Auto Classiche & StoricheEventiGUIDE CONSIGLI

Alfa Romeo Milano Autoclassica 2016

Alfa Romeo a Milano AutoClassica 2016 è presente con un’area espositiva di forte impatto visivo capace di esaltare la più autentica passione per l’automobilismo, di ieri e di oggi. Il tema dell’esposizione milanese è la celebrazione della dicitura Veloce, apparsa per la prima volta sulla Giulietta Sprint Veloce presentata al Salone di Torino nell’aprile 1956 e che ha poi contrassegnato alcuni dei modelli più prestazionali della Casa del Biscione, fino a giungere alla nuova Giulia Veloce. La vettura, presentata al Salone di Parigi nello scorso ottobre, fa la sua prima apparizione italiana al salone milanese e sarà accompagnata per l’occasione da due progenitrici d’eccezione, entrambe provenienti da collezioni private: la Giulietta Sprint Veloce e la Giulia Sprint GT Veloce. Sullo stand Alfa Romeo i visitatori hanno anche modo di informarsi sulla mostra attualmente in corso presso il Museo Storico Alfa Romeo di Arese, intitolata “I Maestri dello Stile” e visitabile sino al 10 gennaio 2017: una celebrazione dell’opera dei grandi carrozzieri italiani, che hanno reso la Casa del Biscione protagonista della ricerca estetica, aerodinamica e tecnica.alfa-romeo_giulietta-sprint-veloce-1

Alfa Romeo | GIULIETTA SPRINT VELOCE (1957) – La Giulietta Sprint Veloce è l’evoluzione tecnica e prestazionale della Sprint: un peso minore (quasi cento chili), la potenza del bialbero in lega leggera portata a 80 CV (96 dal 1958), un rapporto di compressione aumentato e due carburatori doppio corpo che la proiettano a una velocità massima di oltre 170 km/h. Con queste performance la Sprint Veloce è destinata ai gentlemen drivers, che hanno a disposizione una vettura più prestazionale rispetto alla concorrenza. La carrozzeria non viene sottoposta a modifiche, tranne in qualche dettaglio secondario, e rimane così uno dei capolavori dello stile italiano, firmato Bertone e realizzato da Franco Scaglione. Tra i risultati sportivi di maggior rilievo della Giulietta Sprint Veloce c’è senza dubbio la vittoria di classe alla Mille Miglia del 1956, ottenuta in contemporanea con il clamoroso undicesimo posto assoluto, dietro a vetture con il triplo della potenza.alfa-romeo_giulietta-sprint-veloce

Alfa Romeo | GIULIA SPRINT GT VELOCE (1966)  Tre anni dopo l’esordio della Giulia Sprint GT del 1963, equipaggiata con il motore della berlina Giulia T.I., la Casa del Biscione presenta al Salone di Ginevra la Giulia Sprint GT Veloce: 3 cavalli di potenza in più rispetto ai 106 originari donano a questa coupé una guidabilità da prima della classe, per una velocità massima di oltre 185 km/h, limite che si avvicina a quello della celebre GTA in configurazione stradale. L’architettura meccanica della Sprint GTV ricalca ovviamente quello della Giulia e con un corpo vettura compatto e leggero vengono ancora più esaltate la sicurezza attiva e le prestazioni, che vanno ad insidiare le gran turismo dei segmenti superiori. La linea, essenziale ed elegante, anche questa firmata da Bertone e opera di Giugiaro, diventa immediatamente un classico.alfa-romeo_giulia-sprint-gtv-1

 Alfa Romeo | GIULIA VELOCE  Caratterizzata da stile e contenuti esclusivi, la nuova versione della Giulia si fregia di unnome evocativo e glorioso della tradizione Alfa Romeo, che da  esattamente sessant’anni identifica le versioni più sportive e distintive del Biscione. Questa nuova automobile si contraddistingue sia per alcuni raffinati elementi estetici, come i paraurti specifici e le  la cornice cristalli in nero lucido, sia per alcuni contenuti più sportivi quali l’estrattore posteriore specifico che integra il doppio terminale di scarico  e i cerchi in lega da 19″ a 5 fori disponibili come optional. Stessa impronta sportiva all’interno, dove spiccano i nuovi sedili Sport in pelle, disponibili in tre colori, riscaldati e con regolazione elettrica, il volante sportivo con impugnatura specifica e riscaldato, gli inserti in alluminio su plancia, tunnel centrale e pannelli porta e i fari allo Xenon. A uno stile distintivo, interno ed esterno, corrisponde una ricchissima dotazione di serie che prevede climatizzazione bi-zona, sistema Alfa DNA e sistema infotainment Alfa Connect 6,5″, oltre ai nuovi ed efficienti sistemi di sicurezza attiva quali il Forward Collision Warning (FCW) con Autonomous Emergency Brake (AEB) e riconoscimento pedone, il sistema frenante IBS (Integrated Brake System), il Lane Departure Warning (LDW) e il cruise control con limitatore di velocità. Su Giulia Veloce debutta il nuovo motore 2.2 Turbo Diesel che sviluppa una potenza massima di 210 CV a 3.750 gir/min e una coppia massima 470 Nm a 1750 giri/min. In particolare, il turbodiesel 2.2 della Giulia è il primo motore Diesel della storia di Alfa Romeo costruito interamente in alluminio. Questo quattro cilindri in linea è caratterizzato dal sistema d’iniezione di ultima generazione MultiJet II con Injection Rate Shaping (IRS) e pressioni d’esercizio di 2.000 bar. Il turbocompressore a geometria variabile ad attuazione elettrica rappresenta lo stato dell’arte della meccanica e minimizza i tempi di risposta assicurando, nello stesso tempo, vantaggi in termini d’efficienza. I più raffinati livelli di comfort ed esperienza di guida sono inoltre garantiti dall’utilizzo del contralbero di equilibratura. Infine, la nuova Giulia Veloce porta al debutto l’innovativo sistema di trazione integrale con tecnologia Q4, progettato per gestire la trazione del veicolo in tempo reale, al fine di garantire il massimo livello in termini di prestazioni, efficienza e sicurezza. Il sistema Q4 assicura quindi tutti i vantaggi della trazione integrale – in termini di stabilità, trazione e sicurezza – e, allo stesso tempo, garantisce consumi ridotti, reattività e tutto il piacere di guida di un’auto a trazione posteriore.alfa-romeo-giulia-veloce-14alfa-romeo-giulia-veloce-16

Tags

redazione

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano.
Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4×4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Simili

Close