AudiRS3

Audi RS 3 prova su strada ed in pista

L'Audi RS 3 ha ora 400 CV e raggiunge 280 km/h grazie al nuovo motore a 5 cilindri TFSI dal sound inconfondibile. L'abbiamo messa a nudo tra i passi della Futa e Muraglione e poi in pista a Misano Adriatico

AUDI RS 3 prova – È difficile individuare quale sia l’auto più adatta alle proprie esigenze. Ciò dipende anche e soprattutto dall’utilizzo che se ne vuole fare. Ho un particolare debole per le vetture sportive: hanno un’anima!  Devono essere interpretate e quando la cavalleria è tanta persino “domate”, anche se è pur vero che oggi ci vengono in aiuto i controlli elettronici che perdonano quasi tutti gli errori.
Poi c’è la scelta della trazione: anteriore, posteriore o quattro?
Per capire effettivamente quale auto scegliere stavolta abbiamo avuto la possibilità, grazie ad Audi Italia nell’evento “Road’n’Track” (vedi foto spettacolari in fondo) di capire come si comportano tre modelli come Audi TT RS, Audi RS 3 e una tranquilla, ma non più di tanto, Audi RS 5 Coupé.
Sono le ultime supersportive della gamma Audi Sport con tanta tecnologia sviluppata e derivata dal Motorsport.

Qui vi racconto come va la Audi RS 3 che ho guidato sulle bellissime strade tra i Passi Muraglione e Raticosa per arrivare, dopo un tratto autostradale, sul circuito Simoncelli di Misano Adriatico.

Non capita tutti i giorni di provare vetture diverse e poterle confrontare su uno stesso percorso, attraversando strade iconiche dove si guida veramente. Solo così si riesce a valutarne bene il comportamento, le prestazioni, la sicurezza, lo stile e la versatilità; tutte caratteristiche proprie della gamma Audi Sport, che dopo una storia di successi commerciali raddoppia le vendite negli ultimi cinque anni!
Con la RS 3 ho percorso circa 420 km tra i Passi della Futa, Raticosa e Muraglione per continuare con numerosi giri sul circuito romagnolo. Vediamo come è andata.

AUDI RS 3 COME VA SU STRADA – L’Audi RS 3 è una super-sportiva che esprime bene il suo carattere. L’abitacolo ci piace molto, anche se avremmo preferito lo stesso volante della TT RS, che presenta anche i due pulsanti rossi di avviamento e scelta della modalità di guida.
Il cruscotto è totalmente digitale col bellissimo monitor TFT da 12,3”, che visualizza tutte le informazioni con grafica ad alta risoluzione, due schermate standard e una speciale per la modalità RS con contagiri centrale e indicatore della velocità.
Ai lati troviamo altre indicazioni come la coppia (in Nm), la potenza (in percentuale), la pressione dei pneumatici (in bar) e le forze g. La vettura all’interno è molto silenziosa, ma quando si apre il gas, la sonorità che arriva soprattutto da fuori fa venire i brividi.
Abitacolo Audi RS 3 prova su strada
Esternamente si distingue per il paraurti anteriore RS ridisegnato, il nuovo single frame ancora più aggressivo, i passaruota anteriori allargati e quelli posteriori completamente rivisitati.
Sotto il cofano c’è il pluripremiato 5 cilindri 2.5 TFSI, “Engine of the year” dal 2010 e per sette anni consecutivi nella sua categoria; è anche il motore 5 cilindri di serie più potente al mondo e ora vanta ben 400 CV con 480 Nm di coppia: ha 33 CV in più e 26 kg in meno rispetto a quello precedente.
Questo motore spinge da subito in basso dove è prontissimo già a 1.700 g/m, poi tutto lineare fino ai 5.800 g/m dove eroga la potenza massima che resta costante fino a 7.000 g/m.

Ha un sound davvero particolare, sprigionato dalla sequenza di accensione 1-2-4-5-3 con frequenze armoniche e risonanze studiate ad hoc, oltreché dall’apertura delle valvole sullo scarico che la centralina apre a carico elevato, sia con l’impianto di scarico RS di serie, sia con quello Speciale riconoscibile dai terminali neri.
Su strada l’auto mostra una grande precisione di guida, grazie a un assetto sportivo con particolari ammortizzatori adattivi, che hanno la capacità di cambiare la densità del fluido interno in base ad una induzione magnetica. Sono in optional con termine tecnico “RScon Audi magnetic ride”. Qualcosa di spaziale!
Sul tratto autostradale ho potuto verificare che la settima marcia è molto lunga, studiata per contenere i consumi. Tra le “chicche” da segnalare, lo scambiatore di calore che regola la temperatura dell’olio del cambio e una nuova coppia conica verso l’albero cardanico che riduce il peso di ulteriori 2 kg.
Audi RS 3 prova su strada passo del muraglione

Sulle curve che collegano il passo Raticosa al Passo del Muraglione, la RS 3 mi è piaciuta molto, nei cambi di direzione, mentre la forzavo con importanti trasferimenti di carico laterali ma anche longitudinali, tra massime accelerazioni e grosse frenate. A contribuire a tutta questa immensa aderenza, da non dimenticare, anche il lavoro dei pneumatici Pirelli PZero 235/35 R19 e della loro mescola “fresca”.
La RS3 ha una grandissima progressione in accelerazione per merito della trazione “quattro”, che permette di spuntare uno 0-100 km/h in appena 4,1 sec. La gestione della trasmissione è totalmente automatica, con frizioni a lamelle controllate elettronicamente (tipo quelle viste sulla Focus RS) per distribuire la coppia motrice sulle ruote con più grip evitando pattinamenti: tutto avviene in maniera dinamica e alla guida si avverte una grande fluidità per un handling molto preciso.
Ho percorso per due volte il tratto in salita e discesa di circa 2 km che porta al passo del Muraglione.
Era talmente bello godere dell’armonia del suo comportamento da prima della classe, in una danza completamente ritmata tra una curva e l’altra che non sarei più sceso. Lanciati come una fionda in una perenne accelerazione e bloccati in staccata, grazie ai potenti freni in carbonio da 370 mm!
A scandire i tempi, le veloci cambiate dell’S-Tronic a 7 rapporti con doppia frizione che va benissimo anche in modalità Sport Automatica. Tanta potenza che divora i 1.500 kg dell’auto, con un rapporto peso/potenza di appena 3,8 kg/CV.

AUDI RS 3 COME VA IN PISTA – Giunti a Misano Adriatico siamo scesi in pista a fianco di un driver d’eccezione, il giovanissimo pilota rally Simone Campedelli, che ha vinto alla grande l’edizione romana (Rally Roma Capitale) del CIR. Il circuito Simoncelli è molto veloce e ciò ci ha permesso di saggiare la progressione del propulsore alle velocità più elevate (può raggiungere i 280 km/h di velocità massima, ma di serie è limitata a 250 km/h) e di spingere la vettura ancora di più in frenata e in appoggio laterale verso il suo limite. I freni si sono rivelati sempre al top, senza mai un segnale di surriscaldamento, e l’assetto è quasi perfetto.
Ideale sarebbe stata una taratura leggermente più rigida di molle e di barre antirollio, o la scelta di pneumatici ancora più estremi nella misura. I percorsi ideali della RS 3 sono quelli di montagna, ma anche scendendo in pista con i suoi 400 CV ovviamente non sfigura… anzi il divertimento e le velocità sono sempre al top.
Audi RS 3 prova in pista

IMMAGINI SUGGESTIVE  DALL’EVENTO
AUDI “Road’n’Track”

(da Condè Resort di Fiumana (FC) fino alla pista di Misano Adriatico) INFO

LISTINO PREZZI AUDI RS 3 CARATTERISTICHE

IL NOSTRO GIUDIZIO SU AUDI RS 3

ESTETICA - 7.2
MOTORE - 9.8
PRESTAZIONI - 8.4
ACCESSORI - 8.3
CONSUMI - 6.2
PREZZO - 6.9

7.8

VALUTAZIONE COMPLESSIVA DI NEWSAUTO

Quanto ti piace questa Auto?

Voto Lettore: 4.37 ( 6 voti)

4.33/5

VOTO MEDIO LETTORI:

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Simili

Close