CitroënFotogalleryGinevraVideo

Concept Citroën 2019, la mobilità urbana del futuro

Ami One Concept Citroën al Salone di Ginevra 2019, il futuro della mobilità urbana: 100% elettrica, digitale e connessa

Ami One Concept, nuovo concept Citroën in anteprima al Salone di Ginevra 2019. Rappresenta la visione di Citroën della mobilità urbana, che prevede un percorso per l’automobilista 100% digitalizzato e personalizzato.

VIDEO CITROËN AMI ONE CONCEPT GINEVRA 2019

Ami One by Citroën

Ami One Concept rappresenta la visione della libertà in città “by Citroën”: #LibertyElectriCityMobility! Un mezzo che abbina tutti i vantaggi del 100% elettrico con un design deciso e colorato alla facilità d’uso. Si guida senza patente, Ami One Concept è adatta a tutti gli usi grazie alle sue formule “à la carte”, dal car sharing al noleggio.

Pubblicato da NewsAuto.it su Martedì 5 marzo 2019

Citroën considera il concept 2019 Ami One Concept un’alternativa al trasporto pubblico (bus, tram, metro) e agli altri mezzi di trasporto individuale su 2 ruote (bici, scooter o monopattino). Ami One Concept, concept 2 posti ultra compatta (2,50 m), che permette ai suoi occupanti di spostarsi con grande agilità in città, suggerisce robustezza grazie alla sua morfologia.

Il suo abitacolo chiuso è protetto dalle intemperie, ad esempio. La sua struttura e il suo design, entrambi fortemente ispirati dalla funzione e dall’utilizzo, permettono di esplorare una nuova esperienza di guida. Accessibile a tutti a partire dai 16 anni (media nei Paesi europei, in base alla legge in vigore) Ami One Concept è pensato per le persone che abitano in città che possiedono o meno la patente di guida.

UTILIZZO  100% DIGITALE Fedele alla firma di Marca “Inspired By You” e 100% connessa, Ami One Concept si basa su un ecosistema 100% digitale, dalla sua scoperta fino al suo utilizzo (car sharing o noleggio).  Questo dispositivo si adatta all’utilizzatore e propone azioni rapide per avere a disposizione questo oggetto di mobilità urbana a partire da un minimo di 5 minuti e modularne l’utilizzo fino a diverse ore, senza impegno e tutto compreso.

L’offerta di car sharing o di noleggio, personalizzabile secondo le necessità di mobilità di ognuno, può soddisfare esigenze di 5 minuti, 5 ore, 5 giorni (servizio gestito da Free2Move), ma anche necessità più prolungate, con offerte di noleggio per 5 mesi o Noleggio a Lungo Termine fino a 5 anni (garantito da Citroën Rent&Smile). Per rendere più facile l’utilizzo Citroën immagina il “Comptoirs Ami One”, uno spazio digitalizzato simile ad un distributore automatico di Ami One Concept in centro città, in grado di fornire informazioni sul prodotto e sulle opzioni possibili (da 5 minuti a 5 anni) e permette di effettuare un test drive. Questi stessi desk potranno anche essere installati in altri luoghi, come i centri commerciali.

Citroen Ami One Concept, vista di profilo

SI FA TUTTO CON LO SMARTPHONE Citroën Ami One Concept è gestibile totalmente attraverso lo smartphone, grazie al quale il conducente può liberamente gestire in qualunque momento i parametri delle applicazioni a bordo, ma anche prolungare la sua esperienza. Può accedere a distanza alle informazioni del suo spazio personale (consumi, livello di carica) e a un portale di servizi associati “Free2Move Services” che facilitano gli spostamenti in città (ricerca di parcheggio, geolocalizzazione…).

L’applicazione si può comandare anche attraverso comandi vocali ed utilizza i servizi Free2Move Services molto utili per le auto elettriche come il Charging Pass (permette di individuare ed utilizzare le stazioni di ricarica compatibili con il veicolo) e il Trip Planner (consiglia il miglior tragitto tenendo in considerazione l’autonomia residua, l’utilizzo del veicolo e la posizione delle stazioni di ricarica lungo la strada).

AUTONOMOMIA Il concept Citroën presente al Salone di Ginevra 2019, come accennato in precedenza, è 100% elettrico per accedere a tutte le zone della città. Ami One Concept viaggia fino a 45km/h ed ha 100 km di autonomia. La batteria agli ioni di litio, situata sotto al pianale, si ricarica facilmente con il suo cavo elettrico. Per una ricarica completa sono sufficienti 2 ore, attraverso una presa di ricarica pubblica o una Wallbox. Ami One Concept può anche essere collegata a una presa domesticastandard utilizzando una prolunga.

Durante la guida per farsi sentire e per la sicurezza dei pedoni ha una specifica firma sonora, realizzata dall’agenzia Start-Rec insieme ai designer della Marca Citroën. Il suono emesso al minino unisce voci femminili e maschili, lontano dal cliché digitale in stile “robot”. Questa identità sonora, reale elemento di differenziazione, formato da una sequenza di suoni che cambiano in funzione della velocità del veicolo, soddisfa la normativa europea in vigora dal 1° gennaio 2019. Per motivi di sicurezza infatti, tutti i veicoli elettrici devono ora emettere un suono artificiale a bassa velocità per avvisare i pedoni del loro arrivo.

Citroen Ami One Concept, vista laterale

DIMENSIONI Il concept Citroën 2019 Ami One Concept si caratterizza per una silhouette squadrata e dimensioni ultra compatte. Ami One Concept è rassicurante, ben posizionata sulle sue 4 ruote da 18’’ dal design specifico (4 razze) e come scolpita in un unico blocco da 2,50 m di lunghezza, 1,50 m di larghezza e 1,50 m di altezza. Trasmette sensazioni di robustezza e promette agilità e maneggevolezza record, oltre che una grande facilità di posteggio.

ESTERNI All’esterno del concept Citroën 2019 troviamo elementi simmetrici, come: le porte assolutamente identiche a destra e a sinistra, con aperture differenziate (antagonista sul lato guida per migliorare l’accessibilità, classica sul lato del passeggero per una maggiore sicurezza), frontale e posteriore studiati con elementi replicati e posizionati in senso inverso (piastra in basso nella parte anteriore e in alto nella parte posteriore), le parti inferiori dei paraurti identiche (parzialmente nascosta davanti e scoperta dietro, per fissare la targa), parafanghi identici in diagonale, con protezione anteriore e posteriore, sottoscocca identici a destra e a sinistra, luci diurne e fari posteriori reversibili destra/sinistra, e ancora i 4 pezzi che formano i retrovisori e le maniglie delle porte sono assemblati con un gioco di montaggio diverso.

INTERNI I designer di Ami One Concept per gli interni hanno immaginato una posizione asimmetrica per il sedile del conducente (su guide) e per quello del passeggero (fisso). Questo permette di guadagnare spazio a livello delle spalle, ed offrire comodità di movimento a tutti gli occupanti. Ami One Concept invita a viaggiare in città tutti i giorni in un ambiente dinamico. Gli ampi cuscini dei sedili e gli appoggiatesta si distinguono per il rivestimento Blu scuro, ispirato agli arredi outdoor, di facile manutenzione, con elastici color Arancio. Il look traforato e scolpito degli schienali dei sedili valorizza il colore Out of the Bleu nella parte anteriore, abbinato all’Orange Mécanique della parte posteriore. Questa lavorazione high tech, realizzata dallo studio Plott, che offre una seduta morbida e confortevole, crea un motivo a “cubi” che, reinterpretato, continua nei tappetini in color grigio.

Citroen Ami One Concept, abitacolo

CONNETTIVITÀ Ami One Concept si comanda tutta dallo Smartphone. Si apre (e si chiude) leggendo il QR CODE presente sulla base in alluminio delle maniglie delle porte. Dopo essersi seduto, il conducente viene invitato a posizionare il telefono di fronte a lui, nell’apposito alloggiamento. Dopo aver appoggiato lo Smartphone in questa zona di ricarica wireless a induzione, può cominciare l’interazione tra la Ami One Concept e l’utilizzatore. Secondo l’applicazione avviata, l’animazione appare sotto forma di pop up, proiettata su un visore trasparente nel campo visivo del conducente, come con il sistema Head up display. Le funzioni possono essere di tipo avanzato, come l’infotainment o la navigazione, recentemente inseriti nel contenuto di guida regolamentare e nell’esperienza di guida. L’interfaccia uomo-macchina di Ami One Concept è studiata come un assistente personale, per un’interazione ottimizzata con il conducente. L’interfaccia prevede 2 tasti sul volante: un comando vocale per chiamare l’assistente e un menu a scorrimento per navigare da un’applicazione all’altra.

Il quadro strumenti, semplice ed essenziale, composto da un display da 5’’, visualizza le informazioni utili (velocità, indicatori di direzione, …). La grafica dello schermo richiama i tocchi colorati dei rivestimenti interni (Orange Mécanique e Out of the Blue) con due caratteri specifici: uno più naturale mentre il secondo più tecnologico richiama le forme squadrate di Ami One Concept o gli storici “chevron”, usati in particolare per il tachimetro. L’interfaccia grafica umanizzata evoca due occhi stilizzati, con l’intento di trasmettere le emozioni e instaurare un dialogo privilegiato con l’utilizzatore.

Alla destra dell’unità di guida (Drive-Pod), un cilindro riunisce il pulsante di avviamento, il tasto warning, il selettore del cambio automatico e una cassa acustica Bluetooth con regolazione del volume.

Citroen Ami One Concept, abitacolo

Annunci auto usate CITROËNListino prezzi auto nuove CITROËN

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close