AbarthFotogalleryGinevra

Abarth Ginevra 2019: 595 esseesse e 124 Rally Tribute

Abarth al Salone di Ginevra 2019 celebra i suoi 70 anni presentando due auto da collezione: le nuove 595 esseesse e 124 Rally Tribute

Al Salone di Ginevra 2019 Abarth festeggia i suoi 70 anni presentando due nuovi modelli speciali: Abarth 595 esseesse e la limited edition Abarth 124 Rally Tribute. La prima vettura rende omaggio al leggendario kit di elaborazione degli anni Sessanta, ripresentato con successo nel 2009 sulla Abarth 500. Invece, la seconda anteprima è un tributo all’Abarth 124 rally che, dopo una stagione ricca di successi, culminati con la conquista della Coppa FIA R-GT, del Campionato Europeo Rally e più di 40 successi di categoria in 12 diversi campionati nazionali, nel 2019 punta a rimanere protagonista e difendere i titoli conquistati.

Nuova Abarth 595 esseesse

KIT ESSEESSE ABARTH Al Salone di Ginevra 2019 ritorna l’Abarth 595 esseesse, che equipaggiata il top di gamma con il motore da 180 CV. Destinata agli amanti delle performance senza compromessi. Fra le specifiche dotazioni di serie abbiamo il sistema di scarico Abarth by Akrapovic, l’impianto frenante by Brembo che adotta i dischi freno anteriori forati e autoventilanti e le pinze freno rosse maggiorate.

Di serie anche lo specifico filtro aria “by BMC” che, rispetto ai filtri tradizionali, consente di migliorare la capacità del flusso d’aria aspirata, con evidenti benefici nella qualità della combustione del motore, nell’erogazione della potenza e, di conseguenza, nelle prestazioni. Completano la dotazione della nuova Abarth 595 esseesse le sospensioni posteriori Koni, con tecnologia FSD (Frequency Selective Damping) che ottimizzano l’esperienza di guida offrendo maggior tenuta di strada, maneggevolezza e stabilità, in totale sicurezza. Infine, è di serie anche il navigatore con sistema Uconnect schermo touch 7” HD, Abarth Telemetry, predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto.

Abarth 595 esseesse, plancia strumenti

ESTERNI All’esterno la nuova Abarth 595 esseesse si contraddistingue per i cerchi in lega Supersport da 17” con la nuova finitura Bianco Racing, la striscia laterale Abarth, le calotte specchi e i DAM anteriore e posteriore coordinati. Infine, la nuova Abarth è “certificata” dal badge specifico “esseesse” sulla livrea che, insieme al logo “70° Anniversario”, la rende unica ed esclusiva nel panorama automobilistico sportivo.

Abarth 595 esseesse, vista posteriore

INTERNI L’impronta racing dell’Abarth 595 esseesse si ritrova all’interno, come dimostrano i nuovi sedili sportivi “Sabelt 70” con guscio retro schienale in carbonio e la pedaliera in carbonio. Inoltre su 595 da oggi è disponibile un’intera gamma sedili Sabelt, caratterizzata, in occasione dei 70 anni di Abarth, dal numero 70 ricamato sulla fodera.

Abarth 595 esseesse, sedili anteriori Sabelt

Abarth 124 Rally Tribute

EDIZIONE LIMITATA In anteprima mondiale, a Ginevra 2019 fa il suo esordio la nuova Abarth 124 Rally Tribute. Realizzata in edizione limitata a soli 124 esemplari è un vero e proprio “pezzo da collezione”, come dimostrano il badge celebrativo specifico sui parafanghi e, all’interno dell’abitacolo, la targhetta metallica numerata che ne certifica l’esclusività.

MECCANICA Come la 124 Spider da cui deriva, la nuova Abarth 124 Rally Tribute adotta il differenziale autobloccante meccanico ed ha un peso contenuto di soli 1.060 kg (rapporto peso potenza di 6,2 kg/CV). Sotto il cofano troviamo il potente motore turbo a quattro cilindri da 1,4 litri con tecnologia MultiAir. Omologato Euro6/D, il propulsore eroga 170 CV (ovvero circa 124 cavalli per litro) e 250 Nm di coppia, per una velocità massima di 232 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi con cambio manuale a sei marce. Le sospensioni, infine, utilizzano uno schema a quadrilatero alto all’anteriore e una architettura multilink a 5 bracci al posteriore.

La nuova Abarth 124 Rally Tribute, in anteprima al Salone di Ginevra 2019, inoltre è equipaggiata con il leggendario scarico Record Monza con sistema dual mode, che permette di variare il percorso dei gas di scarico al variare del regime del motore e di garantire un’erogazione sempre lineare, generando inoltre un suono intenso e profondo. E sempre al mondo racing rimandano altre dotazioni tecniche, quali i freni sviluppati e prodotti da Brembo e i cerchi OZ in lega ultraleggera da 17” in finitura Bianco Racing, che vantano una riduzione del peso di 4 kg, a tutto vantaggio di una migliore maneggevolezza e di un design ancora più sportivo.

Abarth 124 Rally Tribute livrea bianca, vista di profilo

ESTERNI La nuova Abarth 124 Rally Tribute è disponibile in due colori di carrozzeria, Rosso Costa Brava e Bianco Turini, entrambi abbinati al cofano nero opaco, richiamo alla storica Abarth 124 Rally che adottava questa soluzione per ridurre i riflessi del sole sul pilota. Inoltre, le calotte specchio e il DAM sono in tinta canna di fucile con livrea Rosso Costa Brava oppure Rosso Corsa in caso di carrozzeria bianca Turini.

Abarth 124 Rally Tribute livrea rossa, vista posteriore

INTERNI Di serie negli interni della nuova Abarth 124 Rally Tribute, in anteprima a Ginevra 2018, ci sono i sedili riscaldati in pelle, il Kit in alcantara, i tappetini Abarth e il Pack Radio Plus. Questo pacchetto comprende il sistema d’infotainment integrato, gestibile attraverso una manopola ergonomica e intuitiva sul tunnel centrale. Include un touchscreen a colori da 7 pollici, sintonizzatore digitale DAB, due prese USB, ingresso AUX e connettività Bluetooth. È abbinato a un sistema Hi-Fi Bose con 9 altoparlanti di cui 4 integrati nei poggiatesta. Il pack include inoltre il climatizzatore automatico.

Tra gli accessori Mopar disponibili per l’Abarth 124 spider abbiamo l’hard top in fibra di carbonio. La barra duomi maggiorata garantisce maggiore rigidità torsionale a beneficio dell’handling.

Abarth 124 Rally Tribute, plancia strumenti

Annunci auto usate ABARTHListino prezzi ABARTH

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close