Rallylegend Gara Sospesa per Grave Incidente [Video]

Lutto e feriti nel grave incidente al 14° Rallylegend dove una Renault Clio Maxi è uscita di strada nella prova speciale “San Marino 1”. Per decisione degli Organizzatori e della Direzione di Gara, il Rallylegend è stato dichiarato concluso. Il VIDEO.

Social

Parole Chiave

9 ottobre, 2016 - San Marino

Lutto e grave incidente al Rally Legend. Una Renault Clio Maxi (n. 44 Bonaso Enrico – Palazzi Alice) è uscita di strada a San Marino, all’altezza dell’Ufficio Tecnico in Città ed ha investito diversi spettatori, fermando la sua corsa contro un trattore in sosta.
L’incidente è avvenuto alle 11.56 quando l’auto, la Renault Clio Maxi, al centro di una curva con asfalto bagnato e scivolosissimo, tra via Piana e via Giacomini, è piombata a tutta velocità a ruote bloccate sulla folla, centrando due Commissari di Percorso e terminando la corsa contro un trattore in sosta.
Il tragico bilancio registra un morto e 8 feriti. Ferito anche il pilota: è stato necessario tagliare parte della vettura per estrarlo dall’abitacolo.
La gara è stata sospesa. Sul posto la Polizia e il magistrato Simon Luca Morsiani.
Della dinamica dell’incidente avvenuto nel corso della prova speciale “San Marino 1” se ne è parlato nel corso della conferenza stampa convocata presso la Sala Stampa del 14° Rallylegend, alla quale sono intervenuti Teodoro Lonfernini, Segretario di Stato per il Turismo e lo Sport della Repubblica di San Marino, Giovanni Zonzini, Presidente della Fams, Federazione Automotoristica Sammarinese, Gian Primo Giardi, Presidente del Cons Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese, Giuliano Giardi, medico di gara e gli organizzatori del Rallylegend Paolo Valli e Vito Piarulli, compreso Fabrizio Fondacci, Direttore di gara.
L’equipaggio della Clio si è trovato improvvisamente in condizioni di scarsissima aderenza sul bagnato al momento della frenata arrivando “lungo” come un proiettile con le quattro ruote completamente bloccate. Tragica fatalità ed imprudenza per la presenza sulla via di fuga di pubblico oltre al personale di servizio, in un punto che doveva essere totalmente libero.
E’ stato confermato il bilancio di un deceduto, Enrico Anselmino, 57 anni, originario di Asti, e di otto feriti, dei quali una signora in condizioni più gravi, trasferita all’Ospedale Bufalini di Cesena.

San marino pubblico rallylegendLe dichiarazioni del pilota della Clio Enrico Bonaso, raccolte dal Mattino di Padova.  «Mi dispiace tantissimo – dice Enrico Bonaso – sono distrutto ma quella era una via di fuga. Io ho deciso di impegnarla perché mi sono reso conto che non sarei mai riuscito a fare la curva. Se poi sulla via di fuga si piazzano gli spettatori e ci mettono addirittura un trattore, non so proprio che fare. 
Pioveva e l’asfalto era diventato scivoloso. Quando sono salito con le ruote sopra l’attraversamento pedonale mi sono reso conto che non sarei mai riuscito a tenere l’auto in curva. Venivo da un rettilineo lungo circa 800 metri, ero in sesta piena.
Se avessi provato a sterzare avrei travolto decine di spettatori, quindi ho scelto di fare ciò che fanno tutti i piloti quando si rendono conto di “andare lunghi”: ho impegnato la via di fuga. (–) Non si possono impegnare in quel modo corsie concepite appositamente per motivi di sicurezza. Capisco che in quel punto la visuale era ottima ma le regole sono regole».
(da Il Mattino di Padova)
Enrico Bonaso è un pilota di esperienza che da oltre 20 anni calca il mondo del rally.

Clio Maxi Rally Legend BonasoErnico Bonaso Clio

Partecipa alla discussione sul FORUM QUI

Tutto su News

Tutto su CRASH

Tutto su emilia romagna

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV