Auto Classiche & StoricheFotogalleryPeugeot

Motore turbo diesel, il primo di Peugeot su una berlina

Il primo motore turbo diesel su una berlina debuttò nel 1979 sulla Peugeot 604. Fu una grande innovazione che rivoluzionò il mercato

La prima auto turbo diesel nel segmento delle ammiraglie fu una PeugeotNegli anni 70 le crisi petrolifere stravolsero il mercato dell’auto in Europa. Le vendite delle berline anche a cuasa dei consumi eccessivi. Allora Peugeot decise di introdurre un nuovo motore turbo Diesel sulla 604. L’ammiraglia del Leone fu la prima berlina alto di gamma ad adottare un motore Diesel sovralimentato in Europa.

Quarant’anni fa, rappresentò una vera rivoluzione che poi, come la storia ha avuto modo di testimoniare, fu ripreso anche dal resto della concorrenza. Nel 1979 sulla 604 arrivò un 2,3 litri da 80 CV, sufficienti a farla arrivare alla soglia dei 160 orari di velocità massima e con consumi nettamente diversi rispetto alle berline a benzina dell’epoca.

PEUGEOT 604 1975 La Peugeot 604, presentata del 1975 al Salone di Ginevra, era l’ammiraglia della Casa del Leone a metà degli anni 70. Nei primi due anni di commercializzazione ottenne buoni risultati commerciali ma poi, complice la crisi petrolifera, vide crollare le vendite. Il lancio sul mercato della versione V6 TI nel 1977, equipaggiata con motore 6 cilindri ad iniezione che forniva maggiori prestazioni con minori consumi, stabilizzò temporaneamente le vendite, ma non fu sufficiente a farle ripartire in modo deciso.

Peugeot 604 1975, vista di profilo

PRIMA AUTO TURBO DIESEL Il progetto della Peugeot 604 aveva l’obiettivo di contrastare il forte predominio dei marchi tedeschi nel segmento delle berline di lusso. Ci riuscì introducendo proprio il motore turbo diesel nel 1979. Questa nuova motorizzazione rappresentò una novità assoluta tra le vetture di grande serie. La Peugeot 604 ora poteva contare sulle qualità del motore Turbo Diesel da 2.304 cm3 con 80 CV, che gli consentiva di raggiungere una velocità massima di 157 Km/h.

Dopo il 1979 le vendite delle auto diesel fu sempre crescente. Nel 1981 la gamma delle motorizzazioni Diesel di 604 si sdoppiò e acquisì le nuove codifiche commerciali già adottate sul resto della gamma Peugeot, la DTurbo prese il nome di GRD Turbo e la SRD Turbo, divenne la versione equipaggiata con il livello di finitura ancora superiore denominato “Grand Confort”. Quest’ultima fu anche la versione prescelta per il mercato italiano, dove la concorrenza tedesca era molto forte, allora come oggi.

Peugeot 604 GRD Turbo 1981

PEUGEOT 505 TURBO DIESEL Gli ottimi risultati ottenuti dalla 604 con motorizzazione Diesel, spinsero Peugeot a battere il ferro ancora caldo, presentando di lì a poco anche la versione Turbo Diesel della 505, mossa dallo stesso motore della sorella più grande.

Motore diesel turbo Peugeot 604

PEUGEOT 604 GTD 1983 Mentre la concorrenza cercò di correre ai ripari, Peugeot presentò nel 1983 l’ultima evoluzione della 604: la GTD, un vero “Must” sia in termini di dotazioni di bordo (regolatore di velocità, vetri elettrici e tetto apribile, cerchi in lega con pneumatici TRX, per fare degli esempi) che di meccanica: sotto il cofano c’era un motore da 2.498 cm3 con 95 CV e 165 Km/h. La 604 GTD si differenziava dalle sue rivali anche in accelerazione, coprendo rispettivamente i 400 e i mille metri con partenza da fermo rispettivamente in 19,6’ e 36,3’ facendo così crollare anche uno dei principali tabù usato dai detrattori di tale alimentazione. La 604 Turbo Diesel chiuse la sua carriera nel 1985 con un consuntivo di vendite che sfiorava le 29.000 unità prodotte.

Peugeot 604 SRD turbo

PEUGEOT 604 USATE Successivamente la Peugeot 604 ebbe un successo commerciale anche nel mercato dell’usato e la maggior parte di queste auto hanno chiuso la loro carriera con chilometraggi davvero impressionanti (spesso oltre il mezzo milione di km).

Peugeot 604 D turbo, logo portellone posteriore

Annunci auto usate PEUGEOT – Listino prezzi auto nuove PEUGEOT

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close