News

DIESELGATE – DA EURO5 A EURO6 CONVIENE?

Dopo l’Euro4, che ha effettivamente dato un taglio notevole alle emissioni inquinanti degli autoveicoli, la riduzione ulteriore è molto esigua, ma i costi sono notevoli sia da parte dei costruttori auto, sia per gli utenti finali.
I problemi sui dispositivi impiegati per l’abbattimento delle emissioni sono diversi e legati alla loro durata limitata. Sono sempre maggiori i casi della necessaria sostituzione alla soglia dei 50.000 km con costi per l’utente finale di qualche migliaia di euro.
E’ proprio necessario passare da Euro5 a Euro6?

L’industria automobilistica ha sempre avuto i riflettori puntati su di sé mentre altri settori che concorrono a produrre quote rilevanti dell’emissioni complessive godono di maggiore tolleranza e beneficiano di regole meno stringenti.

Il grafico mostra chiaramente come per un motore Diesel la riduzione delle emissioni tra Euro5 ed Euro6 è decisamente esigua.

grafico emissioni euro0 euro6 hc-nox-pm

Direttive di Omologazione da Euro 0 ad Euro 6  e date

Immatricolazione * Vetture circolanti Dicitura carta di circolazione
Euro 0 Fino al 31/12/1992 3.400.000 Nessuna, sono tutte le auto non catalizzate
Euro 1 Dopo il 1/1/1993 4.380.000 91/441/CEE
91/542/CEE-A
93/59/CEE
Euro 2 Dopo 1/1/1997 9.580.000 91/542/CE-B
94/12/CEE
96/1/CEE
96/44/CEE
96/69/CE
98/77/CE
Euro 3 Dopo 1/1/2001 8.180.000 98/69/CE
98/77/CE-A
1999/96/CE
1999/102/CE-A
2001/1/CE-A
2001/27/CE
2001/100/CE-A
2002/80/CE-A
2003/76/CE-A
Euro 4 Dopo 1/1/2006 8.160.000 98/69/CE-B
98/77/CE-B
1999/96/CE-B
1999/102/CE-B
2001/1/CE-B
2001/27/CE-B
2001/100/CE-B
2002/80/CE-B
2003/76/CE-B
Euro 5 Dopo 1/1/2011 circa 3.000.000 99/96 CE fase III oppure riga B2 o C 2001/27 CE rif. 99/96 riga B2 oppure riga C
2005/78 CE rif 2005/55 CE riga B2 oppure riga C 2005/55 CE B2
2006/51 CE rif. 2005/55 CE B2 oppure rigaC
Euro 6 Dopo 1/9/2015

 

*La data di immatricolazione indicata si riferisce all’entrata in vigore della normativa, ma ci possono essere auto che prima di questa scadenza già rispettavano la normativa.
Per le Euro 3 potrebbero esserci codici senza la lettera A (e la sigla “rif. 98/69 CE”), e per le Euro 4 codici senza la lettera B (e la sigla “rif. 98/69/CE-B”).

TABELLA EMISSIONI GASSOSE (valori in g/km)

NORMATIVA massa di ossido di carbonio (CO) massa di Idrocarburi (HC) massa di ossido di azoto (NOx) massa combinata di HC e NOx (HC + NOx) massa di Particolato (PM)
benzina diesel benzina diesel benzina diesel benzina diesel diesel
Direttiva 91/441 – 1992 (Euro 1) 2,72 2,72 0,97 0,97 0,14
Direttiva 94/12 – 1996 (Euro 2) 2,20 1,00 0,50 0,70 0,08
Direttiva 98/69 A – 2000 (Euro 3) 2,30 0,64 0,20 0,15 0,50 0,56 0,05
Direttiva 98/69 B – 2005 (Euro 4) 1,00 0,50 0,10 0,08 0,25 0,30 0,025
Regolamento 715/2007 – 2011 (Euro 5) 1,00 0,50 0,10 0,06 0,18 0,23 0,005
Regolamento 715/2007 – 2015 (Euro 6) 1,00 0,50 0,10 0,06 0,08 0,17 0,005
Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori.
Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4×4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell’anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault.
Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Simili

Close