F1 Pneumatici Pirelli P Zero 2015 Gp Bahrain

F1 2015, strategie Pirelli al Gran Premio di Bahrain. Tattiche miste di gara. Hamilton vince sul circuito di Sakhir con una strategia a due soste soft-soft-media.

Social

Parole Chiave

21 aprile, 2015

F1 2015 GP BAHRAIN ORDINE D’ARRIVO – STRATEGIA PIRELLICLASSIFICHE 2015 – CALENDARIO F1 2015

La spettacolare gara del Bahrain, che si tiene in notturna, con calo delle temperature della pista e ambientali, ha fornito una battaglia tattica ad alta velocità, in cui i conducenti hanno scelto un assortimento di strategie a due soste e tre soste.

BAHRAIN STRATEGIE – I piloti erano attesi maggiormente ad una strategia a due soste (anche se a tre stop era teoricamente l’opzione più veloce) a causa del traffico in pista. Ma il ritmo della mescola media funzionava molto bene quando calavano le temperature della pista, permettendo così ai piloti di utilizzare una strategia più veloce. I primi quattro classificati hanno scelto una strategia a due soste, con Kimi Raikkonen protagonista di un lungo stint centrale con gomme medie che gli ha permesso di sopravanzare la Mercedes di Nico Rosberg, al penultimo giro. Il passo di Raikkonen con le P Zero White, gomme medie, era tale che si sentiva più a suo agio rispetto a quando montava le P Zero Yellow soft, ma il finlandese ha utilizzato la mescola più morbida quando ha staccato nel finale il giro più veloce della gara. La gara è stata vinta dal pilota Mercedes Lewis Hamilton, alla sua terza vittoria della stagione e la 36esima della sua carriera, con una strategia di soft-soft-medium che è stata adottato anche dal suo compagno di squadra Rosberg, terzo al traguardo, e dal pilota della Williams Valtteri Bottas che è arrivato quarto. Il pilota della Ferrari Sebastian Vettel è stato il pilota più alto in classifica a fermarsi per tre volte ai box, finendo quinto nonostante la sosta non programmata per la sostituzione del musetto.

Paul Hembery, direttore Pirelli Motorsport: “E ‘stata una gara molto competitiva, con un sacco di sorpassi e buon ritmo in entrambe le mescole. C’ è stato un grande mix di strategie. La strategia a due soste, montando le gomme medie nello stint centrale, è stata scelta da Kimi Raikkonen. Questa scelta ha aperto il dibattito su quale pneumatico si doveva usare per l’ultimo stint, con alcuni ingegneri e che pensavano che il pneumatico medio fosse adatto maggiormente alle temperature in calo. Tuttavia, il modo in cui Raikkonen ha guidato il suo stint finale, conquistando il giro più veloce con gomme morbide, giustifica pienamente la decisione di utilizzare le soft per un finale molto emozionante”.

F1 2015 GP BAHRAIN ORDINE D’ARRIVO STRATEGIA PIRELLICLASSIFICHE 2015 – CALENDARIO F1 2015

Tutto su Formula 1

Tutto su Pirelli

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV