500L

Castagna Tiberio GranOpen taxi Capri

Tiberio ritorna sull’isola azzurra ma questa volta ha perso la testa e allungato il collo: un modo un po’ diverso per dire che la lunghezza del veicolo è ora di 5290 mm ed il passo è cresciuto di 400 mm e quel poco di tetto d’origine è stato eliminato. Alla fine le richieste, forse le preghiere dei tassisti, hanno avuto la meglio ed ora Tiberio si presenta in una versione tutta nuova denominata GranOpen completamente plein air in grado di accogliere i turisti con comfort e lusso unici, di livello superiore ad ogni mezzo presente sull’isola.

Come una architettura organica, si integra perfettamente con il fascino dell’isola: linee decise che somigliano alle rughe dei pescatori, bianchi volumi tondeggianti sottolineati da modanature rosso corallo, da acciai inox lucidi e inedite finiture in mogano. Sa di mare e veste un look un po’ nostalgico fatto di code con pinne all’americana e fari a led tondi che conferiscono alla vettura un tono acquatico e diporto. Quando si arriva a Marina Grande è impossibile non notarlo: così diverso attrae tutti gli sguardi come fosse una barca fuor d’acqua, un Nautilus pronto a far scoprire tutte le bellezze dell’isola.

Intriso della forte personalità dell’autista, ogni taxi è da sempre diverso e fortunatamente uno speciale quanto unico regolamento comunale difende questa tradizione e dono questa libertà. Negli Anni Ottanta molte erano ancora le vetture circolanti su telai Fiat del dopoguerra. Carrozzerie in bi-colori sgargianti, corni rossi antimalocchio appesi in ogni dove “aiutavano” Santi sparsi tra cruscotto e marchio cofano. In molti ricordano ancora un taxi caprese di un serissimo blu che presentava in bella vista al centro della cromatissima griglia, al posto dell’originale logo Fiat, una procace Brigitte Bardot stesa su un fianco. Ricordi e abitudini che contano. Ecco oggi comparire al centro del frontale, valorizzata da una ghiera luminosa in led blu, l’effige argentea di Sant’Antonio da Padova, patrono di Anacapri: A17 è quindi un taxi protetto dal Santo e da una luce da supereroe che fa un po’ Iron Man e che, di notte nell’attesa, come i pesci notturni attrae la sua “preda”.

Su questo taxi, meno automobile e molto più tender, tutti si sentiranno come una star del cinema per il tempo del viaggio che fa arrivare nel cuore dell’isola. Ogni “corsa” è un’autentica esperienza visto che i “driver” vanno ben oltre i compiti di un comune tassista: aggiornano i fedelissimi sulle ultime novità, sono perfetti ciceroni con i turisti che vogliono scoprire l’isola, custodiscono con discrezione le più belle storie d’amore a volte porgono bellissimi mazzi di fiori spuntati chissà da dove. Somigliano molto ai gondolieri, cantano, sorridono e hanno moltissimo savoir-faire: come i loro colleghi veneziani in molti si tramandano l’arte da generazioni.

Tiberio GranOpen | COM’È FATTOTiberio è pensato per ogni località di mare dove sono richiesti un servizio di vettura cortesia o taxi di livello superiore, che risponde alle speciali esigenze di una categoria che oggi si trova a dover rinnovare il proprio parco auto con vetture totalmente aperte, sino a 7 posti, con grande spazio per bagaglio, ma con dimensioni adatte alla circolazione sulle strade dell’isola.

Tiberio è un’auto “d’amare” pensata per un luogo in mezzo al mare tra i più belli al mondo: stile nautico e grande eleganza si fondono nelle necessarie caratteristiche funzionali e riportano ai migliori anni della nostra memoria.

All’originale configurazione si aggiunge un terzo volume che allunga lo sbalzo posteriore di 940 mm a formare una spiaggetta dotata di pianale in teak e mogano. Questo nuovo vano bagagli è stato dimensionato per accogliere 4 valige rigide del formato più grande reperibile sul mercato. Per dissimulare le importanti dimensioni della coda il tetto è allungato con uno spoiler di sapore nautico con funzione di rollbar e di supporto al terzo stop. Autonomo dalla parte anteriore, pare essere un flying bridge e offre parziale copertura del vano bagagli oltre a consentire un’adeguata sensazione di riparo e sicurezza per chi occupa la terza fila di sedute.

Le lunghe fiancate sono nervate da reminiscenze Anni Cinquanta che formano nicchie in cui è incastonata la nuova fanaleria posteriore a led di forma circolare. Nuove barre “tientibene” in acciaio inox collegano il montante posteriore del tetto alla spiaggetta amalgamando otticamente tutte le nuove parti. La vista laterale è alleggerita da un inedito kit modanature sottoporta e passaruota che può essere fornito nel tono di colore preferito. Concorre a snellire il corpo vettura anche la speciale tinta grigia, con effetto “acciaio satinato”, applicata al tetto che permette la massima riflessione della luce solare senza alcun effetto di abbagliamento e abbatte il calore da irraggiamento in vettura nelle lunghe giornate di sole.

La soluzione per creare una vettura aperta rinuncia alla tradizionale capote che, con gli inevitabili ingombri, avrebbe compromesso la capacità di carico. La soluzione scelta è un tendalino ripiegabile molto veloce da installare e da rimovere a seconda del tempo e delle preferenze. Questa scelta non aggiunge peso e favorisce la rigidità richiesta: dote indispensabile per percorrere continuamente le tortuosissime salite e discese. Un sistema modulare offre differenti livelli di chiusura del tetto: grazie alla nuova cornice dotata di spoiler aerodinamico è ora possibile utilizzare la vettura nelle seguenti configurazioni: soft top coibentato per la stagione invernale; tendalino con struttura scomponibile in acciaio per la stagione estiva;

L’impiego delle differenti coperture avviene grazie a fissaggi meccanici di origine nautica. L’allungamento della vettura è ottenuto utilizzando esclusivamente lamiere in acciaio altoresistenziali a differente spessore per il massimo contenimento del peso aggiunto, le nuove parti di carrozzeria sono in materiali compositi.

Tiberio GranOpen | COM’È DENTRO – Aprendo la nuova porta allungata di 300 mm e l’accesso è particolarmente comodo per accogliere il cliente di ogni età: la finitura in massello di mogano borda e rifinisce tutta la linea di cintura della parte dedicata agli ospiti. L’essenza rossa e lucida, tipica delle più prestigiose imbarcazioni in legno, forma il nuovo séparé da limousine che cela una parte dei rinforzi necessari al telaio e dona un look da vettura con autista ricordando le creazioni della Carrozzeria Castagna degli Anni Trenta su base Isotta Fraschini. Al centro del séparé, la stazione meteo, tipica della cultura marinara, gratifica il viaggiatore: i due strumenti cromati consentono di conoscere temperatura, umidità ed evoluzioni metereologiche. Ai lati della stessa due comode maniglie in inox lucido agevolano l’entrata ed l’uscita su un pavimento rialzato, senza il tunnel centrale a disturbare i movimenti di ingresso e discesa.
Anche questo secondo esemplare esplora la necessità di usare materiali all’interno dell’abitacolo adatti all’uso pubblico che, contrariamente a quelli comunemente usati per questo utilizzo privato, offrano un “sentire” molto naturale e una immagine “attraente” e sofisticata tipica dei modelli fuoriserie.

I colori esterni vengono ripetuti all’interno dove il rosso corallo si mescola all’azzurro che unitamente al bianco, al grigio, ai diversi toni bruni con effetto invecchiato donano un’immagine ricca e particolarmente raffinata.

Gli speciali intrecci super-robusti, realizzabili in altri 10 differenti colori, sono al centro del nuovo stile delle sedute, circondati dal Weather di Alcantara in questo esemplare realizzati nei bellissimi colori bruciati. Impunture e profili azzurri riportano al colore vivo della classica Alcantara effetto suède che riveste le modanature dal sopracintura al padiglione, per far entrare in vettura il cielo sempre blu di Capri. Morbidi tappeti in moquette rossa riportano al lusso di un tempo.

Come vuole la nostra tradizione e le buone abitudini dei tassisti capresi, ogni vettura realizzata sarà personalizzata e differente dalle altre. Una ricca lista di accessori e materiali è stata appositamente creata per esaudire tutte le possibili esegenze e preferenze estetiche.

Nell’esemplare realizzato uno dei due gavoni laterali contiene l’immancabile la doccetta che attinge a un serbatoio d’acqua di 10 litri, grazie al quale è possibile sciacquare la vettura durante o al termine del servizio. Sotto la spiaggetta è presente un ampio vano dove riporre gli accessori e il secchiello con il materiale per la pulizia. Il pianale della spiaggetta è disponibile in teak o in speciale materiale antigraffio; è comunque protetto dall’abrasione da lunghi inserti in acciaio inox che agevolano lo scivolamento dei bagagli sino al lucido battivaligia con inserti in gomma.

Le visibilissime modanature in legno, ricavate dal pieno mediante lavorazione 3D, possono essere realizzate in moltissime essenze dure, oltre al mogano e al teak.
Nelle due scanalature laterali posteriori si inserisce a mano la paratia di chiusura, rivestita in prezioso vimini in tinta mogano, che al centro può ospitare in uno spazio per eventuali pubblicità, come richiesto dalla committenza.
La nuova luce TAXI è aggiornata alle recenti normative in materia e offre ben evidente, oltre al particolare design, la luce verde di “libero” e quella rossa di “occupato” quasi una ulteriore citazione al mondo nautico.

Tiberio GranOpen ha scelto pneumatici Bridgestone DriveGuard per evitare che spiacevoli forature possano interromperer il servizio e la gioia dei turisti. I preziosi cerchi in lega AEZ Shine Silver da 17” con disegno a raggi esaltano il look classico e concorrono all’alleggerimento del peso complessivo del veicolo.

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close