4x4 fuoristrada RacingFotogallerySuzukiVideo

Italian Baja 2018: classifica e risultati

Il pilota della Mini X-Raid Jakub Przygonskiha vince l’Italian Baja 2018, sesta prova del Mondiale Rally Raid. Vittoria Suzuki nel Campionato Italiano Cross Country con Alfano, su Grand Vitara 1.9 DDiS T2

ITALIAN BAJA 2018 – Vittoria polacca all’Italian Baja 2018, la gara friulana valida per la Coppa del Mondo Rally Raid e per il Campionato Italiano Cross Country Rally. Il pilota della Mini Jakub Przygonskiha, su John Cooper Works Rally del team Orlen X-Raid, ha messo tutti in riga in 5:16’36’’, dominando anche i due settori selettivi “San Lorenzo” (87,41 km ciascuno) in 1:01’34’’ e 1:00’59’’.

Alle sue spalle l’equipaggio boemo capitanato da Martin Prokop (team Mp-Sports) su Ford F-150 Evo, che ha chiuso a 3’45’’4 dal vincitore e davanti a Miroslav Zapletal (team omonimo) staccato di 11’32’’2.

CLASSIFICA ITALIAN BAJA 2018 ASSOLUTA

Pos No. Equipaggio Macchina Gruppo Tempo
1 1  PRZYGONSKI J.
COLSOUL T.
MINI JOHN COOPER
WORKS RALLY
T1 5:16:36.4
2 3  PROKOP M.
TOMÁNEK J.
FORD F-150 EVO T1 +3:45.4
3 4  ZAPLETAL M.
SYKORA M.
 Ford F150 EVO T1 +7:46.8
4 2  VASILYEV V.
ZHILTSOV K.
MINI COOPER COUNTRYMAN T1 +24.2
5 5  GADASIN B.
SHCHEMEL D.
G-FORCE BARS T1 +7:47.9
6 6  ANDREY N.
VLADIMIR N.
G-FORCE BARS T1 +15:35.3
7 15  ALVAREZ CASTELLANO F.
MONASTEROLO J.
VOLKSWAGEN AMAROK T1 +23:51.2
8 24  PROTASOV Y.
CHEREPIN P.
AUTOLIFE HELLCAT T1 +9:15.4
9 11  TOMASINI A.
TOFFOLI M.
SUZUKI GRAN VITARA T1 +10:42.9
10 20  WANG X.
YANG T.
MITJET OFF ROAD T1 +4:41.0
11 16  GARCES H.
LATRACH J.
FORD RANGER T1 +8:14.5
12 33  NAVARRO S.LOPEZ P. YAMAHA YXZ 1000R T3 +1:09.2
13 54  PIEC T.
MARCZEWSKI M.
TOYOTA LAND CRUISER VDJ200L T2 +2:55.1
14 52  ABDULLA A.
POLATO J.
TOYOTA LANDCRUISER T2 +7:34.7
15 7  SPINELLI G.
HADDAD Y.
VOLKSWAGEN AMAROK T1 +3:44.0
16 51  AL SHEGAWI A.
LICHTLEUCHTER L.
TOYOTA LAND CRUISER 200 T2 +2:43.1
17 32  PENA CAMPO J.
TORNABELL C.
POLARIS RZR 1000 T3 +45:19.5
18 35  KNIGHT G.
WATSON D.
POLARIS RZR 1000 T3 +13:45.5
19 34  GONZALEZ V.
DELAUNAY S.
POLARIS RZR 1000 T3 +15:59.7
20 21  XU W.
CHONG K.
MITJET OFF ROAD T1 +47:58.9
21 12  AMOS E.
PALMEIRO F.
MINI ALL4 RACING T1 +24:40:13.8
22 22  CROZZOLO F.
NADIN M.
TOYOTA TOYODELL T1 T1 +10:43.5

Italian Baja 2018

Italian Baja 2018 | ITALIANI IN GARA

L’Italian Baja 2018 si è rivelata particolarmente selettiva, i primi otto della classifica generale parlano straniero, il primo degli italiani nella corsa mondiale è Andrea Tomasini (Suzuki Grand Vitara), non assoluto al traguardo. Il pilota friulano ha tenuto dietro il compagno di squadra Lorenzo Codecà, il quale ha dovuto cedere il comando al penultimo settore quando il motore del Vitara 3.6 si è ammutolito ed è uscito dal tracciato con il traino dell’assistenza.

Peggio è andata al campione in carica, Elvis Borsoi: prima tappa finita con la leva del cambio in mano, seconda con propulsore ko. Delusi pure Eugenio Amos e Federico Crozzolo, appiedati dai loro mezzi dopo alcuni inconvenienti contro delle pietre.

Italian Baja 2018 | SUZUKI

L’Italian Baja 2018 è stata una gara che si è da subito rivelata dura e massacrante come non mai in precedenza. Gli equipaggi del “mondiale” si sono dimostrati “rocciosi” e, grazie a fuoristrada, dominando le prime posizioni della classifica assoluta, soprattutto grazie alla potenza dei loro mezzi.

Per buona parte della gara, l’equipaggio Codecà-Lorenzi si è piazzato nella top ten con facilità. Dalla settima piazza, l’equipaggio di punta del team Emmetre Racing ha più volte dato dimostrazione di poter puntare alla zona podio della classifica assoluta. La possibilità di incrementare il vantaggio della leadership del campionato italiano Cross Country ha però preso il sopravvento, inducendo i due, a bordo del Grand Vitara 3.6 V6, a tenere un passo in sicurezza, per centrare l’obiettivo primario della stagione.Italian Baja 2018

L’Italian Baja ha riservato, per loro, un risultato diverso da quello che si stava prefigurando nel corso della prima tappa, quando Codecà e Lorenzi guidavano la classifica dell’Italiano con margine sugli inseguitori: i portacolori di Suzuki non sono riusciti a tagliare il traguardo finale della gara pordenonese, fermandosi poco prima.

La terza tappa della serie Tricolore Cross Country è stata quindi un risultato importante a metà: Codecà e Lorenzi hanno, infatti, incamerato il cinquanta per cento dei punti in palio, derivanti dalla prima posizione della prima tappa, sessanta punti in più che hanno portato a quota 186 il proprio bottino.

Una prima posizione, quella di Codecà e Lorenzi, che appare inavvicinabile dagli immediati inseguitori, Petrucci o Borsoi, che perdono l’occasione con rallentamenti o ritiri dalla gara friulana.Italian Baja 2018

Italian Baja 2018 | SUZUKI CHALLENGE

A cogliere invece il risultato che vale una stagione sono stati Alfano e Marsiglia, pronti a ereditare la testa della classifica Tricolore dell’Italian Baja e a confermare il proprio feeling con la gara stessa, andando a vincerla realizzando un fantastico strike: primi assoluti, primi del Gruppo T2, primi del Suzuki Challenge a bordo del loro Grand Vitara 1.9 DDiS.

Ottimo risultato è stato conseguito anche da Tomasini e Toffoli che, con il secondo Grand Vitara 3.6 V6 T1 allestito da Emmetre Racing, braccio operativo di Suzuki Motorsport, hanno superato mille e più insidie di un tracciato durissimo, centrando il secondo posto assoluto in gara.

CLASSIFICA Italian Baja 2018 SUZUKI CHALLENGE

EQUIPAGGIO TEAM TEMPO
1. Alfano-Marsiglia  (Ramingo 4×4) 6h19:38.6
2. Petrucci-Manfredini  (Poillucci Team Italia) 27:05:35.7
3. Gambazza-Chinti Castellani  (Cram Racing Team) 27:43:07.2
4. Bordonaro-Bono  (Cram Racing Team) 54:36:36.8
5. Ananasso-Cancelli 60:12:31.4

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close