Peugeot

Peugeot i-Cockpit nella nautica Beneteau Sea Drive

La tecnologia degli interni Peugeot ha ispirato il posto guida della nuova imbarcazione sport-cruiser Beneteau Gran Turismo 50

PEUGEOT I-COCKPIT NELLA NAUTICA – Peugeot porta la tecnologia dell’i-Cockpit nella nautica, a disposizione di Beneteau, leader mondiale del settore. Progettato e realizzato dal Peugeot Design Lab, questo posto guida per le barche ha le caratteristiche di intuitività e di facilità di utilizzo proprie del Peugeot i-Cockpit nella tecnologia connessa Ship Control sviluppata da Beneteau.

Peugeot i-Cockpit nella nautica

Il Peugeot i-Cockpit è utilizzato da circa quattro milioni di automobilisti e si caratterizza per un volante di dimensioni ridotte, estremamente maneggevole e che amplifica le sensazioni durante la guida; un quadro strumenti in posizione rialzata (head-up display) che permette di consultare tutte le informazioni relative alla guida molto più in prospettiva verso la strada, riducendo drasticamente il tempo passato dalla visione della strada a quello della strumentazione; un grande touchscreen che riunisce le principali funzioni dell’auto (radio, climatizzazione, navigazione etc.) permettendone la gestione in maniera estremamente intuitiva e immediata.Peugeot i-Cockpit nella nautica Beneteau Sea Drive Concept

Peugeot i-Cockpit MODELLI SU CUI È UTILIZZATO

L’i-Cockpit dona alla plancia così uno aspetto moderno, tecnologico e pulito. Il numero di tasti presenti è ridotto all’essenziale, abbinato all’utilizzo di materiali di grande qualità. Il Peugeot i-Cockpit è utilizzato su 5 anni sui modelli best-seller del Marchio:la 208, che ha inaugurato questo concetto nel 2012; il SUV 2008; la 308 e 308 SW, dotate dell’i-Cockpit di seconda generazione; il SUV 3008, eletto Auto dell’Anno 2017, con l’i-Cockpit di terza generazione; il nuovo SUV 5008, anch’esso con il Peugeot i-Cockpit di terza generazione.
Sui SUV 3008 e 5008, gli ingegneri e i designer di Peugeot hanno inserito un display digitale ad alta risoluzione da 12,3”, interamente configurabile, con una grafica futurista ad alta definizione. Una serie di toggle switch, tasti molto eleganti “stile pianoforte”, offrono un accesso diretto e per manente alle principali funzioni del veicolo.Peugeot i-Cockpit nella nautica nuova Peugeot 308

VIDEO Peugeot i-Cockpit

Peugeot i-Cockpit nella nautica BENETEAU Sea Drive Concept

Negli anni il Peugeot i-Cockpit è diventato così l’elemento caratteristico della nuova identità di Peugeot. Proprio da qui che inizia la collaborazione con il marchio Beneteau. Dall’unione dei due marchi francesi nasce la tecnologia Ship Control, che è stata inserita e presentata al pubblico sul nuovo sport-cruiser Beneteau Gran Turismo 50.
Il Sea Drive Concept come l’i-Cockpit dispone di un volante di dimensioni ridotte, derivato direttamente dal mondo dell’auto; un grande touchscreen da 17 pollici che visualizza l’interfaccia Ship Control e permette un accesso immediato alle funzionalità elettroniche dell’imbarcazione; un tablet amovibile che consente di visualizzare le principali informazioni di navigazione nell’asse visivo del pilota; i “toggle switch” disposti su entrambi i lati del volante offrono un accesso diretto e costante alle funzioni principali. Il tutto assemblato con i materiali che di soli Peugeot applica nell’allestimento GT: pelle nappa, impunture a vista color rame, tasti cromati e satinati.
L’interfaccia ShipControl è semplice e universale, permette di riunire tutte le informazioni utili a bordo come: l’illuminazione di bordo (ripartizione, intensità); la climatizzazione; la navigazione (velocità, corrente, profondità, itinerario, direzione, posizione); il controllo del livello di carica delle batterie; il controllo dei livelli dei serbatoi di carburante; la gestione elettrica (corrente continua e corrente alternata); la gestione delle pompe di sentina; l’impianto Hi-Fi; i motori (regime, velocità).Peugeot i-Cockpit nella nautica Beneteau Sea Drive Concept

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close