News

Esplosione batterie al litio sul volo Germanwings

Lo schianto del volo Barcellona-Dussendorf potrebbe essere stato causato da un’esplosione di pile al litio nella cabina di pilotaggio del Airbus A 320 4U9525‬  della Germanwings. Si è parlato anche dell’ipotesi di una decompressione. Una cosa è certa, la perdita di sensi dei piloti che non hanno mai risposto agli appelli della torre di controllo francese che prontamente ha tentato di mettersi in comunicazione con l’equipaggio nei primi minuti nei quali l’aereo ha iniziato senza motivo la discesa.
Una della cause potrebbe essere stata proprio la fuoriuscita di gas letali  dall’esplosione di pile al litio che hanno messo KO l’equipaggio,  plausibili a giustificare questa probabile messa in discesa volontaria .
«Negli ultimi dieci anni – sottolinea – ci sono stati 170 casi di esplosioni di pile al litio su aerei di linea. Nella maggior parte erano pile di smartphone o computer portatili, ma due cargo 747 si sono schiantati con l’equipaggio perchè un carico di pile al litio ha preso fuoco a bordo» spiega il consulente aeronautico Bernard Chabbert. 

Dagli ultimi aggiornamenti è emerso che il secondo pilota si trovasse da solo in cabina, Andreas Lubitz, 28 anni tedesco, mentre il comandante Patrick S., padre di due bambini, di Dusseldorf, si era assentato per andare al bagno. Al ritorno ha trovato la porta chiusa e non è più riuscito ad entrare in cabina nonostante tutti i tentativi fatti prima bussando, poi strillando ed alla fine ultimo estremo di sfondare la porta.
Come si ascolta dalla registrazione radio delle voci in cabina.

Andreas ha volutamente schiantato l’aereo al suolo o è stato colto da malore?

Guarda il video. Quando bruciano, queste pile emettono vapori estremamente tossici che uccidono in poche decine di secondi.

BATTERIE AL LITIO – La batteria ricaricabile agli ioni di litio (a volte abbreviato Li-Ion) è un tipo di batteria comunemente impiegato nell’elettronica di consumo. È attualmente uno dei tipi più diffusi di batteria per laptop e telefono cellulare, nonché per alcune auto elettriche, con uno dei migliori rapporti peso/potenza, nessun effetto memoria ed una lenta perdita della carica quando non è in uso. Tali batterie possono essere pericolose se impiegate impropriamente e se vengono danneggiate, e comunque, a meno che non vengano trattate con cura, si assume che possano avere una vita utile più corta rispetto ad altri tipi di batteria.

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori.
Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4×4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell’anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault.
Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Simili

Close