Come fare

Smarrimento patente, ecco cosa fare passo per passo

Lo smarrimento della patente può trasformarsi in una bella rogna per qualsiasi motorizzato. Ecco dunque cosa fare in questo caso, e i consigli da seguire passo per passo.

La vita dell’automobilista tipo, e in realtà di qualsiasi altra categoria di motorizzati, può essere messa in ginocchio da una serie di inceppi poco simpatici. Il traffico che non scorre, un graffio sulla carrozzeria, anche piccolo, o un tamponamento seppur lieve. E poi ancora ci potrebbe essere una pioggia battente che si sa, inspiegabilmente blocca un’intera città, o il sole cocente. Insomma, sono molte le grane che minacciano la quotidianità di questa categoria, ma lo smarrimento della patente è un problema ben più grande.

Ecco allora cosa fare in questo caso, dalla richiesta del duplicato per smarrimento fino alla presentazione di denuncia (anche) online. Qui la guida dei consigli da seguire passo per passo in caso di patente smarrita.

Cosa fare quando si perde la patente

Prima di iniziare a parlare di cosa fare nel caso dello smarrimento della propria patente, bisogna assolutamente sapere che in alcun caso è concesso guidare un veicolo o un motoveicolo su strada in assenza della apposita licenza. In poche parole, senza patente non si guida, mai; pena una multa compresa tra i 41 e i 168 euro.

Dunque, nel caso in cui si smarrisca la propria licenza di guida, o che questa venga rubata, occorre seguire un iter ben preciso che, dopo una serie di passaggi che vi elencheremo (e spiegheremo) a breve, consente di arrivare ad ottenere un duplicato ufficiale dello stesso documento.

smarrimento patente cosa fare

La prima mossa da compiere in questi casi è quella di sporgere denuncia di smarrimento o, come già specificato in precedenza, di furto della propria patente presso il Comando di Polizia o dei Carabinieri. Si tratta di un passaggio necessario e obbligatorio che deve essere compiuto entro le 48 ore dalla sparizione del documento.

Le Forze dell’Ordine in questo caso si accerteranno se la licenza smarrita è duplicabile direttamente, fondamentale per sviare ulteriori passaggi burocratici, oppure no. Comunque sia, in questa sede viene anche rilasciato un permesso provvisorio che consente all’interessato di circolare con il proprio veicolo durante tutta la prassi per l’ottenimento del famigerato duplicato. Questo permesso ha una validità di 90 giorni.

Nel momento in cui le Forze dell’Ordine rilasciano questa certificazione provvisoria di guida, decade automaticamente la validità della patente smarrita o rubata. In caso di un suo eventuale ritrovamento, dunque, questa deve essere distrutta.

Bisogna sapere inoltre che se lo smarrimento della patente di guida, o il suo furto, avviene in un Paese estero, allora bisognerà sporgere due denunce. Una nel luogo in cui è avvenuto il fattaccio, e l’altra al ritorno in Italia.

Come richiedere il duplicato della propria patente smarrita

Dunque tutto parte da una denuncia sporta presso qualsiasi Comando di Polizia o dei Carabinieri, e sono proprio le Forze dell’Ordine, come già puntualizzato, ad occuparsi sia della creazione di un documento di guida provvisorio sia dell’avviamento della procedura per la richiesta del duplicato.

duplicato patente smarrita

In questo caso ci sono due possibilità: patente duplicabile o non duplicabile. Nel primo caso, quello più semplice e veloce, sono sempre le Forze dell’Ordine presso le quali è stata sporta la denuncia per smarrimento che si impegnano per l’ottenimento del duplicato. Anche se la consegna non è comunque istantanea. Per quanto riguarda invece il caso della patente non duplicabile, allora è necessario rivolgersi alla Motorizzazione civile.

Tempi e costi del duplicato

Due possibilità che posseggono due tempistiche e due costi differenti. Prendiamo in esame il caso della patente duplicabile. In questo caso occorrerà presentarsi alle Forze dell’Ordine dotati semplicemente di due fotografie formato tessera, che sarebbe meglio avere già nel momento in cui si sporge la denuncia per smarrimento. Dopodiché l’organo di Polizia o dei Carabinieri invia la richiesta di duplicato direttamente al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT). E solo in questo momento rilascia il permesso provvisorio di guida.

Per la questione relativa ai costi, seguendo questa procedura l’interessato si ritrova a dover pagare 10,20 euro tramite bollettino PagoPA usando il codice N007 – Duplicato patente per smarrimento o sottrazione. Questo pagamento è necessario per l’emissione della nuova patente.

Una volta ricevuta la richiesta del duplicato e il relativo pagamento, il MIT si impegna a spedire il nuovo documento all’indirizzo di residenza dell’intestatario con posta assicurata, con un ulteriore costo da pagare pari a 6,86 euro.

costi duplicato patente

Nell’ipotesi dello smarrimento di una patente non duplicabile, come già anticipato, occorre rivolgersi in prima persona alla Motorizzazione Civile. In poche parole, in questo caso non ci sono le Forze dell’Ordine a fare da intermediario.

Di fronte a questo scenario è dunque necessaria la richiesta del duplicato della patente sul modello TT2112, scaricabile gratuitamente anche dal portale ACI, allegando la denuncia di smarrimento (o furto), la ricevuta del pagamento di 10,20 euro su bollettino PagoPA, due fotografie in formato tessera, le fotocopie del codice fiscale e carta d’identità e il permesso provvisorio di guida rilasciato dalle Forze dell’Ordine.

Infine, anche in questo caso, con la Motorizzazione Civile che si impegna nella creazione del nuovo documento di guida, la patente verrà inviata all’indirizzo di residenza dell’intestatario entro 45 giorni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Lorenzo Fiorentino

Classe '98, toscano d'adozione e amante delle quattro ruote (ma fanatico delle auto d'epoca). Forse dovrei usare queste due righe per la mia nuova carta d'identità, in fin dei conti raccontano molto, se non tutto, di me...
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto