Mercedes-Amg Gt Roadster e Gt C Roadster

La gamma AMG GT di Mercedes-AMG si arricchisce di due nuovi modelli super performanti: nuove AMG GT Roadster (476 CV) e AMG GT C Roadster (557 CV).

15 settembre, 2016

Mercedes-AMG porta una nuova ventata di freschezza nella gamma AMG GT. Dopo il debutto internazionale della AMG GT R il marchio di Affalterbach si ripresenta con due affascinanti versioni roadster della biposto sportiva. Le nuove AMG GT Roadster e AMG GT C Roadster arricchiscono la gamma di una variante completamente nuova. Con questi due nuovi roadster la famiglia GT di Mercedes-AMG dunque ora si compone di cinque membri. Anche le due nuove vetture sportive con capote in tessuto presentano gli elementi tecnologici distintivi di AMG, tra i quali figurano, ad esempio, la struttura della carrozzeria leggera e rigida in alluminio, o i motori V8 biturbo, brillanti ed efficienti. Il modello di accesso al mondo dei roadster è rappresentato dall’AMG GT con una potenza di 350 kW (476 CV). L’AMG GT C Roadster si pone invece su un livello di potenza completamente nuovo: con i suoi 410 kW (557 CV) è la più potente delle due nuove vetture sportive open-air.AMG GT Roadster

Mercedes-AMG GT Roadster e AMG GT C Roadster scheda tecnica

Mercedes-AMG GT Roadster Mercedes-AMG GT C Roadster
Motore V8 da 4,0 litri a iniezione diretta con sovralimentazione biturbo V8 da 4,0 litri a iniezione diretta con sovralimentazione biturbo
Cilindrata 3.982 cm3 3.982 cm3
Potenza 350 kW (476 CV) a
6.000 giri/min
410 kW (557 CV) a
5.750-6.750 giri/min
Coppia max. 630 Nm a
1.700-5.000 giri/min
680 Nm a
1.900-5.750 giri/min
Trazione posteriore posteriore
Cambio SPEEDSHIFT DCT AMG a doppia frizione con
7  marce
SPEEDSHIFT DCT AMG a doppia frizione con 7  marce
Consumo di carburante in ciclo combinato 9,4 l/100 km 11,4 l/100 km
Emissioni di CO2 nel ciclo combinato 219 g/km 259 g/km
Classe di efficienza G G
Peso (DIN/CE) 1.595 kg*/1.670 kg** 1.660 kg*/1.735 kg**
Peso per unità di potenza 3,35 kg/CV 2,98 kg/CV
Accelerazione 0-100 km/h 4,0 s 3,7 s
Velocità massima 302 km/h 316 km/h
Differenziale autobloccante sull’asse posteriore meccanico regolato elettronicamente
Assetto assetto sportivo AMG assetto sportivo RIDE CONTROL AMG con sospensioni attive
Ruote ant./post. 9,0 J x 19 / 11 J x 19 9,0 J x 19 / 12,0 J x 20
Pneumatici ant./post. 255/35 R 19 /
295/35 R 19
265/35 R19 /
305/30 R 20
Dischi freno ant./post. 360 mm/360 mm 390 mm/360 mm
Programmi di marcia quattro: C, S, S+, I cinque: C, S, S+, I, RACE

AMG GT Roadster

Mercedes-AMG GT C ROADSTER – L’AMG GT C Roadster non solo offre più potenza e coppia, ma convince anche per le numerose innovazioni tecniche mutuate dalla Mercedes-AMG GT R, per una dinamica di marcia ulteriormente incrementata. Come accade già per l’AMG GT R, anche l’AMG GT C Roadster è riconoscibile dalla sua coda larga e grintosa e dai grandi cerchi. Tra le altre caratteristiche distintive figurano la carreggiata più ampia sull’asse posteriore e l’asse posteriore sterzante.
Inoltre l’AMG GT C Roadster dispone di una batteria agli ioni di litio e di equipaggiamenti esclusivi: gli interni prevedono di serie, ad esempio, i rivestimenti in pelle nappa, il volante Performance AMG in pelle nappa/microfibra DINAMICA e il programma di marcia aggiuntivo RACE.AMG GT C Roadster
MECCANICA – Con l’AMG GT C Roadster Mercedes-AMG inaugura una nuova dimensione della potenza per il V8 biturbo da 4,0 litri, mettendo in risalto il carattere esclusivo del nuovo modello. Con un valore di 410 kW (557 CV) la potenza massima supera di 35 kW (47 CV) quella dell’AMG GT S ed è inferiore a quella della Mercedes-AMG GT R per 20 kW (28 CV). La coppia massima di 680 Nm è disponibile dai 1900 ai 5750 giri al minuto. Lo scatto da 0 a 100 km/h è eseguito in 3,7 secondi e la spinta dinamica di avanzamento termina solo alla velocità massima di 316 km/h.
L’AMG GT Roadster eroga una potenza di 350 kW (476 CV) e sviluppa una coppia di 630 Nm. Questa versione accelera da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi e raggiunge una velocità massima di 302 km/h.
L’otto cilindri entusiasma per la sua risposta spontanea, per l’erogazione di potenza ben dosabile e per la curva di potenza lineare, con una spinta poderosa in tutte le fasce di regime. Nel V8 AMG da 4,0 litri trova impiego l’affermata sovralimentazione biturbo, nella quale entrambi i compressori non sono posizionati all’esterno sulle bancate cilindri, bensì tra le stesse, nella V dei cilindri. I vantaggi della «V interna calda» sono: struttura compatta del motore, risposta brillante dei turbocompressori ed emissioni allo scarico contenute grazie alla vicinanza ottimale dei catalizzatori.AMG GT RoadsterMediante interventi all’hardware e al software i progettisti AMG hanno adattato alla nuova potenza della Mercedes-AMG GT C Roadster anche il cambio a doppia frizione a sette rapporti con disposizione transaxle sull’asse posteriore. La prima marcia del cambio sportivo Speedshift DCT AMG a 7 marce ha un rapporto di riduzione più lungo, mentre la settima e la trasmissione finale sono più corte. Ciò produce un’accelerazione ancora più brillante e risposte immediate ai comandi rapidi dell’acceleratore. Grazie al controller Dynamic Select AMG il conducente può personalizzare la AMG GT Roadster a suo piacimento. I tre programmi di marcia «C» (Comfort), «S» (Sport), «S+» (Sport Plus) e la modalità personalizzabile «I» (Individual) offrono una forbice ampia delle esperienze di guida possibili, che spaziano da quella più confortevole a quella fortemente sportiva. Per la Mercedes-AMG GT C Roadster è anche disponibile il programma di marcia «RACE», che adegua in maniera ottimale la strategia di innesto del cambio a doppia frizione alle esigenze dell’impiego in pista, offrendo tempi di innesto brevissimi e un sound del motore altamente emozionale. Premendo il tasto «M» separato, posto sulla consolle centrale, il conducente può attivare la modalità manuale del cambio in ogni programma di marcia.AMG GT RoadsterL’AMG GT C Roadster è dotata di serie dell’impianto di scarico Performance AMG, che regala sonorità ancora più emozionanti. Due valvole a comando continuo modulano il sound dell’impianto della Mercedes-AMG GT C Roadster in modo autentico e diretto. Le valvole si aprono e si chiudono in funzione del programma di marcia selezionato nel Drive Select AMG, ma possono essere comandate anche indipendentemente, tramite un tasto separato della Drive Unit AMG. Nelle modalità «Comfort» e «Sport» le sonorità sono quelle tipiche del V8 a bassa frequenza, con un occhio di riguardo per il comfort. In modalità «Sport Plus» e «Race», invece, il sound diventa molto più coinvolgente. L’impianto di scarico Performance AMG con regolazione variabile è disponibile a richiesta anche per la Mercedes-AMG GT Roadster.
Entrambi i roadster AMG hanno preso in prestito dall’AMG GT R un elemento tecnico particolare: il sistema di regolazione dell’aria attivo. Lamelle verticali posizionate nella parte inferiore della grembialatura anteriore possono essere aperte e chiuse mediante un motorino elettrico in circa un secondo al fine di garantire un raffreddamento adeguato alle necessità. Per avere un’impostazione sempre ottimale è necessario disporre di un sistema di regolazione molto rapido e intelligente.
Nella guida normale che non richieda quantitativi elevati di aria di raffreddamento le lamelle restano chiuse, così da ridurre la resistenza aerodinamica e indirizzare l’aria in modo mirato alla sottoscocca. Solo quando determinati componenti raggiungono temperature predefinite e il fabbisogno d’aria è particolarmente elevato, le lamelle si aprono e lasciano fluire la massima portata di aria di raffreddamento verso gli scambiatori di calore.AMG GT C Roadster
ASSETTO SPORTIVO AMG – Anche l’assetto sportivo AMG tradisce il DNA da vettura da competizione della nuova AMG Roadster. Per ridurre le masse non sospese, i bracci oscillanti triangolari, i fusi a snodo e i supporti ruota dell’asse anteriore e di quello posteriore sono stati realizzati in alluminio fucinato. Inoltre le ruote sono guidate da bracci oscillanti triangolari doppi. L’elevata rigidità della campanatura e della convergenza così conseguita consente di raggiungere alte velocità in curva e restituisce al conducente un contatto perfetto e alquanto preciso con il manto stradale nelle condizioni di guida più impegnative. Nella Mercedes-AMG GT C Roadster l’assetto sportivo è abbinato alle sospensioni attive continue Ride Control AMG. Il sistema, a regolazione elettronica, adatta automaticamente la sospensione di ogni ruota alla situazione di marcia, alla velocità e alle condizioni della strada.AMG GT C Roadster

La nuova Mercedes-AMG GT C Roadster risponde in modo ancora più reattivo grazie all’asse posteriore sterzante di serie, che ha festeggiato il suo debutto a bordo della Mercedes-AMG GT R. Il sistema offre una combinazione ideale di agilità e stabilità, qualità che normalmente sono in contrasto tra loro.
Fino a 100 km/h di velocità le ruote posteriori vengono sterzate in direzione opposta alle ruote anteriori. Pertanto la Mercedes-AMG GT C Roadster sterza con molta più agilità in curva, diverte ancora di più e richiede meno sforzo al volante. Inoltre, nell’impiego quotidiano il conducente trae vantaggio dal diametro di volta ridotto, ad esempio nelle svolte o nei parcheggi.
Se la AMG GT C Roadster procede più velocemente di 100 km/h, il sistema sterza le ruote posteriori nella medesima direzione di quelle anteriori, migliorando sensibilmente la stabilità di marcia. Contemporaneamente, nei cambi di direzione la forza laterale delle ruote posteriori si genera molto più rapidamente, il che accelera la reazione ai comandi dello sterzo. Infine il conducente percepisce il grado elevato di presa e di stabilità della Mercedes-AMG GT C Roadster nei cambi di direzione repentini.AMG GT C Roadster

L’AMG GT C Roadster dispone di serie di un differenziale posteriore autobloccante a regolazione elettronica (quello della Mercedes-AMG GT Roadster è meccanico), il quale è integrato nella compatta scatola del cambio. La regolazione sensibile e veloce permette di estendere la situazione limite imposta dalle leggi della fisica. Ciò consente non solo di migliorare ulteriormente la capacità di trazione delle ruote motrici, ma anche di incrementare la velocità in curva nelle situazioni limite.AMG GT C Roadster

ESTERNI – Dall’espressiva mascherina Panamericana AMG, passando per il lungo e possente cofano motore fino alla larga coda, la biposto promette già da ferma un’esperienza di guida da autentica vettura sportiva. La decisa mascherina Panamericana AMG comunica la vicinanza con il mondo del Motorsport: i 15 listelli verticali cromati riprendono il look dell’attuale Mercedes-AMG GT3 da competizione. La nuova grembialatura anteriore accentua lo sviluppo in larghezza e fa apparire la vettura ancora più imponente. Le ampie prese d’aria esterne assicurano un adeguato apporto d’aria al gruppo propulsore. Le spalle possenti della vettura hanno l’aspetto di muscoli tesi e, in combinazione con i nuovi cerchi in lega leggera AMG da 19″ e 20″ a 5 doppie razze, comunicano forza e dinamismo allo stato puro.AMG GT C Roadster

Anche dalla prospettiva posteriore saltano all’occhio molte novità. Le nuove fiancate dell’AMG GT C Roadster in alluminio regalano a questa biposto aperta 57 millimetri complessivi nella parte posteriore rispetto all’AMG GT Roadster. Queste esatte dimensioni si riscontrano anche nell’AMG GT R. Rispetto all’AMG GT Roadster questa forma incrementata offre lo spazio necessario a cerchi più grandi e ad una carreggiata più ampia. Entrambi gli elementi migliorano la trazione e permettono maggiori velocità in curva. La grembialatura posteriore dell’AMG GT C Roadster, anch’essa più larga, migliora il flusso dell’aria sulla coda grazie alle ampie aperture laterali per lo sfiato dell’aria. Accomuna entrambe le versioni di roadster lo spoiler posteriore integrato nel cofano del bagagliaio: a seconda del programma di marcia selezionato, questo elemento viene aperto o chiuso elettricamente a velocità definite.AMG GT C Roadster

Per la struttura della carrozzeria dell’AMG GT e della GT C Roadster, Mercedes-AMG ha puntato su un mix intelligente di materiali. La scocca e la carrozzeria sono realizzate in diverse leghe d’alluminio, mentre il cofano anteriore è in magnesio. Questo elemento estremamente leggero sul frontale riduce l’inerzia delle masse davanti all’asse anteriore e migliora così l’agilità della vettura. Per via del principio costruttivo del roadster è stata ulteriormente rafforzata la struttura rigida della scocca con interventi specifici, come i sottoporta con spessori incrementati e dotati di un maggior numero di camere, che irrigidiscono la struttura. Il supporto della plancia portastrumenti poggia sul telaio del parabrezza attraverso rinforzi supplementari, mentre una barra duomi tra la capote e il serbatoio irrigidisce l’asse posteriore. Una traversa posta dietro i sedili funge da sistema fisso di protezione in caso di capottamento.AMG GT C Roadster

I due roadster hanno in comune tra loro la capacità di trasformarsi rapidamente da coupé a vettura aperta. La capote in tessuto si apre e si chiude in circa undici secondi e l’operazione può essere avviata procedendo ad una velocità anche di 50 km/h. I tre colori nero, rosso e beige disponibili per la capote si abbinano alle undici tonalità previste per gli esterni e alle dieci degli interni. La capote in tessuto realizzata in tre strati si dispiega lungo un telaio in magnesio/acciaio/alluminio e, grazie al suo peso ridotto, concorre al baricentro basso della vettura. Una traversa integrata in alluminio con roll-bar funge da ulteriore protezione antiribaltamento.
Grazie ad un innovativo mix di materiali il cofano bagagliaio è particolarmente leggero. La struttura portante è in SMC (Sheet Molding Compound) con fibre di carbonio: questi materiali sintetici high-tech sono caratterizzati da un peso ridotto, da un’elevata stabilità e da una qualità eccellente delle superfici. Questi materiali innovativi sono stati sviluppati nel centro TEC di Mercedes-Benz a Sindelfingen e resi idonei alla produzione di serie grazie alla collaborazione con gli esperti AMG di Affalterbach. Nei nuovi roadster AMG questa combinazione di materiali trova impiego per la prima volta. Gli esperti AMG di costruzione leggera hanno fatto ricorso a un mix intelligente di materiali anche per i cosiddetti elementi di ritenzione delle ruote, realizzati in materiale composito. In caso di incidente e nell’ambito della cinematica dell’impatto prevista, questi componenti, più leggeri del 50% rispetto alla versione in acciaio, aiutano a portare le ruote anteriori sui longheroni e a bloccarle.AMG GT C Roadster

INTERNI – Il design degli interni riprende il linguaggio formale particolare degli esterni. Lo sviluppo in larghezza della plancia portastrumenti produce l’effetto di un’ala piena di vigore. Le linee di cintura alte, i rivestimenti delle porte dalla conformazione concava, la consolle centrale che sale con dinamismo e la posizione di seduta ribassata inseriscono il conducente alla perfezione nella plancia. Per la prima volta è disponibile il nuovo e luminoso allestimento interno in pelle nappa Exclusive STYLE in beige latte macchiato, che conferisce alla vettura sportiva aperta ancora più personalità ed esclusività.AMG GT C Roadster

I sedili Performance AMG, disponibili a richiesta, offrono un supporto laterale ancora più accentuato, grazie ai sostegni laterali più avvolgenti sulla seduta e sullo schienale. Inoltre, per la prima volta il sedile Performance AMG è disponibile a richiesta con il riscaldamento per la zona della testa Airscarf, che assicura il piacere della guida open-air anche in presenza di basse temperature esterne. La bocchetta di ventilazione è integrata senza soluzione di continuità nella zona del poggiatesta. Per assecondare ogni bisogno specifico, la temperatura dell’aria calda che fuoriesce può essere impostata su tre livelli. Chi desidera viaggiare ad una temperatura piacevole anche nelle giornate più calde può optare per la climatizzazione del sedile (a richiesta): anche questo equipaggiamento è disponibile per la prima volta esclusivamente per il sedile Performance AMG. Anche l’intensità della climatizzazione è regolabile su tre livelli.AMG GT C Roadster

Il Sound System Surround Burmester e il Sound System Surround Burmester High End producono nell’AMG GT Roadster un’esperienza sonora particolare. Entrambi i sistemi sfruttano un’innovazione sviluppata da AMG in collaborazione con Burmester: l’Externed Coupled Subwoofer (ECS). Il nuovo sistema per la riproduzione ottimale dei bassi spinti all’estremo trasforma la biposto aperta in una sala da concerti mobile. Al posto di un subwoofer dagli spazi limitati, l’ECS sfrutta l’intero abitacolo come subwoofer. Ciò è reso possibile da una speciale apertura nel passaruota destro posteriore. Il subwoofer è collegato con questa apertura nella scocca, attraverso la quale trasmette il sound potente.AMG GT C Roadster

Tutto su Mercedes Benz

Tutto su Auto Sportiva

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV