanze 18 novembre 1998, n. 462 e per le quattro annualità successive. Per i veicoli provenienti da altra Regione o Provincia autonoma, l’esenzione opera limitatamente al periodo residuo che intercorre tra la data di entrata in Regione e il termine dell’ultima annualità esente.
EMILIA ROMAGNA
Autoveicoli nuovi con alimentazione ibrida (benzina/elettrica, gasolio/elettrica, benzina/idrogeno):
– Sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale dovuta per il primo periodo fisso e per le due annualità successive. L’esenzione è riconosciuta esclusivamente ai veicoli nuovi ad alimentazione ecologica immatricolati per la prima volta in Italia dall’1/1/2016 al 31/12/2016 da contribuenti residenti o con sede legale in regione Emilia Romagna. (Legge Regionale 29 dicembre 2015, n. 23)
MARCHE
Esenzione temporanea per autoveicoli ibridi:
– A decorrere dal 1° gennaio 2017, i proprietari di nuovi autoveicoli con alimentazione ibrida benzina-elettrica o gasolio-elettrica, inclusiva di alimentazione termica, o benzina-idrogeno immatricolati per la prima volta nel corso dell’anno 2017, sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale per il primo periodo fisso e per le cinque annualità successive (art. 6 l.r. n. 35 del 27/12/2016)
CAMPANIA
Autoveicoli con alimentazione ibrida benzina-elettrica, inclusiva di alimentazione termica, o con alimentazione benzina-idrogeno:
– A partire dal 2014, sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale dovuta per il primo periodo fisso e per le due annualità successive a partire dalla data di prima immatricolazione
Riduzioni ed esenzioni per auto consegnate ai concessionari per la rivendita
UMBRIA
Veicoli nuovi immatricolati per la prima volta in Italia con alimentazioni idrogeno, ibrida benzina/elettrica, ibrida gasolio/elettrica:
– Con Legge Regionale n.3 dell’8/4/2016, modificata dalla Legge Regionale n.9 del 28/7/2016, la Regione Umbria ha nuovamente disposto l’esenzione temporanea per i veicoli nuovi immatricolati per la prima volta in Italia da soggetti residenti in Umbria dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2017 con alimentazioni: idrogeno, ibrida benzina/elettrica, ibrida gasolio/elettrica. L’esenzione è riconosciuta per il primo periodo fisso di cui al DM 462/1998 e per le due annualità successive.
PUGLIA
Veicoli nuovi appartenenti alle categorie M1 e N1 immatricolati dal 1° gennaio 2014 con alimentazione ibrida (benzina-elettrica e diesel-elettrica):
– Decorso il periodo di esenzione temporanea per il primo periodo fisso e per le cinque annualità successive i veicoli con alimentazione esclusiva a metano o a GPL, oppure ibrida benzina-elettrica e diesel-elettrica devono corrispondere la tassa automobilistica ridotta del 75%, mentre per quelli con alimentazione doppia la tassa automobilistica deve essere corrisposta per intero.
MOLISE
Autoveicoli con alimentazione esclusiva o doppia, elettrica, a gas metano, GPL e idrogeno, omologati fin dall’origine dal costruttore, o a seguito di installazione successiva:
– La tassazione sarà determinata in base alla potenza massima del motore espressa in KW per il valore annuo pari ad € 3,12 ed il valore annuo espresso in CV pari ad € 2,30 (a prescindere dalla direttiva CEE riportata sulla carta di circolazione).

COME SI CALCOLA IL SUPERBOLLO

OCCASIONI USATO MERCEDES – LISTINO PREZZI MERCEDES

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close